Il proprietario del negozio che ha chiamato la polizia a George Floyd affronta il problema straziante e la gente lo applaude

Mahmoud Abumayyaleh, il proprietario del negozio di Cup Foods che ha chiamato la polizia quando George Floyd avrebbe usato una falsa banconota da 20 dollari, ha condannato la brutalità della polizia e afferma che desidera che la chiamata agli ufficiali non sia mai stata fatta.

La politica statale di Minneapolis impone alle aziende di chiamare la polizia quando qualcuno cerca di usare denaro contraffatto. Tuttavia, quando un commesso della Cup Foods chiamò gli ufficiali, ciò portò alla morte di Floyd. Il proprietario del negozio Abumayyaleh non era al negozio al momento della chiamata, ma è devastato per quello che è successo.

“Vogliamo condividere i nostri sentimenti su ciò che è emerso e ha portato alla morte di George Floyd. Fu assassinato e giustiziato a sangue freddo. Per fortuna, è stato registrato e deve esserci una certa responsabilità degli ufficiali coinvolti ”, ha dichiarato Abumayyaleh al Grio in un'intervista. Le persone stanno applaudendo alla risposta del proprietario del negozio a quello che è successo.

Il proprietario del negozio di Cup Foods, Mahmoud Abumayyaleh, è ​​stato oltraggiato dalla morte di George Floyd

Crediti immagine: thegrio , Wikipedia

La reazione di Abumayyaleh alla morte di Floyd e la sua richiesta di porre fine alla brutalità della polizia hanno ricevuto molta attenzione online

Crediti immagine: Nooran A.

Ecco cosa ha detto il proprietario del negozio a proposito dell'accaduto

Crediti immagine: Mahmoud Abumayyaleh

Abumayyaleh è conosciuto come Mike nella sua comunità. La sua famiglia è proprietaria del negozio Cup Foods, che si trova all'angolo tra la 38esima e Chicago Avenue, da 30 anni: questo è il primo e unico lavoro che abbia mai avuto.

Secondo Abumayyaleh, la comunità locale è unita, le persone si sostengono a vicenda e quasi tutti conoscono tutti gli altri con i loro nomi di battesimo.

Abumayyaleh ha parlato con TheGrio in un'intervista video

Il negozio di Cup Foods ha rilasciato una dichiarazione affermando che Floyd non ha resistito agli ufficiali che lo hanno arrestato e ha anche affermato che l'uomo "probabilmente non ha mai saputo" che stava usando una banconota da un dollaro falso. Il negozio è rimasto in contatto con la famiglia di Floyd senza sosta e farà la sua parte per coprire i costi del funerale dell'uomo.

"La brutalità della polizia e l'ingiustizia razziale in questo paese devono essere fermate", Abumayyaleh ha denunciato l'abuso di potere, aggiungendo che le proteste e l'indignazione continueranno fino a quando la giustizia non sarà scontata.

Questo è il negozio di Cup Foods dove uno degli impiegati ha chiamato la polizia dopo che Floyd ha presentato una fattura contraffatta

Crediti immagine: Google Maps

La gente ha allestito un memoriale nel punto in cui è morto Floyd

Crediti immagine: Wikipedia

Il negozio di Cup Foods ha rilasciato una dichiarazione ufficiale sulla morte di Floyd

Crediti immagine: Cup Foods

Abumayyaleh conosceva Floyd come cliente e disse che era una persona sempre piacevole. Tuttavia, il proprietario del negozio non ha saputo della morte di Floyd appena fuori Cup Foods fino al 26 maggio, il giorno dopo che la polizia lo ha affrontato. "Eravamo tutti indignati", ha detto il proprietario.

Dalla morte di Floyd, più di una settimana fa, Abumayyaleh e i suoi 3 figli Samir, Adam e Mahmoud si sono nascosti . Hanno ricevuto minacce e hanno persino dovuto disconnettere il loro telefono fisso e abbattere la pagina Facebook del negozio.

Ecco come le persone hanno reagito alla risposta di Abumayyaleh

Gli utenti di Internet hanno supportato il proprietario del negozio e la sua richiesta di giustizia

Alcune persone sono entrate e hanno difeso il negozio per aver chiamato la polizia, affermando che è la cosa normale da fare

Crediti immagine: passando per arrivederci

Crediti immagine: Honeymoons_Over

Crediti immagine: leb_hussein

Crediti immagine: TerrilDolan

(Fonte: Bored Panda)

Commenta su Facebook