“Il vaccino? Io no, ecco perché non mi fido”. Heather Parisi: “Che fine ha fatto mia madre”

Heather Parisi, la storia arriva solo oggi. La posizione della ballerina americana sulla vaccinazione anti-Covid è ormai chiara a tutti. Heather Parisi torna a parlare sull'argomento ma riferendosi al 'caso' della madre, Anita, che a 85 anni ha deciso di farsi vaccinare. La ballerina americana, insieme al marito Umberto Maria Anzolin e ai figli Elizabeth e Dylan, risiedono ad Hong Kong.

Madre Anita, 85 anni, ha deciso di vaccinarsi con Moderna: "Io, come sapete, sono contraria al vaccino ma ho sempre rispettato il diritto di ognuno di scegliere ciò che è meglio per la propria salute (nonostante i miei detrattori che mi etichettano NoVax , Io sono FreeVax che è diverso) ". Heather Parisi torna a parlarne su Instagram, spiegando nel dettaglio la situazione. (Continua a leggere dopo la foto).

“Il suo secondo colpo è stato una settimana fa e da allora è iniziata una terribile odissea con mille complicazioni di salute che l'hanno costretta prima a letto e poi in ospedale. Il suo corpo è semi-immobilizzato, arti superiori e inferiori gonfi, labbra gonfie e vertigini e, secondo il medico, è a rischio di embolia. Mia madre è irriconoscibile. Al momento è a casa ”. (Continua a leggere dopo la foto).

Poi il ballerino americano lo fa sapere a tutti: “Se la situazione persiste ancora per qualche giorno, il medico ha detto che sarà nuovamente necessario il ricovero. Il dottore si è anche premurato di rassicurare che essere una donna anziana "era prevedibile e che l'età non aiuta". Grazie dottore, ora dormo più sereno ”. Le esitazioni della showgirl si sono espresse anche nelle scorse settimane. (Continua a leggere dopo le foto).

"Non c'è dubbio che si tratta di un vaccino sperimentale i cui effetti non si sono visti a breve, medio e lungo termine". E a tal proposito Mirko Celii si è espresso anche dal suo profilo Facebook: “Questo virus era molto simile al virus della SARS, quindi è stato possibile sfruttare il lavoro che era stato avviato per un vaccino contro la SARS che fortunatamente non è mai servito. Il giorno in cui è stato pubblicato il genoma, il 10 gennaio, sapevamo già dove andare, cioè sulla proteina Spike ”, visto che“ i tempi di sperimentazione delle prove sono inversamente proporzionali al tempo di diffusione dei virus ”.

"10 regioni rosse e 9 arancioni". Covid, il governo chiude l'Italia: cosa cambia dal 15 marzo

L'articolo “Il vaccino? No, ecco perché non mi fido ”. Heather Parisi: "What Happened to My Mother" proviene da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)