Guarda come la campagna di piantagione di alberi “10 miliardi di tsunami” ha trasformato quest’area tra il 2019 e il 2020

Nell'ultimo anno, piantare alberi era la cosa da fare per alleviare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici. Ciò è evidente dalla serie di varie iniziative di piantagione di alberi che sono state organizzate, tra cui Team Tree dove 600 YouTuber si sono impegnati a piantare 20 milioni di alberi, l' Etiopia ha battuto il record del mondo piantando oltre 350 milioni di alberi in mezza giornata, e questi 13 si sentono- belle storie su come salvare il nostro pianeta.

Mentre il coronavirus ha assunto il tempo di trasmissione negli ultimi mesi, la necessità di piantare alberi non è mai andata via con molte di queste iniziative che continuano a piantare alberi. E molti stanno facendo buoni progressi sui loro obiettivi.

Una di queste iniziative è il 10 miliardi di tsunami di alberi , il più grande progetto di piantagione di alberi in Pakistan, che recentemente ha avuto un aggiornamento sui suoi progressi sotto forma di un video prima e dopo che ha fatto sussultare la meraviglia delle persone.

Per alcuni di noi ci vogliono anni per fare cose semplici, ma la natura è meglio nel raggiungere i suoi obiettivi

Il consigliere pakistano del Ministro dei cambiamenti climatici ha condiviso un stimolante video prima e dopo di quanto sia cambiato il paesaggio naturale di Balloki in un anno

Crediti immagine: Malik Amin Aslam

Malik Amin Aslam, consigliere pakistano del primo ministro e ministro federale dei cambiamenti climatici, ha condiviso un video su Twitter su come appariva la riserva naturale di Balloki vicino a Lahore nel distretto del Punjab un anno fa e come si presenta ora.

Il video mostra terreni sterili praticamente senza vegetazione per miglia, uno spettacolo che è stato visto durante la visita di Aslam nella zona un anno fa. Oggi è un'area ricca e lussureggiante completamente pavimentata con erba e alberi.

La didascalia recitava: "È stato un piacere visitare #BallokiNatureReserve #Lahore dopo un anno – #PMIK @ImranKhanPTI lo ha inaugurato nel 2019 come parte di # 10BillionTreeTsunami e i risultati delle piantagioni in un anno sono fenomenali – #Change e #NayaPakistan IA".

Questo cambiamento fa parte del progetto 10 miliardi di tsunami sull'albero che mira a rimboschire il Pakistan

Crediti immagine: Malik Amin Aslam

10 miliardi di alberi di tsunami sono un progetto lanciato e finanziato dal governo per promuovere il rimboschimento in Pakistan. Il progetto spera di piantare 10 miliardi di alberi nell'arco di cinque anni e di raggiungere una serie di altri obiettivi, tra cui quello di aumentare l'area forestale, riabilitare le foreste degradate, proteggere le aree verdi e la sua fauna selvatica, fornire lavoro, tra molti altri.

Vedete, gli alberi aiutano a proteggere il suolo dal degrado e a regolare l'acqua nelle fattorie, mitigare le alluvioni e arricchire il suolo e le aree circostanti con la biodiversità. Inoltre, le colture coltivate nelle aree boschive sono spesso più resistenti all'impatto di siccità, piogge eccessive e condizioni meteorologiche estreme.

Il progetto mira ad aumentare l'area forestale, a ripristinare le foreste degradate e a proteggere le aree verdi e la fauna selvatica che vi vivono, tra gli altri obiettivi

Crediti immagine: Malik Amin Aslam

Fino ad ora, nel 2020, 20.798 ettari di piantagioni sono stati piantati per raggiungere questi obiettivi. Il Redd Monitor riporta che un totale di 350.000 ettari di alberi erano già stati piantati sia in forma di impianto che di rigenerazione naturale e che il progetto ha anche creato circa 3.500 recinti verdi in foreste di proprietà statale.

A febbraio, il ministero ha annunciato il suo piano di piantare 250 milioni di alberelli questa primavera nella speranza di popolare i frammenti di terra intorno alle città. Tuttavia, non è chiaro se ciò sia stato ottenuto a causa del coronavirus e del successivo blocco.

Il progetto comprende 3 regioni con 27 divisioni e progressi sono stati osservati in molte località del paese

Crediti immagine: Malik Amin Aslam

Finora, un totale di 350.000 ettari sono stati piantati con alberi, creando 3.500 recinti verdi a livello nazionale

Crediti immagine: Tsunami di dieci miliardi di alberi

Il progetto ha ottenuto un grande riconoscimento, incluso quello del World Economic Forum, WWF e IUCN

Il progetto è stato messo a fuoco per una serie di motivi. Sono stati segnalati casi di fatturazione fasulla, piantagioni false, lavori di terra di scarsa qualità, pagamenti non autorizzati e altre attività che suggeriscono la corruzione.

Oltre a ciò, il Redd Monitor ha anche riferito che il blocco del coronavirus ha portato anche a piantatrici che guadagnavano circa 500 rupie al giorno, la metà di ciò che potevano in una buona giornata prima della pandemia, il che significa che ora guadagnano meno del salario minimo ( che è di circa 800 al giorno).

Nonostante ciò, negli anni il progetto è riuscito a ottenere numerosi riconoscimenti e riconoscimenti, tra cui quello del World Economic Forum, WWF, IUCN, e si è classificato al 4 ° posto per iniziativa della Fondazione Plant for Planet (UNFCCC). E ora che le persone possono vedere più risultati dell'iniziativa nel video di Aslam, è sicuro dire che il progetto sta andando da qualche parte e sia il pianeta che, di conseguenza, l'umanità ne trarrà beneficio a lungo termine.

Oltre a ripristinare i paesaggi naturali, il progetto prevede anche di creare posti di lavoro e garantire una maggiore sicurezza della fauna selvatica

Con i suoi 10 miliardi di "tsunami" di alberi, il Pakistan si unisce a una serie di altri enormi progetti di piantagione di alberi, tra cui la già citata campagna da record dell'Etiopia che è riuscita a piantare 350 milioni di alberelli in 12 ore. Un altro tentativo di battere il record è avvenuto in India, dove 1,5 milioni di volontari hanno piantato 66 milioni di alberi nello stesso arco di tempo, dimostrando quanto il mondo sia diventato più naturale negli ultimi anni.

Cosa ne pensi di questo? Hai avuto la possibilità di piantare un albero, e se sì, quale? Facci sapere nella sezione commenti qui sotto!

(Fonte: Bored Panda)

Commenta su Facebook