Il team di Envision Festival su come hanno creato un evento di destinazione

Jess Bernstein

Se corri in certi ambienti, senti parlare di Envision Festival – che si avvicina alla fine di questo mese – parlato in una sorta di toni mitici. È qualcosa di vagabondo e avventuriero che bisbiglia negli ostelli, il luogo in cui due o più "anime belle" si uniscono prima di percorrere la strada insieme, e dove i valori di livello più alto sono sempre in mostra. La rete dei viaggiatori sussurra il festival Woodstock annuale della nostra generazione, in misura molto maggiore persino di Burning Man.

È anche un sogno di una febbre utopica : un gruppo di persone nella giungla e nelle spiagge del Costa Rica, in comunione con la natura e l'un l'altro. In quale mondo non sembrerebbe scandalosamente allettante?

Non essendo stato a Envision, ma sentendomi connesso alla sua missione dopo aver visitato festival simili , ho saltato al telefono con l'amministratore delegato del festival Reuben Walker e il suo co-fondatore / capo della produzione Josh Wendel. Quella che avrebbe potuto essere una conversazione pigra destinata a collegare un festival si trasformò rapidamente in una conversazione più profonda sugli ideali del grande quadro che Envision spera di incarnare.

Envision Festival

Da destra a sinistra: Josh Wendel e Reuben Walker.

Iniziamo dal fatto che tutti conosciamo e amiamo il Costa Rica. Noi tre siamo nella stessa barca lì. Quindi, quando stai pensando di lanciare – so che tutti odiano quel festival di trasformazione delle parole – ma quando stai pensando di lanciare un festival che funzionerà su un numero di livelli diversi ed essere un po 'più olistico della semplice musica, che cosa ha fatto in Costa Rica la scelta giusta?

Josh Wendel: Fondamentalmente il festival è iniziato da … beh, è ​​stato semplicemente sincronistico – mi sono trasferito in Costa Rica per avviare una comunità sostenibile, e vivere fuori dalla terra, ma sono venuto anche dal Colorado, dove ero davvero appassionato di musica e industria alimentare naturale. Così sono venuto qui con tutto questo background e quell'intenzione, e mi sono innamorato del Costa Rica e ho sentito le cose che vedevo che mancavano davvero alla bella vita – musica e arte diverse, e poi, ovviamente , cibo sano e costruzione naturale.

C'erano circa sei o sette di noi che si sono sincronizzati tutti insieme ed è quello che l'ha iniziato, ma penso che ovviamente tutto sia nato dalla passione e dal desiderio di essere in Costa Rica e di vivere in modo sostenibile.

Ci devono essere un sacco di barriere all'entrata per fare qualcosa alla scala che voi ragazzi lo state facendo. È stato difficile scendere da terra? È stato qualcosa che ha richiesto molti investimenti? O era qualcosa che era solo un evento shoestring il primo anno o due?

Josh Wendel: Siamo venuti tutti da un background diverso che ha giocato un ruolo fondamentale nella formazione di Envision, ma francamente non sapevamo cosa stavamo facendo o non ci stavamo facendo, non sapevamo se sarebbe stato un festival più grande con grandi headliner o una piccola festa privata e siamo atterrati da qualche parte nel mezzo e ci è sembrato speciale, così abbiamo continuato. Non avevamo mai immaginato cosa avrebbe trasformato, ma tutto è andato bene fin dal primo anno.

Ha sicuramente avuto un aspetto simile alla versione attuale del festival.

Eric Allen

A questo punto, questo sembra essere il Burning Man del Costa Rica, in una certa misura. È un paragone che ti rende a disagio? Oppure … ero a Symbiosis per l'Eclipse in Oregon un anno e mezzo fa, e sembra che alcune vibrazioni siano simili. Come ti definisci?

Josh Wendel: La semplice risposta è "definiamo via Costa Rica". Fondamentalmente, abbiamo una sensazione diversa a causa della nostra posizione. Non è facile spedire strutture artistiche in giro e ricostruirle e ci sono molte risorse negli stati e persone che costruiscono incredibili opere d'arte e magazzini, possono trasportarli e l'infrastruttura. Quindi siamo stati costretti a fare cose con materiali naturali perché uno, ci siamo appassionati ed è così che … la mia casa è costruita con gli stessi materiali del palcoscenico … ma anche perché è quello che è disponibile e questo è ciò che è facile da lavorare.

