Il manager di Britney Spears da 25 anni, Larry Rudolph, si dimette, dicendo che i suoi “servizi non sono più necessari”

Durante il fine settimana, il successore di Chris Hansen, Ronan Farrow , cacciatore di predatori, ha lanciato un'altra bomba di merda in fiamme in grembo a Daddy Spears quando il New Yorker ha pubblicato l' esposizione della sua e della scrittrice Jia Tolentino sui 13 anni di conservazione di Britney Spears . Ebbene, le bombe di merda fiammeggianti continuano a cadere sulle ginocchia di papà Spears. Perché stamattina, il manager di Brit Brit da 25 anni, Larry Rudolph , ha messo le carte in regola e ha detto che non può gestire la carriera di qualcuno che davvero non vuole più avere una carriera. E TMZ sta sentendo che anche l'avvocato nominato dal tribunale di Brit Brit, Sam Ingham , presenterà i suoi documenti e si dimetterà come suo avvocato. Stacco sul movimento #FreeBritney che regge ZERO punteggi dopo aver visto Larry Rudolph e Sam Ingham tuffarsi dal cigno dalla nave che affonda che è la tutela di Brit Brit.

Il pezzo sul New Yorker di Ronan Farrow e Jia Tolentino copre più presunte oscure provenienti dalla tutela di Brit. Hanno affermato che quando la tutela è stata istituita nel 2008, il giudice ha impiegato solo 10 minuti per approvarla, nessuno ha testimoniato e la stessa Britney non ha nemmeno potuto dire nulla durante l'udienza. La madre di Britney, Lynne Spears , era riluttante a parlare con Ronan e Jia e ha detto di avere sentimenti contrastanti su tutto. Hanno anche riferito che Lynne in origine non ha chiesto di essere un co-conservatore insieme al padre di Britney, Jamie Spears, perché pensava che la tutela sarebbe durata solo pochi mesi. Jacqueline Butcher , un'ex amica della famiglia Spears, ha aggiunto che Daddy Spears è un pezzo di merda violento che ha chiamato Brit " grasso ", una " puttana " e " una madre terribile " e si è sbarazzato di chiunque sua figlia. avvicinato, come una governante e il suo ex Jason Trawick .

Ronan e Jia hanno anche scritto che il 22 giugno, la notte prima che Britney dicesse al giudice Brenda Penny che voleva uscire dalla sua tutela , aveva chiamato il 911 per denunciare se stessa come vittima di un abuso della tutela. Ebbene, papà Spears potrebbe chiamare il 911 oggi per riferire che sta lentamente diventando vittima della perdita della sua preziosa mucca da mungere. Perché Larry Rudolph ci ha fatto sapere che è fuori di lì.

Larry è il manager di Britney dalla metà degli anni '90, quando la sua carriera era solo un piccolo germoglio, e oltre a un breve periodo tra il 2007 e il 2008, è stato il suo manager da allora. Ma non più. Deadline ha pubblicato la lettera di uscita che Larry ha dato ai conservatori di Britney, Daddy Spears e Jodi Montgomery . Larry ha affermato di non parlare con Britney da oltre due anni quando lei gli ha detto che voleva prendersi una pausa dal lavoro. E Larry si dimette dopo aver scoperto che vuole andare in pensione per sempre:

Sono passati più di 2 anni e mezzo dall'ultima volta che io e Britney abbiamo comunicato, quando mi ha informato che voleva prendere una pausa dal lavoro a tempo indeterminato. Oggi mi sono accorto che Britney aveva espresso la sua intenzione di ritirarsi ufficialmente.

Come sai, non ho mai fatto parte della tutela né delle sue operazioni, quindi non sono a conoscenza di molti di questi dettagli. Inizialmente sono stato assunto su richiesta di Britney per aiutarla a gestire e assisterla nella sua carriera. E come suo manager, credo che sia nell'interesse di Britney per me dimettermi dal suo team poiché i miei servizi professionali non sono più necessari.

Vi prego di accettare questa lettera come le mie dimissioni formali.

Se schivare merda che sta per colpire il fan era uno sport olimpico, Larry Rudolph potrebbe aver appena vinto l'oro con quella dichiarazione, perché sembra che stia uscendo dal palco a sinistra prima che la merda diventi davvero, davvero disordinata. E a seguirlo fuori dalla porta c'è Sam Ingham.

Nel 2008, Sam è stato nominato dal tribunale avvocato tutelare di Britney. Quando Britney è stata finalmente in grado di parlare con la corte di persona, ha detto che vuole essere in grado di scegliere il proprio avvocato e ha detto che non ha mai saputo di poter chiedere di porre fine alla tutela. Fonti dicono a TMZ che Sam si è licenziato perché ha dato a Britney tutte le sue opzioni e quindi non stava dicendo la verità quando ha detto al giudice che non sapeva di poter provare a liberarsi dai fili del burattino della tutela.

Fonti con conoscenza diretta dicono a TMZ, Ingham è estremamente sconvolta dalla dichiarazione di Britney in tribunale … ​​che non ha mai saputo di poter porre fine alla tutela. Ci è stato detto che Ingham offriva regolarmente opzioni a Britney, inclusa la richiesta che la tutela dovesse terminare, ma non ha mai voluto staccare la spina.

Pic: Wenn.com