Gli idioti conservatori criticano Harry Styles per aver indossato abiti nel suo editoriale di Vogue

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Vogue (@voguemagazine)

Harry Styles copre il numero di dicembre di Vogue. Coprirò l'intervista di Vogue con Styles in un secondo momento – è un bel pezzo e vale un post a parte – ma non è di questo che tratta questa storia. Questa storia riguarda l'editoriale di Vogue, dove Harry Styles è stato fotografato da Tyler Mitchell nella campagna inglese per la maggior parte. Styles è il primo uomo a ottenere una copertina da solista di American Vogue, e ha chiaramente accettato di mettere in risalto sia la moda maschile che quella femminile. Ormai da anni Harry è uno di quei ragazzi che si traveste felicemente, indossa con disinvoltura "abiti da donna" agli eventi e offusca le linee dello stile di genere (proprio come Mick Jagger, Elton John, David Bowie, ecc.).

Come puoi vedere, Vogue ha fotografato Harry con gonne, vestiti, baschi vecchio stile e in generale la moda femminile. Le foto di Tyler Mitchell sono adorabili! Ma gli stronzi conservatori hanno dovuto intervenire. Ben Shapiro e Candace Owens hanno entrambi twittato di odio su Harry Styles che indossava abiti come se fosse la cosa peggiore del mondo e la caduta della mascolinità del tutto.

Personalmente, non mi interessa abbastanza di Shapiro e Owens da litigare con loro o su di loro online. Sono solo troll professionisti che sono troppo ansiosi di farne la prossima grande guerra culturale stupida. Il fatto che stiano cercando di farlo a Harry Styles, un'anima gentile e innocua con una base di fan enorme ed entusiasta, è solo … beh, è ​​interessante.

Inoltre: credo ancora che Vogue non avrebbe mai dato la copertina a Styles se solo avesse accettato di modellare l'abbigliamento maschile. L'abbigliamento maschile è piuttosto noioso e Vogue è una rivista femminile. Le donne vogliono vedere la moda femminile. Harry era un ottimo modello per l'abbigliamento femminile.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Vogue (@voguemagazine)

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Vogue (@voguemagazine)

Instagram per gentile concessione di Vogue.