Gli uomini si chiedono come possono aiutare le donne a sentirsi più sicure dopo la tragica scomparsa di Sarah Everard

Il Regno Unito è scioccato e vacillante dopo la scomparsa di Sarah Everard, una dirigente di marketing di 33 anni, la sera del 3 marzo nel sud di Londra. Da allora un alto ufficiale di polizia è stato arrestato con l'accusa di omicidio, mentre è stato appena confermato che i resti umani trovati in una zona boschiva vicino ad Ashford nel Kent appartengono alla donna scomparsa. "La scomparsa di Sarah in queste circostanze orribili e malvagie è il peggior incubo di ogni famiglia", ha detto il commissario della polizia metropolitana, Cressida Dick.

Con i dettagli di questo incubo ancora in corso, gli utenti dei social media hanno discusso di ciò che gli uomini possono fare per aiutare le donne a sentirsi più sicure e meno ansiose. Una di queste persone è Stuart Edwards , che vive a meno di 5 minuti da dove è scomparsa Sarah. Leggi i consigli per gli uomini che tutti hanno dato nel thread virale di Twitter di Stuart.

Un rappresentante di Plan International UK , che fa parte della campagna #CrimeNotCompliment insieme al loro partner Our Streets Now , ha detto a Bored Panda che "gli alleati maschi possono unirsi e affrontare le disuguaglianze strutturali che consentono in primo luogo a questa molestia sessuale pubblica. . " Partecipare alla campagna #CrimeNotCompliment che combatte per liberare il mondo dalle molestie sessuali pubbliche può essere il primo passo.

“Le persone comuni che intraprendono anche la più piccola azione possono fare davvero la differenza. Se qualcuno ha assistito a qualcuno che è stato molestato, un rapido check-in dopo, o un riconoscimento che la ragazza ha il diritto di sentirsi al sicuro e di non essere molestata, può farla sentire meglio riguardo alla sua esperienza ", ci ha detto il rappresentante di Plan International UK.

Sarah Everard è scomparsa mentre tornava a casa la sera del 3 marzo

Stuart ha avviato una discussione molto importante su ciò che gli uomini possono fare per far sentire le donne meno spaventate per le strade

Crediti immagine: StuartEdwards

Ecco cosa hanno detto a Stuart alcune donne

Crediti immagine: sophspages

Crediti immagine: FionaSturges

Crediti immagine: MissLauraMarcus

Nonostante i blocchi Covid che svuotano le strade della città, le molestie sono ancora un problema. “Le ragazze affrontano un doppio problema di restrizioni allo spazio pubblico, sia a causa delle misure del coronavirus che delle loro esperienze di molestie per strada. Nonostante le strade siano più vuote, queste molestie hanno afflitto le ragazze durante tutta la pandemia, con la metà (51%) durante l'estate e una su cinque (19%) durante il primo blocco nazionale. Ora più che mai, dobbiamo stare con le ragazze e difendere il loro diritto di muoversi liberamente in pubblico, senza la paura di essere intimidite e molestate. Ecco perché chiediamo che le molestie sessuali in pubblico diventino un crimine ".

Rose Caldwell, CEO di Plan International UK, ha dichiarato: “Tutte le donne e le ragazze dovrebbero sentirsi al sicuro negli spazi pubblici, eppure continuano a subire molestie ogni giorno. Vengono seguiti, gridati, toccati e palpati – e deve finire. Questo è il motivo per cui la nostra campagna #CrimeNotCompliment, con Our Streets Now, chiede al governo di stabilire una legge chiara che criminalizzi tutte le forme di molestie sessuali pubbliche e protegga i diritti delle ragazze a una vita vissuta senza paura ".

Ha continuato: “Attualmente, non esiste una legge britannica che criminalizzi completamente le molestie sessuali in pubblico, lasciando agli autori la possibilità di farla franca. Come ci ha detto una ragazza, puoi essere multato per aver lasciato rifiuti nel Regno Unito, ma non per aver molestato una donna o una ragazza in pubblico. Questo non può essere giusto. Solo promulgando modifiche legali inizieremo a vedere un cambiamento culturale, in modo che le ragazze e le donne inizieranno finalmente a sentirsi al sicuro negli spazi pubblici ".

Stuart, l'autore del thread, ha detto a Bored Panda che si sente come se non avesse nient'altro di valore da dire. “Ho posto la domanda, ma sono le donne che hanno risposto che sono le voci che penso debbano essere ascoltate. Il mio commento sarebbe stato come una distrazione da questo. Ma grazie per aver dato una piattaforma alla discussione più ampia ", ha detto.

Time scrive che Sarah è stata catturata dal filmato del campanello mentre tornava a casa da casa di un amico su una strada principale vicino a Clapham intorno alle 21:30 del 3 marzo. Questa è stata l'ultima volta che è stata registrata per essere vista in pubblico. La famiglia della donna ha lanciato l'allarme dopo aver appreso che non era stata in contatto con i suoi amici.

