Il dipendente si rifiuta di lavorare più di 60 ore a settimana, è minacciato di essere licenziato se non accetta di iniziare a lavorare nei fine settimana

Di recente, una storia di un ragazzo soprannominato Promotionsguyforreal ha attirato l'attenzione di tutti sul subreddit di Antiwork. Il dipendente dell'azienda senza nome ha spiegato come trascorre "dodici ore ogni giorno della settimana a lavorare sotto il sole cocente". Il problema è che per il suo capo è tutt'altro che sufficiente.

"Dovresti dedicare i fine settimana anche al lavoro", ha scritto il ragazzo e ha aggiunto di aver detto al suo capo che non avrebbe lavorato durante il fine settimana. Ora, anche i colleghi di Promotionsguyforreal non sono contenti che si prenda i fine settimana liberi, quindi lo fanno incazzare in colpa per questo.

La storia fa luce sulla cultura del posto di lavoro marcio fino al midollo, in cui la pressione per fare gli straordinari viene non solo dalla direzione, ma anche dai colleghi bruciati che stanno lottando per tenere il passo con il proprio lavoro.

Un dipendente ha condiviso come il suo capo voglia licenziarlo perché lavora solo sessanta ore, mentre i suoi colleghi lo stanno facendo inciampare in colpa per aver preso i fine settimana liberi

Crediti immagine: Leroy_Skalstad (non la foto reale)

Crediti immagine: Josh Olalde (non la foto reale)

Crediti immagine: promozioniguyforreal

La storia ha risuonato con molte persone che hanno mostrato il loro sostegno all'autore e condiviso alcuni pensieri nei commenti

Il post dipendente si rifiuta di lavorare più di 60 ore a settimana, è minacciato di essere licenziato se non accettano di iniziare a lavorare nei fine settimana è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)