Jamie Lee Curtis: “Mi riferisco a me stesso semplicemente come un drogato, quindi lo demistificato”

varietà-recupero-problema-cover-1000
Jamie Lee Curtis è una delle celebrità profilate da Variety per il loro problema di recupero, che presenta anche un'intervista davvero meravigliosa con Danny Trejo . È stato sobrio 51 anni e va ancora alle riunioni e aiuta altri tossicodipendenti. Hanno anche un articolo sulla scienza della dipendenza e del recupero e un'intervista con Elton John ! Jamie è stata aperta per anni sul fatto che era una tossicodipendente da oppiacei per circa dieci anni fino alla fine degli anni '90. La dipendenza corre nella sua famiglia, ha detto che i suoi genitori erano alcolizzati e ha perso un fratello a soli 20 anni per una dipendenza da eroina. È sobria da oltre 20 anni. Si è fermata andando alle riunioni dopo che la sua famiglia e i suoi amici hanno notato la sua dipendenza e l'hanno spinta a smettere.

Hai mai preso delle pillole mentre stavi lavorando?
Ero il tossicodipendente selvaggiamente controllato e alcolizzato. Non l'ho mai fatto quando ho lavorato. Non ho mai preso droghe prima delle 17, non ho mai preso antidolorifici alle 10 del mattino. Era quel tipo di tardo pomeriggio e prima serata – mi piace riferirmi ad esso come la sensazione di un caldo bagno di un oppiaceo. È come il modo in cui ti senti naturalmente quando il tuo corpo è freddo, e fai un bagno caldo e ci sprofondi. Questa è la sensazione per me, ciò che mi ha dato un oppiaceo, e ho inseguito quella sensazione per molto tempo.

Chi sapeva della tua dipendenza?
Nessuno. Nessuno lo sapeva affatto. Nessuno sapeva, tranne le persone da cui avrei preso [gli antidolorifici].

Che cosa hai detto al tuo amico che ti ha sorpreso a prendere le pillole in cucina?
Penso di aver singhiozzato e ringraziato, e di averle detto che l'amavo.

Ti ricordi di esserti alzato per la prima volta in una riunione di recupero e di aver detto: "Sono un drogato"?
Per me è un ibrido perché ho anche bevuto troppo in modo molto controllato, in un modo molto Jamie. È l'unica malattia auto-diagnosticata. Nessun altro può effettivamente dirti che sei un alcolizzato. Possono dirti che bevi troppo o nella loro opinione che bevi troppo o che quando bevi troppo, li rende davvero arrabbiati. Ma definirti un alcolizzato o un tossicodipendente è un distintivo d'onore. È un modo per riconoscere qualcosa che è un'affermazione profonda e che può, per molte persone, cambiare la vita. Perché il segreto, il segreto vergognoso, è il motivo per cui è una malattia così pervasiva nel nostro settore – in ogni settore, in ogni strato socioeconomico, in ogni paese del mondo. È la vergogna segreta che tiene le persone rinchiuse nella loro malattia.

[Dalla varietà]

Quasi non l'ho coperto, ma il modo in cui Jamie ha descritto la sua dipendenza era molto simile a me. Il mio problema era l'alcol, pensavo di nasconderlo e pensavo di controllarlo. Bevo a casa tutte le sere, ma non ho iniziato fino a dopo cena e ho seguito la mia assunzione, quindi non avrei potuto essere un alcolista. Gestivo i miei affari, la mia casa era sempre pulita e nessuno lo sapeva, pensai. Solo io ero miserabile, non potrei mai averne solo uno e pianificavo sempre la mia vita intorno al mio bere. Non sono mai uscito la sera perché ero responsabile e non avrei bevuto e guidato. Così tante persone vivono così, come descrive Jamie. Ha detto che le cose andavano bene all'esterno e che il suo matrimonio, la sua famiglia e la sua carriera stavano andando alla grande, ma che era una drogata dietro le quinte. Ha deciso di diventare pubblica dopo due anni di sobrietà perché non voleva che le persone guardassero la sua vita, pensando che fosse perfetta e si chiedessero come ci fosse riuscita. Potrei riferirmi a così tanto di quello che ha detto.

Variety ha anche un video con Jamie , che è dove ho ottenuto la citazione nel titolo. È molto più potente della semplice lettura di queste citazioni e ho pianto guardandolo. Ha detto "Se ti stai chiedendo 'posso fermarlo?' allora sei in una prigione nella tua mente, e io ero in quella prigione, anche se sono stato favoloso. ”Grazie Jamie.

wenn37029828

wenn36965094

credito fotografico: WENN e Variety

Commenta su Facebook