Italia, paura dello scoppio della febbre dengue causata da una puntura di zanzara tigre

Un caso di febbre dengue è stato identificato dal laboratorio di microbiologia di Padova in un uomo vicentino di 54 anni che avrebbe ricevuto il contagio attraverso una zanzara tigre che gli era familiare al ritorno da una vacanza in Indonesia. Oggi c'è stata la conferma che il caso indice era proprio quest'ultimo. Il virus Dengue, infatti, non si trasmette direttamente da persona a persona, ma attraverso le zanzare e le loro punture.

Il 54enne non aveva fatto nessun viaggio all'estero, ma è stato punto da una zanzara tigre che aveva il virus in circolazione. Come riferiscono gli esperti regionali di prevenzione, il paziente ha manifestato sintomi simil-influenzali che si sono risolti entro quattro giorni. Altri membri della famiglia, attualmente in buona salute e non ricoverati, hanno presentato gli stessi sintomi, della durata di alcuni giorni. (Continua a leggere dopo la foto)

In Veneto la Regione ha già attivato dal 2010 un sistema di sorveglianza per le "febbri estive" per identificare precocemente tutti i possibili casi di febbre sia importata che autoctona, creando una rete composta dai laboratori di Microbiologia e dai reparti di Malattie Infettive delle aziende Ulss e Ospedale del Veneto con la collaborazione di medici di base e pediatri. Secondo i giornali locali il focolaio sarebbe circoscritto a livello familiare ma in via precauzionale sono stati avviati tutti gli interventi di disinfestazione previsti. (Continua a leggere dopo la foto)

In Veneto la Regione ha già attivato dal 2010 un sistema di sorveglianza per le "febbri estive" per individuare precocemente tutti i possibili casi di febbre importata e autoctona. La malattia è trasmessa dalle zanzare del genere Aedes, in particolare dalla specie Aedes aegypti. Si presenta con febbre, mal di testa, dolori muscolari e articolari, oltre alla caratteristica eruzione cutanea simile a quella del morbillo. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

In una piccola percentuale di casi si sviluppa febbre emorragica pericolosa per la vita con trombocitopenia, sanguinamento e perdita di liquidi, che può progredire in shock circolatorio e morte. Poiché non esiste una vaccinazione efficace, la prevenzione si ottiene eliminando le zanzare e il loro habitat.

"Il suo cuore si è fermato". Lutto per Tiziano Ferro, la triste notizia annunciata poco fa

L'articolo Italia, paura per l'epidemia di dengue causata da una puntura di zanzara tigre arriva da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)