Nel frattempo, martedì 9 marzo, un alto ufficiale in servizio della London Metropolitan Police è stato arrestato in una casa nel Kent. L'ufficiale fa parte del Comando di protezione parlamentare e diplomatica ed è sulla quarantina.

Dalla scomparsa di Sarah, i temi delle molestie sessuali, delle aggressioni, dei rapimenti e della sicurezza hanno dominato il discorso pubblico. Molte donne si sono fatte avanti condividendo le proprie esperienze di molestie.

Inoltre, le donne hanno condiviso le varie cose che fanno per stare al sicuro ogni volta che lasciano le loro case. C'è stata anche una richiesta per gli uomini di cambiare il loro comportamento e di porre fine alla colpa delle vittime (alcuni sono addirittura arrivati ​​a suggerire che Sarah potrebbe essere stata colpevole perché stava tornando a casa da sola).

Nel frattempo, un altro uomo, Carl, ha incoraggiato i ragazzi a essere consapevoli delle loro azioni

Crediti immagine: Carl Kennedy

Un recente sondaggio UN Women UK ha rilevato che l'80% delle donne di tutte le età ha affermato di aver subito molestie sessuali in spazi pubblici. Nel frattempo, tra le donne di età compresa tra i 18 ei 24 anni, la stragrande maggioranza, il 97%, ha rivelato di essere stata vittima di molestie sessuali.

“Questa è una crisi dei diritti umani. Non è sufficiente per noi continuare a dire "questo è un problema troppo difficile da risolvere per noi", ha bisogno di affrontarlo ora ", ha dichiarato Claire Barnett, direttore esecutivo di UN Women UK.

"Stiamo osservando una situazione in cui le donne più giovani modificano costantemente il loro comportamento nel tentativo di evitare di essere oggettivate o attaccate, e le donne anziane segnalano gravi preoccupazioni per la sicurezza personale se escono di casa al buio, anche durante il giorno in inverno ", ha avvertito Barnett.

Nel frattempo, un sondaggio YouGov su oltre mille donne, esaminato esclusivamente dal Guardian , ha mostrato che la stragrande maggioranza degli intervistati (96%) non ha segnalato episodi di molestie sessuali. Circa la metà di loro (45%) ha affermato che segnalarli non cambierebbe nulla. Ciò mostra una totale mancanza di fiducia nelle autorità britanniche.

Ecco qualche consiglio in più dalle donne agli uomini su come aiutare tutti a sentirsi più sicuri nelle strade

Crediti immagine: HannahAlOthman

Crediti immagine: FondOfBeetles

Crediti immagine: molhills

Crediti immagine: vennmorwendian

Crediti immagine: katmckenna_

Crediti immagine: Fairysoprano

Crediti immagine: julie_cohen

Crediti immagine: rebecca_vincent

Crediti immagine: ohitore

Crediti immagine: PaulaBoddington

Crediti immagine: laurapurkess

Crediti immagine: JTsNHS

Crediti immagine: bethgabriel_

Crediti immagine: evoc_Christina

Crediti immagine: diver54321

Crediti immagine: sam_case18

Crediti immagine: maya_molly198

La BBC riferisce che le veglie per la sicurezza delle donne nelle strade sono state organizzate in tutto il Regno Unito, così come a Clapham, dove Sarah è stata vista l'ultima volta. Gli organizzatori degli eventi Reclaim These Streets hanno affermato che era sbagliato che "la risposta alla violenza contro le donne richiede che le donne si comportino in modo diverso". Tuttavia, la polizia ha dichiarato che le veglie non possono andare avanti a causa delle restrizioni di blocco del Covid-19. Gli organizzatori prevedono di andare all'Alta Corte per contestare questo editto.

Dick, il commissario della polizia metropolitana, ha sottolineato che è ancora “incredibilmente raro” che una donna venga rapita per le strade di Londra. "Ma capisco perfettamente che, nonostante questo, le donne a Londra e il pubblico in generale, in particolare quelli nell'area in cui è scomparsa Sarah, saranno preoccupate e potrebbero sentirsi spaventate", ha detto.

Gli organizzatori della veglia che si terrà sabato pomeriggio a Clapham Common hanno rivelato che la polizia locale ha detto alle donne "di non uscire di notte questa settimana". Tuttavia, gli organizzatori hanno risposto dicendo che le donne non sono il problema. "Questa è una veglia per Sarah, ma anche per tutte le donne che si sentono insicure, che scompaiono dalle nostre strade e che affrontano la violenza ogni giorno".

Il ministro dell'Interno britannico, Priti Patel, ha affermato che le preoccupazioni condivise dalle donne "sono così potenti perché ogni donna può relazionarsi". Secondo lei, "ogni donna dovrebbe sentirsi sicura di camminare per le nostre strade senza paura di molestie o violenze".

Il post Gli uomini si chiedono come possono aiutare le donne a sentirsi più sicure dopo la tragica scomparsa di Sarah Everard è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)