Il giudice nel caso di conservazione di Britney Spears ha negato la sua richiesta di rimuovere suo padre come co-conservatore (AGGIORNAMENTO)

Prima che Britney Spears parlasse finalmente per se stessa in tribunale e dipingesse suo padre/co-conservatore, Jamie Spears , come un mostro violento e dicesse che vuole uscire dai suoi 13 anni di tutela , il suo avvocato nominato dalla corte, Samuel D. Ingham III , ha chiesto legalmente che Jamie Spears fosse rimosso dal suo co-conservatore. Era il novembre 2020 . Ebbene, il giudice Brenda Penny ha negato quella richiesta. Le persone di #FreeBritney non saranno contente e richiederanno sangue in cambio di questo. Nel frattempo, Iggy Azalea è uscita con alcuni dettagli su Jamie Spears che non faranno altro che aumentare la sete di sangue del Team #FreeBritney.

Dopo che Britney ha chiamato suo padre per averla trattata come una prigioniera, incluso il rifiuto di permetterle di rimuovere uno IUD dal suo corpo, ha dato tutta la colpa all'altra sua co-conservatrice Jodi Montgomery . Jamie ha affermato che non è stato responsabile degli affari di Britney per due anni e che Jodi è la causa della sua depressione. Jodi ha risposto con uno schiaffo tramite il suo avvocato, dicendo che è stata " un'instancabile sostenitrice di Britney" e ha aggiunto che la scelta di Britney di sposarsi e avere un altro figlio " non è mai stata influenzata dalla tutela mentre la signora Montgomery è stata la conservatrice della persona ".

Anche se Jamie vuole farci pensare che in realtà non ha fatto parte della tutela di sua figlia, è ancora responsabile delle sue finanze. Britney voleva cambiarlo. TMZ afferma che Britney voleva che l'azienda Bessemer Trust assumesse la responsabilità esclusiva dei suoi affari finanziari e prendesse tutto il potere da Jamie. Il giudice Penny ha respinto la sua richiesta:

L'avvocato di Britney, Sam Ingham, ha effettivamente chiesto alla corte di sospendere Jamie dalle funzioni di tutela a novembre e il giudice ha quindi negato la richiesta. Ci è stato detto che Ingham voleva che Jamie fosse sostituita dal Bessemer Trust, che sarebbe diventato l'unico conservatore del suo patrimonio, ma il giudice non lo voleva.

Ingham, per qualsiasi motivo, ha lasciato che le cose si fermassero per mesi: avrebbe dovuto presentare alcuni documenti affinché il nuovo ruolo di Bessemer diventasse effettivo. Infine, proprio di recente, Ingham ha depositato documenti legali affinché Bessemer fosse nominato co-conservatore. Il giudice lo ha appena approvato, ma ha anche detto che Jamie rimarrà lui stesso co-conservatore. Il giudice ha anche ribadito che la richiesta di Ingham di sospendere Jamie è stata respinta.

È importante notare che il giudice ha firmato questo ordine mantenendo Jamie al suo posto DOPO la testimonianza di Britney la scorsa settimana.

La più grande gag è che Sam Ingham non ha nemmeno presentato i documenti giusti affinché Bessemer Trust si occupi delle finanze di Britney:

A proposito, tutti hanno supposto che Bessemer abbia agito come co-conservatore del patrimonio di Britney per mesi, ma si scopre che non è così. In realtà, Bessemer non è ancora un co-conservatore: alcuni documenti devono ancora essere depositati prima che l'ordine del giudice abbia effetto.

In conclusione… Jamie è stato e continua ad essere l'unico conservatore del patrimonio di Britney.

AGGIORNAMENTO: TMZ riferisce che Bessemer Trust ha deciso che non vogliono essere coinvolti nel disordine della lotta per la tutela di Britney con suo padre, quindi si stanno ritirando e non si occuperanno dei suoi soldi. Jamie Spears rimarrà il custode della sua borsa per ora.

Per quanto riguarda Iggy Azalea, lei e Britney hanno lavorato insieme nel 2015 alla canzone Pretty Girls che ha avuto un flop piuttosto duro. All'epoca, Iggy disse che era difficile per i singoli fare bene quando gli artisti coinvolti non lo promuovono o non lo eseguono. La scorsa settimana, Iggy ha dichiarato su Twitter che non avrebbe detto molto sulla sua esperienza con Britney e suo padre perché ha firmato un NDA:

Ma di sicuro ha cambiato la sua melodia molto velocemente. In un messaggio dell'app Notes, Iggy ha affermato di aver "vissuto personalmente" il comportamento offensivo di Jamie e ha affermato che Britney non sta in alcun modo "esagerando o mentendo ". tramite pagina sei :

“È una decenza umana fondamentale rimuovere almeno una persona che Britney ha identificato come violenta dalla sua vita. Questo dovrebbe essere illegale… Durante il periodo in cui abbiamo lavorato insieme nel 2015, ho assistito personalmente allo stesso comportamento che Britney ha descritto nei confronti di suo padre la scorsa settimana e voglio solo sostenerla e dire al mondo che: non sta esagerando o mentendo… L'ho vista limitata anche dalle cose più bizzarre e banali: come quante bibite le era permesso bere. Perché è necessario?"

Britney e Iggy si sono esibiti ai Billboard Music Awards nel 2015 e lei ha detto che poco prima di salire sul palco, Jamie ha consegnato a Iggy un NDA per firmare o "non mi avrebbe permesso di salire sul palco ".

"Il modo in cui mi ha fatto firmare un contratto sembrava simile alle tattiche di cui Britney ha parlato la scorsa settimana riguardo al suo spettacolo a Las Vegas… Jamie Spears ha l'abitudine di costringere le persone a firmare documenti mentre è sotto Duress, a quanto pare, e Britney Spears non dovrebbe essere costretta a coesistere con quell'uomo quando ha messo in chiaro che sta avendo un impatto negativo sulla sua salute mentale… Questo non è affatto giusto.

Un fan si è chiesto se Iggy potrebbe essere citato in giudizio ora, ma a Iggy sembra non fregare un cazzo e in pratica ha detto "Bring It On".

L'avvocato di Britney deve ancora presentare la sua richiesta di porre fine alla sua tutela, ma secondo quanto riferito accadrà da un momento all'altro. Se Jamie Spears farà causa a Iggy Azalea per aver presumibilmente infranto la sua NDA con lui, sarà meglio che agisca in fretta e attinga ai fondi di sua figlia per pagare un avvocato finché può. Anche se, può sempre travestirsi da autoproclamatosi " Monster Clown " e spaventare un avvocato per farlo rappresentare gratuitamente.

Pic: Wenn.com