Il capo spiega perché ha rifiutato la richiesta di una dipendente di spostarla all’80% del tempo

La differenza tra un buon capo e uno cattivo è la stessa di qualsiasi altro collega: il meglio del meglio fa il possibile per garantire che i propri dipendenti siano supportati e nella migliore posizione possibile per mettere in mostra i propri talenti e abilità.

Il canadese Aaron Genest , presidente di SaskTech e lavora presso Siemens Digital Industries, ha detto "no" a uno dei suoi dipendenti quando gli ha chiesto se poteva trasferirla all'80% del tempo. Ma prima di correre avanti e giudicare, tieni presente che è una storia con una svolta. Rilassati con una tazza di tè, leggi i tweet di Genest e poi facci sapere cosa ne pensi della situazione, cari Panda!

Guarda l' intervista di Bored Panda a Genest, così come a Eddy Ng , il professore di gestione di James ed Elizabeth Freeman alla Bucknell University di Lewisburg, Pennsylvania. Hanno alcune informazioni straordinarie sulla divisione ineguale del lavoro a casa, su come supportare i dipendenti durante la pandemia e sull'importanza di piccoli team che supportano a fondo i loro membri.

Quando una dipendente di sesso femminile ha chiesto al suo capo se poteva passare all'80% del tempo, lui ha rifiutato. Ma è una storia con una svolta salutare

Crediti immagine: Nenad Stojkovic (non la foto reale)

Crediti immagine: AaronGenest

Crediti immagine: AaronGenest

Crediti immagine: AaronGenest

Crediti immagine: AaronGenest

Crediti immagine: AaronGenest

Crediti immagine: AaronGenest

Crediti immagine: AaronGenest

Crediti immagine: AaronGenest

Crediti immagine: AaronGenest

Crediti immagine: AaronGenest

Come alcuni utenti di Internet hanno ammesso su Twitter e su Imgur, non si aspettavano assolutamente che Genest facesse un buon vecchio cambio di rotta e spiegasse il sano motivo per cui si rifiutava di ridurre l'orario di lavoro dei suoi dipendenti. Non voleva che la carriera della sua collega ne soffrisse solo perché passerà più tempo a casa a prendersi cura della famiglia.

Genest ha detto a Bored Panda di essere elettrizzato dal fatto che il problema stia ottenendo più attenzione dopo che il suo thread ha ricevuto così tanta attenzione online. "Sono anche lieto che Siemens (il mio datore di lavoro, con 350.000 dipendenti) mi abbia contattato dalla sede centrale in Germania per dirmi che il mio messaggio corrispondeva alla loro etica e si è offerto di aiutare a gestire il diluvio", ha detto. “In realtà non mi rendevo conto di aver messo l'esca e di aver cambiato il filo fino a quando le persone non lo hanno indicato. Credo di avere un senso dell'umorismo un po 'asciutto e questo è stato il mio approccio naturale alla narrazione. Si scopre che funziona. "

La creazione dell'uguaglianza a casa dipende da molti fattori

Ma cosa si potrebbe fare per rendere più equa la divisione del lavoro a casa? La responsabilità ricade su tutti come individui o le istituzioni possono intervenire per cambiare la situazione? Secondo Genest, è una domanda multiforme senza una soluzione chiara o semplice. “Certamente, c'è un ruolo a tutti i livelli della società. La normalizzazione delle opportunità di lavoro flessibili, ove possibile, contribuirà notevolmente ad aiutare le donne a raggiungere la parità nei lavori ad alto rendimento, soprattutto se si enfatizzano i risultati nel corso delle ore. Ma questo ignora le sfide dei lavori di servizio, delle piccole imprese, dell'accesso all'istruzione, del sostegno alla maternità e altro ancora ".

Genest ha detto che quando le famiglie discutono su come gestire le finanze e l'ambiente domestico, la "decisione razionale" è (troppo spesso) che la donna lasci o riduca il suo impiego perché guadagna di meno. I governi possono avere un impatto su questo approvando leggi sulla parità di retribuzione, dando accesso a opzioni di assistenza all'infanzia di alta qualità, imponendo il congedo paterno come in Svezia, nonché "rafforzando" il valore economico delle donne nella forza lavoro ".

Nel frattempo, i datori di lavoro e le aziende possono considerare cosa possono fare per investire nei propri dipendenti a lungo termine. "E ovviamente, il resto di noi può riflettere attentamente su come inquadrare questi problemi e supportare coloro che ci circondano. Ma di certo non c'è nessuna bacchetta magica. Sono ottimista sul fatto che stiamo andando nella giusta direzione, ma c'è ancora molta strada da fare e la pandemia di certo non ha aiutato ".

Le squadre che si sostengono a vicenda come piccole comunità è la via da seguire

Abbiamo anche parlato con Genest di ciò che le aziende possono fare per supportare ulteriormente tutti i loro dipendenti durante la pandemia. “Penso che l'approccio Siemens dei risultati nel corso delle ore e delle condizioni di lavoro flessibili (40% del tempo a casa) sia buono. Ma il diavolo è nei dettagli. Molti lavori hanno incentivi incorporati che incoraggiano il rendimento eccessivo, creando le condizioni in cui coloro che non hanno responsabilità familiari si trovano naturalmente in grado di contribuire di più e, alla fine, avanzare più rapidamente. È probabile che sia impossibile affrontare questo problema senza affrontare la costante necessità di una crescita accelerata nelle società quotate in borsa, e non è probabile che cambierà presto ", ha espresso la sua opinione sulla domanda.