Non abbiamo tende a tendina su Envision e non abbiamo mai avuto negli ultimi nove anni. Non so se è stata inizialmente una scelta consapevole, ma abbiamo scelto di costruire semplicemente cose dai materiali naturali e questo è ciò che ci dà una sensazione speciale.

È un momento interessante nel senso che … non so se hai letto molto del mio lavoro, ma ho sostenuto questo tipo di ritorno alla controcultura e penso che quando hai un movimento politico pesante come il momento attuale in cui ci troviamo, hai bisogno di qualche controcultura o di una scena progressista per bilanciarlo.

Allo stesso tempo, penso che siamo in questo momento in cui i media analizzano ogni cosa e ci sono festival interessanti che vengono scelti a parte o la mentalità di Burning Man viene messa da parte un po 'nei media. Allora, com'è anche lanciare un festival in questo preciso momento culturale?

Josh Wendel: Immagino che inizi con l'i
ntenzione e potrebbe essere la stessa ragione per cui trasferirmi in Costa Rica per me è stato, ho sempre creduto in molti dei concetti e delle pratiche che insegniamo a Envision . Il modo in cui scegliamo di combattere la lotta è attraverso qualcosa che crediamo sia un messaggio positivo.

Sono sempre stato molto appassionato di cibi naturali e ho imparato molto in quel gioco che non volevo dire alla gente cosa fare e cosa non fare e finire in discussioni. Preferirei creare un'esperienza positiva per le persone per aprire gli occhi e ancor più per consentire loro di entrare in uno spazio e iniziare a fare domande che non avrebbero mai potuto chiedere prima.

Cerchiamo di non dire in genere che siamo repubblicani, democratici, questo partito, quella festa, vogliamo creare qualcosa e farlo nel modo in cui crediamo che dovrebbe essere fatto. Speriamo che le persone vi entrino con una mente aperta e quindi inizino a fare domande, e invece di dire che queste sono le risposte a tutti i problemi della vita oa tutto il pianeta, preferiremmo semplicemente che le persone vi entrino e diano, "Oh wow, ho raccolto qualcosa in quel palcoscenico, o laggiù in quel laboratorio che posso riportare e integrare nella mia vita."

Come crei l'atmosfera? Come attiri persone che la pensano come te? Come ti trovi in ​​questa situazione in cui attraversi il festival, uno di voi due che cammina per la festa, questo è quello che volevamo qui, l'abbiamo fatto. Contro ottenere un elemento che potrebbe essere opportunistico in un modo che non ti entusiasmava.

Josh Wendel: Portiamo artisti che riteniamo siano una buona idea e prestiamo molta attenzione ai contenuti che vogliamo curare all'interno del festival e al sorteggio che potrebbero avere. In termini di tipi di persone reali, e siamo stati solo io penso che i fortunati o gli uccelli di una piuma si raggruppino in una certa misura, dove creiamo un luogo positivo in cui molte persone incredibili vengono ed esprimono se stessi, sia che si tratti di performance , arte, yoga, musica, e sembra solo ispirare più creatività.

Per me, non è tanto per attirare un pubblico specifico, sono entusiasta di vedere persone che sono totalmente al di fuori di quella folla e tre giorni in Envision hanno l'argilla curativa sul viso e correre a piedi scalzi e sono tutti di colpo nella folla.

Eric Allen

Mi piace. Quando stai operando in un paese in cui non sei nato, ho l'impressione che voi due siate nati negli Stati Uniti. C'è un modo per farlo? C'è una coscienza costante di come lo facciamo mentre rispettiamo la cultura che è qui?

Josh Wendel: Assolutamente. Ci saranno sempre persone che non capiscono cosa stiamo facendo, quindi non possiamo essere là fuori solo per assicurarci che tutti siano felici, è semplicemente impossibile. Ovviamente abbiamo un ethos molto serio che mettiamo prima di tutto. Vogliamo creare un impatto positivo sulla comunità e, si spera, la gente lo veda. Se non lo fanno, faremo comunque ciò che riteniamo giusto. Penso che in generale la comunità abbia visto il positivo che ne è venuto fuori, anche il tipo di persone che porta nell'area e il tipo di turismo che potrebbe accadere durante tutto l'anno.

