I candidati alla Rock and Roll Hall of Fame per il 2022 includono Dolly Parton, Eminem e Lionel Richie

Questa mattina la Rock and Roll Hall of Fame ha annunciato i suoi diciassette candidati per l'ingresso nella Hall of Fame del 2022. La rosa dei candidati include Dolly Parton , Eminem , Lionel Richie , Dionne Warwick, Pat Benatar , Duran Duran e Kate Bush. Sembra una fantastica cena ipotetica. Se qualcuno diventasse troppo grosso per i suoi pantaloni ( Simon Le Bon ), Dionne gli farebbe un nuovo stronzo. Poi avrebbe ordinato a Kate Bush di allentare la tensione ballando. E Kate lo farebbe assolutamente ( Babooshka -stylez) , perché nessuno dice di no a Dionne.

Gli altri potenziali candidati sono Carly Simon, Judas Priest, Rage Against the Machine, Beck, DEVO, The Eurythmics, Fela Kuti, New York Dolls , MC5 e A Tribe Called Quest . Molti degli artisti sono stati nominati in precedenza, ma Dolly, Beck, Duran Duran, Lionel Richie, Carly Simon, A Tribe Called Quest ed Eminem sono tutti esordienti. Per essere ammissibili all'induzione, le celebrità devono aver pubblicato la loro prima registrazione commerciale almeno 25 anni fa. Il primo EP di Eminem è uscito nel 1997, quindi il 2022 è il primo anno in cui è idoneo. Oh dio, siamo vecchi.

Più di mille tipi dell'industria musicale voteranno su chi secondo loro dovrebbe essere inserito nella Hall of Fame. Secondo un comunicato stampa, gli elettori "terranno conto di fattori come l'influenza musicale degli artisti sugli altri, la lunghezza e la profondità della loro carriera e altro ancora". Il "e altro" si riferisce a chi dà loro i migliori lavori manuali.

A partire da oggi, gli umili civili come te e io possono votare online i loro artisti preferiti . I cinque artisti con il maggior numero di voti formeranno uno speciale "scheda elettorale dei fan" che verrà conteggiata con le altre schede per determinare i candidati del 2022. I candidati ufficiali saranno annunciati a maggio e la cerimonia si svolgerà in autunno. John Sykes , presidente della Rock and Roll Hall of Fame Foundation, lo ha affermato in una dichiarazione, tramite People:

“Il ballottaggio di quest'anno riconosce un gruppo eterogeneo di artisti incredibili, ognuno dei quali ha avuto un profondo impatto sul suono della cultura giovanile. La loro musica non solo ha commosso generazioni, ma ha anche influenzato il suono di innumerevoli artisti che sono seguiti”.

Questa è fondamentalmente la stessa affermazione dell'anno scorso quando John si è vantato che gli Hall of Famers del 2021 (guidati dalla tanto attesa recluta Tina Turner !) erano "la classe più diversificata nella storia della Rock & Roll Hall of Fame" e, una volta ancora una volta, ha usato la frase davvero alla moda "cultura giovanile". Qualcuno dia a quest'uomo un dizionario dei sinonimi!

Foto: INSTAR