I lavoratori che hanno trasportato l’albero di Natale Rockefeller di quest’anno hanno trovato un minuscolo gufo nascosto al suo interno

L'albero di Natale del Rockefeller Center di quest'anno ha avuto una piccola sorpresa nascosta lì dentro. Un minuscolo gufo, inizialmente creduto essere un bambino, è stato trovato nascosto all'interno dell'iconico albero di Natale dai lavoratori che lo trasportavano. Hanno scoperto l'adorabile creatura aggrappata all'abete rosso alto 75 piedi questo fine settimana. Ben presto, il Ravensbeard Wildlife Center a Saugerties, New York, ha ricevuto una chiamata da uno sconosciuto che gli chiedeva se accettano i gufi per la riabilitazione.

Martedì, il Ravensbeard Wildlife Center si è rivolto a Facebook per condividere una "rara storia di vacanze" sul segreto nascosto all'interno del Rockefeller Christmas Tree di quest'anno.

Maggiori informazioni: Instagram

Questa magnifica creatura è stata trovata nascosta all'interno dell'albero di Natale del Rockefeller Center di quest'anno

Crediti immagine: rockefellercenter

Il gufo è stato scoperto mentre le squadre di lavoro stavano scartando l'albero di quest'anno. Ellen Kalish, la direttrice e fondatrice del Ravensbeard Wildlife Center, sospetta che l'uccello possa essere stato stordito o bloccato mentre l'albero veniva avvolto.

Un operaio dell'azienda che trasportava l'albero di Natale ha trovato il gufo. Ben presto, sua moglie chiamò il centro di soccorso, informandoli che suo marito aveva un gufo "nascosto per il lungo viaggio". Le persone che hanno salvato l'uccello vivevano a circa un'ora di distanza dalla struttura per animali, quindi la sua direttrice Ellen le ha incontrate a metà strada per prendere il gufo.

A quanto pare, il povero gufo è rimasto 3 giorni senza cibo né acqua

Crediti immagine: ravensbeardwildlifecenter

I soccorritori del magnifico uccello pensavano che si trattasse di un gufo bambino, ma Ellen Kalish era scettica poiché sapeva che i gufi nascono in primavera. Ellen ha condiviso su Facebook che quando ha visto "questa faccina" che la guardava, ha capito che era un "Saw-whet owl, i gufi più piccoli che abbiamo nel nord-est".

"Tutti i piccoli gufi sono nati in primavera, quindi l'idea che ci fosse un cucciolo di civetta a novembre non aveva senso", si legge nel post su Facebook del direttore del centro per il benessere degli animali.

Prima di essere portato al Ravensbeard Wildlife Center e chiamato Rockefeller

Crediti immagine: ravensbeardwildlifecenter

Durante il viaggio, il povero gufo aveva trascorso circa tre giorni senza cibo né acqua. Fortunatamente, dopo che Ravensbeard Wildlife Center lo ha accolto, gli sono stati somministrati liquidi ed è stato nutrito con "tutti i topi che mangerà".

Fortunatamente, l'adorabile ragazzo è stato guarito e presto verrà rilasciato in natura

Crediti immagine: ravensbeardwildlifecenter

“Fin qui tutto bene, i suoi occhi sono luminosi e sembra relativamente in buone condizioni con tutto quello che ha passato. Una volta che avrà fatto il check-in dal veterinario e avrà ottenuto un certificato di buona salute, verrà rilasciato per continuare il suo viaggio selvaggio e meraviglioso ”, si legge nel post su Facebook del Ravensbeard Wildlife Center.

Proprio ieri, l'account Instagram del Rockefeller Center ha condiviso alcune buone notizie: "Anche se è un po 'depresso che la sua vacanza in grande città sia finita, siamo felici di segnalare che a Rockefeller the Owl è stato dato un certificato di buona salute grazie agli sforzi di @ravensbeardwildlifecenter e il nostro staff! " ⁣

Questo è l'albero in cui è stata trovata la civetta, la più piccola civetta del nord-est

Crediti immagine: rockefellercenter

Quando la storia del ritrovamento del gufo iniziò a circolare online, alcune persone espressero le loro preoccupazioni sul rilascio di Rockefeller. Per cancellare qualsiasi idea sbagliata, il centro per il benessere degli animali ha condiviso su Facebook:

“Comprendiamo la preoccupazione di tutti e ci sono stati ancora più commenti al riguardo, ma questo gufo è un uccello migratore, il che significa che viaggia per il paese e da solo per la maggior parte dell'anno. Trova un nuovo compagno ogni anno. Sua "moglie" non rimane nemmeno abbastanza a lungo da vedere il loro bambino completamente cresciuto prima che lei se ne vada con un gufo diverso che fa altri cuccioli di gufo. I gufi e molti altri animali selvatici hanno una definizione di famiglia diversa da quella che abbiamo noi umani. Quindi non dobbiamo dispiacerci per il fatto che non sia tornato a Oneonta, dove era comunque di passaggio. Quella non era casa sua. Proprio come Saugerties non sarà la sua casa, perché continuerà a muoversi. Crediamo che sia l'unica specie di gufo che non è monogama, quindi pensare che avrebbe un compagno è comprensibile, ma semplicemente non è il caso di questo particolare gufo. Spero che questo aiuti a chiarire le cose e faccia riposare tutti tranquilli sapendo che non c'è una famiglia di gufi che aspetta il ritorno di questo ragazzo. È un viaggiatore. "

Ecco cosa hanno da dire le persone online

Crediti immagine: gtconway3d

Crediti immagine: EHattSwank

Crediti immagine: kmglista

Crediti immagine: MissChrisLB

Crediti immagine: jTUBEGEEKe

Crediti immagine: grammarmonkey

(Fonte: Bored Panda)