Siamo qui da nove anni. Portiamo molte persone che si preoccupano dell'evoluzione di questo luogo, del rimboschimento e della costruzione di materiali sostenibili e dell'apertura di centri di ritiro. È sicuramente diventato un centro per questo, mi piacerebbe pensare che siamo stati un catalizzatore nell'aiutare quel processo.

Hai visto la tua programmazione e la tua mentalità creare in quell'area, avere un effetto più ampio? Parli del fatto che hai visto persone trasferirsi lì, che sta diventando più un centro viaggiatori. Vedi la tua missione allargarsi almeno rispetto a quella zona?

Josh Wendel: Questo è in realtà uno degli aspetti più eccitanti della vita in quest'area, perché è un'area relativamente giovane, dal punto di vista dello sviluppo. È stato davvero popolato con strutture permanenti solo per 70 anni. Quindi è emozionante essere in un posto dove si può effettivamente vedere e sentire l'impatto che si sta avendo e vederlo sterzare nella giusta direzione perché il Costa Rica si è sviluppato molto pesantemente negli ultimi 20, 30 anni. È bello essere in una zona in cui puoi effettivamente vedere l'impatto, che è stata sempre una sfida negli Stati Uniti, in lotta per una causa in cui ho creduto, ma alla fine, è difficile sapere se stai davvero facendo molto un impatto.

Dove voi ragazzi siete a Uvita, siete in grado di vedere davvero giorno per giorno, come "Oh, stiamo aiutando a spostare la cultura o stiamo aiutando a influenzare la cultura, a dare forma alla cultura in qualche modo?"

Josh Wendel: Lo penso davvero, sì.

Eric Allen

Che cosa speri per – Odio andare costantemente così in profondità, perché penso che ci sia molto da dire anche solo per organizzare una bella festa – ma cosa speri che membri della tua comunità stiano cospirando per costruire? Cosa ti piacerebbe vederli costruire nel mondo? Dove vorresti vedere quella cultura? Abbiamo visto questi eventi enormi che possono attirare un sacco di persone e sembra esserci una grande spinta nella coscienza che ne deriva. Cosa vedi come il gioco finale?

Josh Wendel: Giusto. Come ho detto in una delle domande precedenti, se ha solo un piccolo impatto nella vita di qualcuno che potrebbe riportare sul loro posto di lavoro e magari pensare ad altri aspetti del successo delle loro aziende in termini di ambiente, sociale e animale questioni relative ai diritti, o sono totalmente sradicati e vogliono vivere in una fattoria sostenibile e coltivare il proprio cibo. C'è una via di mezzo, non sai, potrebbe entrare una persona che potrebbe avere i mezzi, l'abilità e la spinta per fare la differenza. Hai contribuito a trasformare quella piccola ondulazione in una grande ondata.

Posso dire personalmente, come scelgo di vivere, vivo il più possibile la terra e la mia casa è solare ed è … Per me, questa è una delle risposte ai problemi che vediamo sul pianeta.

Parla un po 'della sostenibilità, ovviamente è importante per entrambi e sic
uramente importante per il festival. È anche una grande sfida considerando quanto è grande il festival.

Reuben Walker: Posso parlare con un sacco di cose che penso che posizionino davvero Envision in un modo potente per accedere realmente all'aspetto più sostenibile di un grande evento come questo. Per sua natura, un grande evento è in qualche modo contro-sostenibile, semplicemente perché stai portando un sacco di persone e le stai portando da tutto il mondo, e questa è una sfida.

Quindi, davvero quello che vogliamo fare è cogliere quante più opportunità possibili per compensare ciò, perché alla fine vediamo il valore che stiamo generando attraverso il raduno per essere sostanzialmente positivo netto. Come diceva Josh, facciamo un grande sforzo, non abbiamo articoli monouso sul posto, non vendono bottiglie d'acqua in plastica, non ci sono tazze, non ci sono piatti, non ci sono cucchiai, nessuna di quelle cose che si sarebbero abituate e gettate in un cestino dei rifiuti. Quindi eseguiamo un programma di piatti riutilizzabili che abbiamo sviluppato in diversi anni per garantire che non solo è molto funzionale ma molto sicuro, perché queste sono sfide che le grandi comunità di persone sono temporanee come il nostro evento, o se sono più permanenti.

