Indovina un po? C’era davvero un cappio nel garage di Bubba Wallace

Visualizza questo post su Instagram

Insieme

Un post condiviso da bubbawallace (@bubbawallace) su

Non avrei mai previsto che avrei trascorso così tanto tempo a scrivere sulla NASCAR, ma ancora una volta, eccoci qui. NASCAR, come organizzazione, mi ha davvero impressionato molto nell'ultimo mese. Hanno ascoltato gli attivisti di Black Lives Matter e hanno giudicato correttamente l'umore nazionale. Hanno bandito apertamente le bandiere confederate in tutte le loro razze. Hanno dato felicemente una piattaforma all'unico driver nero nell'organizzazione NASCAR, Bubba Wallace, e gli hanno permesso di parlare del BLM completamente sotto lo stendardo della NASCAR. Si fermarono accanto a Wallace quando protestarono i redneck salati, anche quando quei rednecks salati facevano parte della NASCAR.

Quindi, lo scorso fine settimana, la squadra di Wallace ha trovato un cappio nella sua sfilata Talladega. Il team ha informato la NASCAR e la NASCAR ha chiamato l'FBI per indagare su un possibile crimine d'odio. L'FBI indagò per alcuni giorni e giunse alla conclusione che, sebbene fosse un cappio, non prendeva di mira Bubba Wallace, e il cappio era lì dall'anno scorso, quindi non era davvero un crimine d'odio. I razzisti – sì, l'ho detto – hanno urlato per diversi giorni su come Bubba Wallace dovrebbe scusarsi con tutti i bianchi per "piangere il razzismo" o qualcosa del genere. Onestamente non ho seguito il filo dei razzisti, non importava che non fosse nemmeno Bubba Wallace a far partire nulla di tutto ciò: era il suo equipaggio ed era la NASCAR che cercava di proteggere sinceramente Wallace. Comunque, dopo che tutti i redneck salati hanno urlato a Bubba Wallace perché "l'FBI ha detto di aver mentito" (l'FBI non lo ha detto), ESPN ha pubblicato una foto del cappio in questione. Indovina un po? Era un cappio f-king.

Ora quegli stessi razzisti sostengono che sì, è un cappio, ma ehi, è così che * alcuni di noi * legano la maniglia di una porta del garage. L'FBI e la NASCAR hanno effettivamente esaminato molti degli altri garage e maniglioni di porte ed è stranissimo che questo fosse l'UNICO garage che conteneva un cappio. Ed è strano che sia stato assegnato a Bubba Wallace, eh?

Giovedì la NASCAR ha completato le sue indagini sulla fune da garage formata come un cappio trovato nel garage di Bubba Wallace a Talladega Superspeedway domenica, con il presidente Steve Phelps che ha dichiarato che "il cappio era reale" e "la nostra reazione iniziale è stata quella di proteggere il nostro autista. ”

"Dati i fatti che ci sono stati presentati, avremmo perseguito questo con lo stesso senso di urgenza e scopo", ha detto Phelps giovedì. “Dopo aver appreso di vedere il cappio, la nostra reazione iniziale è stata quella di proteggere il nostro autista. Viviamo in un momento molto carico ed emotivo. Quello che abbiamo visto era un simbolo di odio ed era presente solo in un'area del garage – quella della 43 auto di Bubba Wallace.

"Col senno di poi, avremmo dovuto – avrei dovuto – usato la parola" presunta "nella nostra dichiarazione. … Come puoi vedere dalla foto, il cappio era reale, così come la nostra preoccupazione per Bubba. Con simile emozione, altri nel nostro settore e i nostri media si sono alzati per difendere la famiglia NASCAR – la nostra famiglia NASCAR – perché anche loro fanno parte della famiglia NASCAR. Eravamo orgogliosi di vedere così tanti difendere ciò che è giusto. ”

Wallace, l'unico driver a tempo pieno della NASCAR Black, mercoledì ha detto al First Take di ESPN di essere grato che il cappio non fosse destinato a lui, ma non pensa che l'indagine successiva sia stata una reazione eccessiva. Phelps ha detto che la NASCAR ha condotto una completa spazzatura di ogni area del garage in tutte le 29 piste in cui corre, per un totale di 1.684 box garage.

"Abbiamo trovato solo 11 in totale che avevano una corda abbattuta legata in un nodo, e un solo cappio – quello scoperto domenica nel garage di Bubba Wallace", ha detto Phelps.

Phelps ha dichiarato che la NASCAR ha stabilito che il cappio non era in garage prima del weekend di gara di ottobre 2019, ma non è stato in grado di determinare “con certezza chi ha legato questa corda in questo modo, o perché è stato fatto. "… La nostra conclusione definitiva per questa indagine è garantire che ciò non accada mai più, che nessuno passi davanti a un cappio senza riconoscere il potenziale danno che può fare", ha detto Phelps.

[Da ESPN]

Ancora una volta, credo davvero e davvero che la NASCAR, come organizzazione, stia cercando di fare la cosa giusta e hanno provato tutto il mese. Mentre trovo estremamente strano che a Wallace sia stato assegnato questo garage, sento anche che c'è motivo di dubitare anche delle scoperte dell'FBI. E tu sai cosa? Buono per NASCAR per aver rilasciato la foto del cappio. È un cappio f-king.

Incorpora da Getty Images

Incorpora da Getty Images

Foto per gentile concessione di Getty, Instagram.

Commenta su Facebook