Il LAPD è pazzo di TMZ per aver divulgato la notizia della morte di Kobe Bryant prima che la sua famiglia venisse informata

Il 41enne Kobe Bryant , la figlia 13enne Gianna erano tra le nove persone che sono morte ieri quando il suo elicottero privato si è schiantato a Calabasas in California . Naturalmente questa notizia si stava diffondendo rapidamente e la gente stava sbagliando tanta roba nella confusione, alcuni addirittura riferendo che altri membri della famiglia di Kobe morirono. Una fonte di informazioni che sembrava essere sul punto di vista dei fatti, era TMZ, che ha rotto la storia. L'hanno rotto così in fretta, infatti, che la polizia non è stata in grado nemmeno di avvisare la famiglia di Kobe prima che TMZ potesse avvisare Twitter. E ne sono incazzati.

La CNN afferma che TMZ è stata la fonte originale del tragico incidente in elicottero in California ieri, che ha raccolto tutti gli altri punti vendita intorno alle due del pomeriggio EST. Bene, è stato così veloce che nemmeno la polizia era pronta per questo, dal momento che non avevano nemmeno avvisato le famiglie delle vittime.

La polizia dice che poco più di un'ora dopo aver ricevuto le notizie dell'incidente, TMZ stava già dicendo al mondo che Kobe era morto al suo interno. Nel frattempo, gli agenti stavano ancora "cercando di informare i familiari delle vittime". Durante una conferenza stampa, lo sceriffo della contea di Los Angeles Alex Villanueva ha trascinato TMZ per parlare di chi è morto perché la polizia di Los Angeles non era pronta a confermare alcuna identità:

“Sarebbe estremamente irrispettoso capire che la persona amata … è morta e tu ne sei al corrente da TMZ. È del tutto inappropriato. "

Tim Murakami, il capostipite della contea di Los Angeles, ha anche scritto TMZ in un tweet:

La CNN chiese una risposta a TMZ, ma non ne ottenne una. A proposito, la CNN è di proprietà di WarnerMedia che possiede anche TMZ.

Va notato che TMZ ha anche raccolto la morte di Michael Jackson nel 2009 e Whitney Houston nel 2012. E Prince nel 2016. Quindi, se ti stai chiedendo se TMZ sono assassini di celebrità, il direttore editoriale di The Hollywood Reporter, Matthew Belloni , afferma che non lo sono. Sono solo molto ben collegati.

"Quando si tratta di persone di alto profilo, hanno un " in " con il tipo di persone che conoscono queste informazioni … Se TMZ riferisce che una celebrità è morta nella Contea di Los Angeles, è quasi sempre corretto. Per qualsiasi motivo, e puoi leggere in questo, il loro tasso di accuratezza a Los Angeles è molto, molto buono … Verifichiamo sempre e non li prendiamo al valore nominale. Ma quando ho visto che era TMZ a riferire la morte di una persona di spicco nella contea di Los Angeles, ho pensato che probabilmente fosse giusto ”.

Quindi, se i funzionari di Los Angeles vogliono scoprire quali dipendenti stanno perdendo informazioni su TMZ, devono solo intercettare le conversazioni che coinvolgono un agente di polizia moralmente corrotto o un paramedico o un pompiere per far sapere al loro appaltatore di andare avanti e usare il marmo di Carrara nella ristrutturazione della cucina .

Pic: Wenn.com