Fortunatamente, perché siamo in Costa Rica, abbiamo accesso a risorse naturali così incredibili. Nel modo in cui spesso fa la Costa Rica, ti schiaffeggia quasi la testa con la realtà di ciò che ha senso in quanto i materiali naturali della costruzione ci circondano. Il bambù è qualcosa che stiamo trasportando, in grandi quantità, ed è tutto raccolto in modo molto locale e sostenibile dalle persone che lo hanno coltivato e coltivato quel bambù fin dall'inizio. Quindi non è solo il materiale stesso che può essere considerato un materiale sostenibile, l'ecosistema della comunità e il business e tutte queste cose funzionano in modo rigenerativo. Questo è anche un aspetto enorme di esso, che si applica ai materiali da costruzione come il bambù, il legno, anche molto del nostro lavoro.

Eric Allen

E immagino che l'acqua non sia tanto stressante quanto lo sarebbe a Burning Man.

Reuben Walker: Lavoriamo senz'altro, continuando con l'idea delle sole risorse disponibili, l'acqua è qualcosa che è abbondante qui in Costa Rica. Quindi abbiamo lavorato con la città locale non solo per garantire che stiamo fornendo acqua ai nostri clienti, che provengono ovviamente solo letteralmente dall'altra parte della strada, ma abbiamo anche lavorato per rafforzare l'intero sistema idrico per l'area locale , perché abbiamo scoperto che finiamo per essere la città più grande della zona una volta che tutti si presentano. Quindi dobbiamo stare attenti ai nostri vicini più piccoli a tale riguardo.

Un'altra cosa che penso sia di grande aiuto qui, perché le persone stanno arrivando è come, sì, c'è ovviamente un'impronta di viaggio, ma una volta che le persone raggiungono il paese, la trasformazione in un'impronta di viaggio inferiore è piuttosto interessante. Ho lavorato un sacco di eventi negli Stati Uniti e hai parcheggi grandi come il festival e, nel bene e nel male, non abbiamo la stessa identica dinamica. Quindi organizziamo un incredibile programma di shuttle in cui portiamo migliaia di persone in navette condivise.

Facciamo del nostro meglio per supportare le persone e per essere consapevoli dell'esperienza e del viaggio. Il cibo che portiamo per il festival, forniamo noi stessi 2000 dipendenti, e in più, ovviamente, c'è l'evento. Quindi, per i nostri fornitori e catering internamente per lo staff, abbiamo un team di persone che lavorano durante tutto l'anno non solo per procurarci cibo e prodotti e tutto ciò di cui potremmo aver bisogno dalla comunità locale, ma in realtà per coordinare la crescita con quegli agricoltori. Abbiamo impartito un ordine dal seme al seme del prodotto e in realtà producono queste cose appositamente per noi, il che è davvero una bella sensazione sapere che le persone coltivano qualcosa con l'intenzione di dove sta andando. Conoscono il risultato finale di ciò a cui stanno lavorando e anche loro fanno parte del festival.

Quindi tutti i venditori di cibo e le cose che portiamo in noi sono anche tenuti ad un livello simile. Chiediamo a tutti loro di rifornire i loro prodotti alimentari nel modo più sostenibile possibile, dal più locale possibile. Anche se non siamo ancora passati ad uno scenario di venditori di prodotti alimentari completamente basati su impianti, stiamo sicuramente lavorando in questa direzione e sottoponiamo molta pressione al tentativo di ridurre al minimo la quantità di prodotti animali che potremmo avere, poiché chiaramente esiste un enorme danno al pianeta che viene da quelle cose.

È stato fantastico. Quindi con quelle iniziative, cosa diresti sia la mentalità complessiva dell'evento stesso o almeno dei suoi fondatori? Se dovessi definire e aiutare a creare ciò che ritieni sia la mentalità del tuo evento – quasi come se Envision fosse un essere umano – come lo descriveresti?

