La campagna sui social media mette in evidenza la mascolinità tossica quotidiana e quanto sia pericolosa

Il Renaissance Youth Leaders Forum (RYLF) è un'organizzazione socio-civica della Silliman University nelle Filippine, dedicata a colmare le divisioni sociali, culturali, economiche e politiche e a creare un cambiamento positivo nella comunità. Il 21 novembre, l'organizzazione ha rilasciato una campagna sui social media contro la mascolinità tossica con gli hashtag #FightTheStigma e #UNMUTE .

"Sia gli uomini che le donne soffrono di mascolinità tossica", dice il messaggio della campagna. "Succede ogni giorno sia online che offline."

Per illustrare il suo punto, RYLF ha condiviso una serie di poster. Dall'abbigliamento rosa al pianto, l'organizzazione ha affrontato il modo in cui pensa che la società eserciti pressioni sugli uomini, distorcendo il loro rapporto con se stessi e con il mondo che li circonda.

Crediti immagine: Renaissance Youth Leaders Forum

Crediti immagine: Renaissance Youth Leaders Forum

Per dirla semplicemente, la mascolinità tossica sta sopprimendo le emozioni o mascherando l'angoscia. Sta mantenendo un'apparenza di durezza e percependo la violenza come un indicatore di potere. È il risultato dell'insegnamento ai ragazzi che non possono esprimere apertamente le emozioni, che devono essere "duri" tutto il tempo e che qualsiasi cosa diversa da questo li rende "femminili", deboli.

Secondo l'American Psychological Association (APA), queste lezioni culturali sono state collegate a "aggressività e violenza", lasciando i ragazzi e gli uomini a "rischi sproporzionati per la disciplina scolastica, le sfide accademiche e le disparità di salute", inclusi problemi cardiovascolari e abuso di sostanze.

"Gli uomini sono sovrarappresentati nelle carceri, hanno maggiori probabilità delle donne di commettere crimini violenti e sono maggiormente a rischio di essere vittime di crimini violenti", ha scritto l'American Psychological Association (APA).

Crediti immagine: Renaissance Youth Leaders Forum

Crediti immagine: Renaissance Youth Leaders Forum

Crediti immagine: Renaissance Youth Leaders Forum

Crediti immagine: Renaissance Youth Leaders Forum

Crediti immagine: Renaissance Youth Leaders Forum

Crediti immagine: Renaissance Youth Leaders Forum

Le pressioni sociali, le aspettative della famiglia, degli amici e dei partner e persino le aspettative sulle identità religiose possono essere gravose per un uomo che cerca la sua identità maschile.

Mentre alcuni gruppi sociali, politici o religiosi possono fornire una serie di linee guida per una sana forma di mascolinità, gli esperti dicono che è meglio per un individuo attenersi alla propria definizione, purché non danneggi se stessi o gli altri.

Una nuova definizione di cosa significhi essere maschio potrebbe includere esperienze umane complessive, come: sperimentare apertamente una vasta gamma di emozioni, interdipendenza, vulnerabilità, cooperazione, gentilezza, morbidezza. Questo non significa abbandonare tutti i tratti tradizionalmente maschili. Includere alcune caratteristiche tradizionalmente maschili, come la forza e l'avventura, può aiutare alcune persone a definire la propria mascolinità. Ancora una volta, questo non significa che abbandonare tutti i tratti tradizionalmente maschili sia la risposta. Le persone dovrebbero definire la mascolinità alle proprie condizioni e includere alcune caratteristiche tradizionalmente maschili, come la forza e l'avventura, può aiutare a farlo.

Ecco cosa dice la gente sulla mascolinità tossica

Crediti immagine: www.facebook.com

Crediti immagine: www.facebook.com

Crediti immagine: www.facebook.com

Crediti immagine: www.facebook.com

Crediti immagine: www.facebook.com

Crediti immagine: www.facebook.com

Crediti immagine: www.facebook.com

Il post Campagna sui social media evidenzia la mascolinità tossica quotidiana e quanto sia pericoloso è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)