La donna di 52 anni crea scene di blocco in miniatura con i suoi criceti

Mentre così tanti umani là fuori stanno lottando per cavarsela durante la pandemia, è sicuro dire che i loro animali domestici non hanno idea di cosa stia succedendo. Oltre ad avere un po 'più di tempo con i loro proprietari, le loro vite non sono cambiate molto. Eppure i loro proprietari, che stanno affrontando la noia e un sacco di tempo libero per liberare la loro creatività, hanno modi per far vivere ai loro animali domestici un diverso tipo di vita su una scala in miniatura. Uno di questi proprietari è il 52enne Beverly Borrill, che vive nel Wiltshire, nel Regno Unito. Per passare il tempo, ha deciso di trasformare i suoi adorabili criceti in lavoratori essenziali realizzando piccoli mobili per loro.

Maggiori informazioni: Facebook | Instagram

Un'insegnante di 52 anni del Wiltshire ha creato mobili in miniatura per ricreare scene di blocco con i suoi criceti

Crediti immagine: harcourt_hammies

La madre di quattro figli che lavora come insegnante ha trascorso ore a creare scene in miniatura di "blocco del criceto". Dal lavoro al registratore di cassa al tocco della tastiera a casa e, naturalmente, dando una mano allo staff del SSN, questi piccoli e adorabili criceti hanno sperimentato com'è essere un essere umano su piccola scala.

Crediti immagine: harcourt_hammies

Beverly dice che si è goduta il tempo extra che ha durante la quarantena ed è entusiasta di avere la possibilità di spenderlo facendo ciò che ama – creando scene dei suoi criceti che svolgono attività simili all'uomo.

Crediti immagine: harcourt_hammies

La sua passione è nata dopo che sua figlia di 14 anni ha realizzato una mini mongolfiera per un progetto scolastico e ha deciso di fotografare i criceti della famiglia, Max e Lulu.

Crediti immagine: harcourt_hammies

L'adorabile risultato ha ispirato Beverly a creare cose ancora più intricate da usare per i criceti. Tutto è cresciuto in un successo virale dopo che le pagine di Instagram e Facebook sono state create per condividere le foto.

(Fonte: Bored Panda)

Commenta su Facebook