Josh Wendel: che domanda. Bene. La prima cosa che mi viene in mente è l'attenzione ai dettagli, penso che lavoriamo con un perfezionista che ci spingeremo nel terreno per creare un prodotto impeccabile. Stiamo facendo del nostro meglio per insegnare alle persone a non spingersi a terra, grazie a persone come Reuben, ma questo è solo il tipo di persone che sembra evocare. È una di quelle cose che funzionano è che penso che le persone credano in quello che stiamo facendo e perché lo stiamo facendo, e quindi metteremo tutto ciò che serve per ottenere il risultato che otteniamo. Direi che personalmente sono molto orgoglioso della produzione e dell'esperienza che hai sul posto. Che ovunque tu guardi è esteticamente piacevole ed è costruito con materiali naturali, che l'esperienza per me non ha prezzo.

Non per essere iper-critico di molti altri festival, ma non ho visto lo stesso dettaglio in altri eventi. L'altra cosa su cui ci concentriamo veramente è che vogliamo che il messaggio di Envision venga in quasi ogni aspetto di Envision, dove sei. Lo stesso ethos basato sulla sostenibilità, sulla creatività e su tutte queste cose. Ovunque tu vada, che tu sia in un palcoscenico o in un laboratorio o in una lezione di yoga, tutto risuona nello stesso messaggio. Ci vuole molta attenzione ai dettagli per questo.

Reuben Walker: Adoro questa domanda perché penso che tu veda questo molto potente in questo evento. Quindi le altre domande riguardano davvero come Costa Rica pone le basi per ciò che facciamo. Penso che una delle cose che la Costa Rica porta davvero a casa per te è quanto sia potente la natura e quanto sia presente. Non puoi essere in Costa Rica senza essere totalmente consapevole di essere nel vero cuore della natura e di essere nei polmoni del mondo. Che siano solo gli uccelli che volano vicino, o il fiume di fronte a te, o gli alberi, o gli insetti che strisciano su per i tuoi piedi, è questa presenza costante.

In questo modo, penso che parte del modo in cui vedo Envision se dovess
e essere un'entità – se dovesse essere un individuo – è simile al senso di un pianeta madre o di una figura genitoriale. È questa esperienza estremamente potente, una persona estremamente potente con solo una quantità apparentemente infinita di compassione e pazienza. Come hai detto, penso a tanti momenti che ho avuto durante l'evento stesso e si diffonde tra le persone lì. Può essere un ambiente molto impegnativo, hai menzionato Burning Man, una delle cose che è stranamente paragonabile è che può essere uno spazio molto impegnativo, può essere molto caldo durante il giorno, il sole può essere molto caldo, la gente potrebbe non ci si può abituare, ma in questo modo, in un concetto simile di prova del fuoco, le persone cominciano davvero a legarsi insieme, si legano per essere in un posto potenzialmente sconosciuto, che di per sé può in un modo davvero positivo, disconnettere le persone dalla loro stessa realtà.

Gli ospiti sono uniti anche nelle loro lotte.

Reuben Walker: Credo fermamente nel senso di sospensione dell'incredulità che si ottiene da un film, arrivare a questo evento è quel senso. È come entrare in un mondo completamente nuovo e può disturbare i tuoi schemi normali in modo che tu sia aperto a cose nuove. Potresti non rendertene conto che è quello che è successo, ma hai anche parlato un po 'dei concetti di un festival di trasformazione, un aneddoto che ho applicato molte volte a questo è che tutti vengono alla ricerca dell'esperienza di trasformazione in cui è come, "Oh mio cuore è stato aperto e le campane del canto erano lì ed era tutto bellissimo. "La verità è che un festival trasformazionale è qualcosa che ti spinge a diventare qualcosa di diverso o più di quello che eri, e che può essere una situazione molto difficile. Quindi ottieni questa combinazione di queste cose.

Se pensavo a Envision come un'entità, è una guida potente, compassionevole, paziente e vedi che le persone prendono su quell'energia e la condividono l'una con l'altra e le persone si sostengono a vicenda e si prendono cura l'una dell'altra e si guidano a vicenda attraverso questo incredibile viaggio che va dal giorno alla notte, al giorno e alla notte, e penso davvero che offra alle persone l'opportunità di crescere in qualcosa di diverso.

Eric Allen

Eric Allen

Jess Bernstein

Bradford Watkins

Eric Allen

( Fonte )

Commenta su Facebook