Joy Behar, Rob Lowe si uniscono alla tendenza più calda d'America: il razzismo

C'è una nuova moda che spazza la nazione e le celebrità e i politici stanno salendo in fila per salire a bordo. Si chiama "essere razzista" ed è molto più popolare di quanto tu possa aver creduto.

L'attuale tendenza è iniziata in Virginia quando è apparsa la pagina del libro genealogico del Governatore Ralph Northam, che mostrava l'immagine di un uomo in blackface accanto a un uomo in un cappuccio klan ad una festa. Northam ha negato di essere uno di quegli uomini, lo ha appena messo sulla sua pagina di annuario perché è un appassionato di razzismo. Ma il procuratore generale dello Stato Mark Herring ha anche ammesso di aver indossato la faccia nera al college. E anche se Northam e Herring sono entrambi democratici, questa nuova tendenza è stata l'unica cosa che ha raggiunto il corridoio, mentre il leader della maggioranza al Senato dello Stato della Virginia, il repubblicano Thomas K. Norment Jr., ha anche pubblicato alcune foto del college su Blackface.

Mentre discuteva della questione di Blackface su The View nel 2016, Joy Behar ha rivelato di aver anche indossato il blackface ad una festa di Halloween, ma la sua faccia nera era molto più di classe quindi va bene.  

Per essere onesti con Joy, questo non è esattamente lo stesso di Governor Al Jolson della Virginia, ma non è ancora una buona occhiata.

I neri sono gli unici a essere razzisti perché sia ​​i politici che le celebrità erano razzisti nei confronti dei nativi americani.

Questa storia inizia con la senatrice democratica Elizabeth Warren, candidata alla carica di presidente nel 2020, e la sua eredità nativa americana. Warren ha un antenato nativo americano, ma sono diverse generazioni indietro. Ha fatto un test del DNA che ha dimostrato di aver detto antenato, e circa il mezzo percento del suo DNA è nativo americano. Ciò ha in qualche modo arretrato su Warren, che ha usato questo per rivendicare il patrimonio dei nativi americani, ma non è coinvolta in alcun modo nella tribù da cui è discendente. È un po 'come un po' da South Park.

Warren si è davvero sparato ai piedi qui, ma nessuno fuori dai razzisti Donald Trump.

Sì, solo il presidente degli Stati Uniti fa una battuta sul Trail of Tears. Giorno normale. Non viviamo nel peggiore dei tempi possibili, è una coincidenza puntualizzata che Van Dykes si trova ora.

Rob Lowe ha un nuovo spettacolo su NBC, così ha letto quel tweet e ha pensato "amico, devo entrare in questo," anche se in seguito ci ha pensato meglio e l'ho cancellato. Ma internet non dimentica mai, Rob.

Inoltre non sa cosa sia una virgola Oxford.

Quindi è stato un weekend pazzo. Ma una cosa è certa è che il razzismo è ancora il nostro passatempo nazionale, che non è eccezionale, ma è ancora più facile guardare quel baseball.

Il post Joy Behar, Rob Lowe Unisciti alla tendenza più calda d'America: il razzismo è apparso prima su The Blemish .

( Fonte )

Commenta su Facebook