I responsabili della crisi Prince William e Charles hanno pensieri sul Duca di York

Catherine, duchessa di Cambridge, principe..........

Il principe William, storicamente, non è una persona proattiva. È pigro, sprezzante, riservato e pieno di rabbia. Raramente si sforza di fare qualcosa per qualsiasi cosa per cui è pieno di rabbia in quel momento – si limita a ribollire nella sua stessa tossicità e cova piani odiosi e meschini da far eseguire ad altre persone. William ama anche salire sul carro e prendersi il merito del lavoro degli altri. Ecco perché nel 2019 abbiamo sentito che William era improvvisamente super coinvolto nell'espellere il principe Andrea , quando William non aveva davvero nulla a che fare con questo. Far sì che Andrew si dimettesse dalla vita pubblica era TUTTO Charles, e Chuck dovette convincere sua madre ad accettarlo. William poi si prese il merito di essere entusiasta del piano di suo padre.

Questa volta, lo ammetto, sembra che William stia cercando di essere un po' più proattivo con la situazione di Andrew. William è corso direttamente da Dan Wootton e gli ha fatto sapere che Andrew ha bisogno di andare… dalla Royal Lodge , perché William vuole vivere lì. Ma sapevi anche che Charles e William sono uniti nella convinzione che la causa contro Andrew potrebbe – sussultare – rovinare il Platinum Jubilee del prossimo anno? E che odiano gli avvocati di Andrew? Dal Daily Mail:

William e Charles odiano gli avvocati di Andrew: i reali senior hanno espresso in privato preoccupazione per la gestione dell'ultima crisi legale del principe Andrew poiché è emerso che potrebbe oscurare lo storico giubileo di platino della regina. Il Daily Mail comprende che sia il principe Carlo che il principe William hanno dei dubbi sul modo in cui Andrew e il suo team legale hanno affrontato accuse così gravi. Più di 48 ore dopo che l'avvocato di Virginia Roberts Giuffre negli Stati Uniti ha avviato un procedimento civile accusando il 61enne reale di "stupro di primo grado", percosse sessuali e abusi sessuali, non c'è stata alcuna reazione dal campo di Andrew.

Andrew danneggerà la monarchia: anche il principe Carlo, 72 anni, e William, 39, temono che lo scandalo possa danneggiare irrevocabilmente la reputazione della monarchia, dicono gli addetti ai lavori. Entrambi gli uomini sono stati determinanti nel costringere Andrew a ritirarsi dai doveri reali nel novembre 2019 sulla scia della disastrosa intervista alla BBC che ha rilasciato nel tentativo di riabilitare il suo nome.

Non possono davvero togliere molto altro ad Andrew: un insider reale ha detto ieri al Mail: "La famiglia si trova in una situazione straordinariamente difficile e delicata data la natura delle accuse. Sono limitati in ciò che possono dire pubblicamente e ora che il duca di York non è più un reale attivo, in realtà sono piuttosto limitati nel controllo che possono esercitare sulla situazione in privato».

A nessuno piacciono gli avvocati di Andrew: si dice che il duca abbia personalmente incaricato l'avvocato difensore Gary Bloxsome, dello studio City Blackfords, di aiutarlo a ideare la sua risposta alle accuse di Miss Roberts. Il signor Bloxsome, un veterano della compagnia da 40 anni, ha difeso le truppe britanniche contro le accuse di crimini di guerra, così come i calciatori in casi di aggressione. Tuttavia, una fonte vicina alla famiglia di Andrew ha dichiarato ieri al Mail: "Stiamo iniziando a mettere in discussione le tattiche di Blackfords. Non rilasciare una dichiarazione che ribadisca o espanda la sua smentita può funzionare in un senso ristretto e legale, ma nel tribunale dell'opinione pubblica la sua reputazione viene fatta a pezzi».

La tempistica: l'avvocato della signorina Roberts, David Boies, ha rivelato che prevede che il caso possa essere discusso a New York già a "metà del prossimo anno". La regina, 95 anni, celebrerà il suo storico giubileo di platino con una serie di importanti celebrazioni pubbliche a giugno. Alla domanda se ritenesse che la causa sarebbe stata sufficiente per ottenere il nono in fila al trono per rispondere alle domande sulle accuse, Boies ha detto a Sky News: "Il principe Andrew dovrà farlo ora. Non può ignorare il processo».

[Dal Daily Mail]

È interessante che il DM riceva queste informazioni direttamente da Charles e William, Clarence House e Kensington Palace. Perché dopo aver letto qualche copertura in altri punti vendita, sembra che la strategia di Buckingham Palace sia quella di prendersi il merito del fatto che Andrew non abbia rilasciato alcuna dichiarazione, come la regina e i suoi gestori di crisi gli hanno ordinato di rimanere in silenzio e ascoltare ciò che i suoi avvocati aveva da dire. Se William e Charles stanno sostenendo che Andrew deve rilasciare dichiarazioni ed essere più proattivo nella sua difesa… beh, esploderà ancora una volta in faccia a tutti.

Come abbiamo visto dal modo disordinato e clownesco con cui i palazzi hanno trattato i Sussex, queste persone non sono le migliori e le più brillanti della Gran Bretagna. Questo non è il team di esperti di comunicazioni e professionisti legali qualificati, responsabili e maturi che si vorrebbe in una crisi. Il che lo rende piacevole, onestamente. Piacevole guardare il clownshow, voglio dire. Il fatto che tutto questo stia accadendo perché Virginia Giuffre giustamente vuole che il suo aggressore sia ritenuto responsabile è lodevole.

Il funerale del principe Filippo, duca di Edimburgo si tiene a Windsor

Servizio nazionale della memoria al cenotafio

Foto per gentile concessione di Backgrid, Avalon Red, WENN.

Catherine, duchessa di Cambridge, principe..........
Catherine, duchessa di Cambridge, principe..........
Servizio nazionale della memoria al cenotafio
Il funerale del principe Filippo, duca di Edimburgo si tiene a Windsor
Il funerale del principe Filippo
Duca di York, il principe Andrea continua a essere indagato sul suo coinvolgimento nel caso Jeffery Epstein! **FILE FOTO**
Cerimonia Trooping the Colour, Londra, Regno Unito - 8 giugno 2019
Royal Ascot, 1° giorno, Regno Unito - 18 giugno 2019
Il funerale del principe Filippo