I Cambridge sono “sopraffatti dal rimorso” dopo il Flop Tour

Us Weekly ha una storia piuttosto rivelatrice, divertente e stravagante sul Duca e la Duchessa di Cambridge e sul loro triste Flop Tour. Come sappiamo, William e Kate si sono esibiti in Belize, Giamaica e Bahamas aspettandosi di mettere in scena la scenografia colonialista tra "i nativi", il tutto con un applauso diffuso dal loro pubblico domestico. Questa era l' aspettativa! La realtà era che questi due idioti vittoriani erano incapaci di improvvisare quando le loro cazzate non stavano atterrando, e invece di scusarsi sinceramente, William fece un enorme capriccio e minacciò di riportare tutti i suoi giocattoli colonialisti nella Jolly Olde England e non tornare mai più. Ora le fonti affermano che William e Kate provano rimorsi e, tuttavia, come sempre, desiderosi di capire le cose.

Una resa dei conti inaspettata. Il principe William e la duchessa Kate "sono sopraffatti dal rimorso" dopo il loro teso tour attraverso i Caraibi, rivela una fonte in esclusiva nel nuovo numero di Us Weekly. La coppia reale "non vedeva l'ora" di visitare il Belize, la Giamaica e le Bahamas, secondo l'insider. “Sicuramente è stata più impegnativa del previsto viste le proteste. Ovviamente conoscono la storia, ma essere lì durante le proteste è stata una vera rivelazione”.

Da quando sono tornati a Londra, William e Kate hanno già iniziato a pensare a come "rafforzare la loro relazione" con altri leader all'interno del Commonwealth, la fonte ci dice, aggiungendo: "Non possono cambiare quello che è successo in passato, quindi si stanno concentrando sul futuro”.

Il duo ha in programma di "lavorare a stretto contatto con le ex colonie" e probabilmente si imbarcherà in "ulteriori soprintendenze al lavoro umanitario" nel prossimo futuro. "Ovviamente William e Kate vogliono che le ex colonie rimangano parte del Commonwealth", dice l'insider. "Ma [loro] sosterranno qualsiasi decisione prenderanno, incluso diventare indipendenti".

Mentre le tensioni ribollono all'estero, il duca e la duchessa "hanno organizzato un incontro con il palazzo per discutere le loro intenzioni e esprimeranno il loro punto di vista anche se ciò significa essere in contrasto con The Firm", secondo la fonte. “Vogliono ciò che è giusto per le persone”.

Anche se potrebbero esserci stati degli ostacoli lungo la strada, William e sua moglie "hanno vissuto dei momenti indimenticabili" all'estero e "hanno legato" la loro visione condivisa della monarchia. Dalle uscite subacquee alle gite in barca, la coppia si è goduta ogni momento insieme. "Incontrare persone nuove e interessanti è stato un momento clou", afferma la fonte. “Adoravano ballare e conoscere la gente del posto in Belize e provare la cucina locale. Kate ama il cibo piccante, quindi era proprio nel suo vicolo".

Alla coppia “ovviamente” mancavano i loro tre figli – il principe George, 8 anni, la principessa Charlotte, 6 anni e il principe Louis, 3 anni – ma “hanno trovato piacevole passare qualche giorno senza figli” per se stessi. "È stata la prima volta da anni [che] sono stati via insieme senza i bambini per così tanto tempo", ci dice l'insider. "Ma alla fine del viaggio, [loro] non vedevano l'ora di tornare e abbracciarli di nuovo".

[Da noi settimanali]

Innanzitutto, amo "essere lì durante le proteste è stata una vera rivelazione". Di nuovo, la voce passiva. Come se Will e Kate si fossero imbattuti per sbaglio in alcune proteste, che paura! Erano loro che venivano protestati. Le persone stavano PROTESTAndo il loro tour. In secondo luogo, riferirsi ripetutamente a tre paesi indipendenti come "ex colonie" non sta dimostrando che la prospettiva di William e Kate sia cambiata molto. Pensano ancora alla Giamaica, al Belize e alle Bahamas come a "ex colonie" e non a tre paesi indipendenti da decenni. Will e Kate continuano a mostrare perché sono i bambini simbolo del repubblicanesimo. Per quanto riguarda l'essere lontano dai bambini… beh, scommetto che William passa settimane senza vedere i bambini tutto il tempo.

Foto per gentile concessione di Avalon Red, Backgrid, Instar.