“Ho ricevuto la mia carta per posta 3 giorni dopo”: dopo quasi due mesi di avanti e indietro con l’azienda, questa persona ottiene ciò che desidera dopo aver spammato il proprio fax

Ci sono molte ragioni per cui le persone cambiano nome in questi giorni: o per cambiare la pelle del loro sé precedente, una pratica ampiamente popolare nella comunità LGBTQ+; per reinventarlo (proprio come ha fatto Astro Teller , l'amministratore delegato della società top secret di Google, X, Moonshot), o semplicemente per onorare l'antica tradizione di prendere il nome del proprio partner in matrimonio. E quello che normalmente dovrebbe essere un processo semplice e diretto, si trasforma spesso in un affare oneroso e costoso grazie alle burocrazie da incubo che ne conseguono.

Per u/Caro_Snoopy37 , tutto sembrava a posto fino al momento in cui hanno dovuto trattare con la compagnia di carte di credito. Quella che avrebbe dovuto essere una transizione considerevolmente facile – sapendo di aver affrontato con successo quelli che ora sono conosciuti come i "Nove Circoli dell'Inferno" (DMV, sicurezza sociale, assicurazioni, et. al. ) – si è invece trasformata in una lunga e ardua lotta contro il incompetenza della società emittente della carta di credito.

Stufo dell'incompetenza della società emittente della carta di credito dopo aver cambiato il proprio nome legale, questa persona ha mostrato loro quanto siano ridicole le loro burocrazie obsolete

Crediti immagine: Pxhere (non la foto reale)

Un record di 85.000 persone nel Regno Unito ha cambiato nome nel 2016, più del doppio rispetto a dieci anni fa. Lascia che affondi. Sebbene nessuno tenga un conteggio di quante persone cambiano nome ogni anno (almeno a livello globale), non è difficile presumere che il numero sia molto più alto oggi. Non perché 1 transgender su 3, statisticamente , cambi il proprio nome legale; ma perché noi, esseri umani, negli ultimi anni abbiamo sviluppato una comprensione molto più sana e sofisticata dell'espressione di sé.

Per capire meglio perché sempre più persone tendono a cambiare nome, Bored Panda ha contattato la giornalista e scrittrice di San Francisco Anneli Rufus , che ha deciso di cambiare il suo nome legale diversi anni fa. “Ricordo di aver pensato un giorno, all'età di cinque anni, che se fosse mai stato possibile per gli adulti cambiare nome, avrei cambiato il mio da Sharon a Candy. O forse Cookie", ha detto Rufus. Questo desiderio non è mai svanito ma, naturalmente, c'era chi non lo faceva così attraente come lo faceva Anneli, in precedenza Sharon.

"I miei genitori erano furiosi e feriti", ci ha detto Rufus. “'Sharon era il nome che ti abbiamo dato, quindi stai buttando via il nostro prezioso dono'”, le è stato detto. La maggior parte delle persone, incluso il suo ragazzo, ha cercato di convincere Anneli a non farlo, ma, alla fine, ha insistito. “Vorrei ancora essere stato fedele a me stesso di cinque anni, invece di lasciare che il mio ragazzo mi dissuadesse da 'Candy' e 'Cookie'. Ha detto che quei nomi erano troppo sciocchi e che nessuno avrebbe preso sul serio uno scrittore che avesse un nome simile".

Ecco la storia completa dell'OP

Crediti immagine: Caro_Snoopy37

Anche se Anneli non è particolarmente contenta del nome che ha scelto ("è stata letteralmente la cosa più stupida che abbia mai fatto"), dice che non abbastanza persone apprezzano questa idea. "Consiglierei sicuramente un cambio di nome a chiunque odi veramente il proprio nome di nascita e/o sente che il proprio nome di nascita non si adatta, si adatta o non li descrive, per qualsiasi motivo", ha detto Rufus. “È una cosa meravigliosa e magica da fare, perché i nomi sono così importanti, così potenti. Un nome è come una password, un mantra, un amuleto e/o un vestito che indossiamo ogni giorno”.

Com'è facile cambiare il proprio nome legale, allora? Secondo Anneli, non è così complicato come si potrebbe pensare. "Sette anni fa ho aggiunto due secondi nomi tramite una procedura legale, che in realtà è stata sorprendentemente facile". Tuttavia, prima di perdere la pelle del suo io precedente, c'erano alcuni che non prendevano sul serio la decisione di Anneli.

“Durante l'anno in cui ho cercato di scegliere un nome, alcuni amici hanno deriso i miei piani e mi hanno preso in giro. Un collega che in seguito è diventato un noto giornalista ha pensato che fosse esilarante chiamarmi tutti i tipi di nomi sciocchi casuali come 'Wah-Wah Pedal'", ha detto Rufus.

La gente ha applaudito l'autore per il suo gioco di potere e ha condiviso le proprie storie dell'orrore di incompetenza burocratica

Il post "Ho ricevuto la mia carta per posta 3 giorni dopo": dopo quasi due mesi di avanti e indietro con l'azienda, questa persona ottiene ciò che vuole dopo aver spammato il suo fax è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)