Genest ha sottolineato che la coesione del team può portare a risultati meravigliosi, oltre a un supporto costante da parte dei colleghi. Ciò evidenzia l'importanza dell'autonomia (almeno limitata) all'interno di strutture più grandi. “All'interno delle organizzazioni, i piccoli team possono essere comunità che si uniscono. Quando guardiamo a come le piccole comunità (cul de sacs, villaggi, ecc.) Lavorano insieme per supportare coloro che hanno difficoltà contribuendo senza aspettarsi un ulteriore riconoscimento, possiamo vedere un modello di team all'interno delle aziende che lavorano come un'unità ", ha detto .

Questo è esattamente il modello che ha cercato di applicare alla sua squadra. “Mentre i membri del mio team si muovono attraverso le fasi e le condizioni della vita, hanno bisogno di diversi supporti e hanno diversi livelli di contributo. In tutto il team, è mia speranza che, poiché sono altamente motivati ​​ed entusiasti, ci esibiamo in modo eccellente, anche se la posizione con le prestazioni migliori cambia nel tempo. Riconoscendo piccoli team invece di individui, penso che ci sia una strada da percorrere ".

La pandemia colpisce in modo sproporzionato le donne

Nel frattempo, abbiamo parlato di come e perché la pandemia sta colpendo in modo sproporzionato le lavoratrici con il professor Ng della Bucknell University. “Le donne sono sovrarappresentate in lavori poco retribuiti e precari come quelli nella vendita al dettaglio, nei servizi e nell'ospitalità, dove la sicurezza e i benefici del lavoro sono scarsi. Gli uomini, d'altra parte, si trovano in settori ritenuti essenziali, come i trasporti (consegne) e l'edilizia ", ha detto il professor Ng a Bored Panda.

Ha sottolineato il fatto che molte attività di vendita al dettaglio e di ospitalità "si sono ridotte a causa delle restrizioni COVID" o sono fallite. Ciò ha portato a un maggior numero di donne licenziate o allontanate dal lavoro. Ha sottolineato che la situazione è anche peggiore per le "donne di origini razziali".

"Le donne riorganizzano il loro lavoro intorno alle esigenze della famiglia, gli uomini spesso non lo fanno"

Alcuni speravano che i blocchi e il lavoro da casa avrebbero portato a una maggiore uguaglianza tra i partner e al modo in cui condividono le faccende e i doveri familiari a casa. Purtroppo la realtà è molto diversa.

“Le donne, anche quelle che svolgono mansioni professionali e manageriali, continuano a svolgere un secondo turno (cura della famiglia) dopo il primo turno in ufficio. Continuiamo a sottoscrivere ruoli di genere, anche in molte società egualitarie ", ha detto il professore, sottolineando che questo spiega il" divario retributivo persistente e una sottorappresentazione delle donne nei quadri dirigenziali e nei lavori più retribuiti ".

Nel frattempo, il professor Ng ha affermato che durante un blocco, le carriere più pagate degli uomini hanno la priorità rispetto alle donne che sono generalmente viste come "reddito supplementare" anche in Occidente.

“Le donne riorganizzano il loro lavoro intorno alle esigenze della famiglia, gli uomini spesso no. La divisione ineguale del lavoro è esacerbata quando una famiglia non può più accedere a un aiuto retribuito (restrizioni COVID) e le donne dovranno riprendersi ".

Ecco come hanno reagito le persone dopo aver letto la storia di Genest

Crediti immagine: corajanzen

Crediti immagine: rjg948

Crediti immagine: stevieannie

Crediti immagine: ja2cook

Crediti immagine: amandaschutzie

Crediti immagine: Kerry87183816

Secondo l'articolo dell'Harvard Business Review di settembre 2020, la pandemia Covid-19 rischia di "invertire" i progressi verso una maggiore uguaglianza di genere raggiunti negli ultimi 5 anni. L'HBR scrive che i lavori delle donne sono 1,8 volte più vulnerabili alla crisi del coronavirus rispetto agli uomini.

"Le donne rappresentano il 39% dell'occupazione globale, ma rappresentano il 54% della perdita complessiva di posti di lavoro a maggio 2020. Allo stesso tempo, il peso delle cure non retribuite, che è aumentato durante la pandemia, ricade in modo sproporzionato sulle donne", spiega l'articolo il rischio e l'onere ineguali che devono affrontare le lavoratrici.

Nel frattempo, Forbes scrive : "Le donne hanno dovuto assumersi la parte del leone nell'assistenza all'infanzia e nell'istruzione extra per le loro famiglie, a seguito delle continue sfide Covid come la chiusura delle scuole, l'apprendimento a distanza e le operazioni di asili nido limitate".

Con il suo post che sta guadagnando popolarità sia su Twitter che al di fuori di esso, Genest ha colto l'occasione per annunciare che Siemens è alla ricerca di un nuovo sviluppatore di software a Saskatoon, in Canada. Quindi, se vivi nelle vicinanze, hai le qualifiche e vuoi lavorare con un team ovviamente premuroso, fai un messaggio e invia loro il tuo CV. Non si sa mai, il prossimo post su Twitter di Genest potrebbe essere su di te.

Quando non lavora nel mondo della tecnologia, Genest ama passare il tempo con la sua famiglia. Inoltre, ha una varietà di interessi, dalla musica ai giochi al ciclismo. È anche appassionato di aiutare le persone a ottenere "lavori tecnologici dove sono necessari", secondo la sua biografia su Twitter.

Il post Boss condivide perché ha negato la richiesta di una dipendente di spostarla all'80% del tempo è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)