Jim Bob e Michelle Duggar parlano dopo la condanna di Josh Duggar

Ieri, Josh Duggar è stato condannato per due accuse di download e possesso di materiale pedopornografico. Josh non è ancora stato condannato, ma rischia 20 anni per ogni conteggio. E ora che il figlio sta andando in prigione, Jim Bob e Michelle Duggar hanno rilasciato una dichiarazione al riguardo. No, non è "Siamo spiacenti di aver cresciuto il nostro figlio primogenito come un predatore di bambini". Ma sicuramente nominano spesso Dio. Quando è stato raggiunto per un commento, Dio ha detto: "Non la conosco".

Jim Bob e Michelle scrivono sul sito della famiglia Duggar su come "la grazia di Dio" li sta aiutando a superare questo:

“L'intero calvario è stato molto doloroso. Oggi, la grazia di Dio, attraverso l'amore e le preghiere di tanti, ci ha sostenuto. I nostri cuori e le nostre preghiere sono con chiunque sia mai stato ferito attraverso CSAM [Materiale per abusi sessuali su minori].

Nei prossimi giorni, faremo tutto il possibile per circondare nostra nuora Anna e i loro figli con amore e sostegno. Come genitori, non smetteremo mai di pregare per Giosuè e di amarlo, come facciamo con tutti i nostri figli. In ogni circostanza della vita, riponiamo la nostra fiducia in Dio. Lui è la nostra fonte di forza e rifugio. Grazie per le vostre preghiere".

La sorella di Josh, Jill Duggar (che è una delle vittime di Josh ) ha parlato sul suo sito di famiglia, Dillard Family, mentre lei e suo marito Derick Dillard guardavano entrambi il processo. La sua dichiarazione è molto più incisiva dei suoi genitori e lei firma letteralmente il fatto che suo fratello venga mandato via. Lei scrive in parte:

Nessuno è al di sopra della legge. Si applica allo stesso modo a tutti, indipendentemente dalla ricchezza, dallo stato, dalle associazioni, dal genere, dalla razza o da qualsiasi altro fattore. Oggi, la gente del distretto occidentale dell'Arkansas lo ha reso chiaro nel loro verdetto. Come cristiani, crediamo di essere tutti uguali ai piedi della croce e, allo stesso modo, siamo tutti uguali sotto la legge. Gesù avvertì i suoi discepoli: “…[b]attenti al lievito dei farisei, che è ipocrisia. Nulla è coperto che non sarà rivelato, o nascosto che non sarà conosciuto. Perciò tutto ciò che avrai detto nelle tenebre sarà udito alla luce e ciò che avrai sussurrato nelle stanze private sarà proclamato sui tetti». (Luca 12:1-3).

…Ci hanno mentito così tanto che volevamo ascoltare noi stessi le prove in tribunale. Dopo aver visto tutte le prove così come sono state presentate, riteniamo che la giuria abbia raggiunto oggi un verdetto giusto, coerente con la verità oltre ogni ragionevole dubbio. Le azioni di Josh sono andate ben oltre l'epicentro dell'offesa stessa. I bambini hanno cicatrici, ma anche la sua famiglia sta subendo le conseguenze delle sue azioni. I nostri cuori sono sensibili ai dolori che la moglie di Josh, Anna, ei loro sette figli hanno già sopportato e continueranno a provare in futuro. Questo processo è sembrato più un funerale che altro. La famiglia di Josh ha una lunga strada da percorrere. Stiamo con loro, preghiamo per loro e cercheremo di sostenerli come possiamo durante questo periodo buio.

Dopo che il verdetto è stato letto, Derick ha parlato con People e ha detto che lui e Jill erano al processo perché "volevano, tra le altre cose, vedere i fatti da soli… L'America è il miglior paese per ottenere giustizia".

La prossima dichiarazione di Jim Bob deve essere "Non mi candido più per il senato dell'Arkansas " , perché sembra che lo sia ancora. C'erano cartelli e cartelloni pubblicitari come tre giorni fa . Ma poi di nuovo, Jim Bob probabilmente lo userà per la sua campagna e predicherà come tutti noi abbiamo bisogno di praticare un po' di perdono e non giudicare gli altri*.

*A meno che non si tratti del diritto di scelta di una donna , e in tal caso, giudicare!

Pic: Instagram