Gigi Proietti, la sepoltura rinviata di una settimana. Che cosa sta succedendo

Lunghi applausi e tante lacrime per l'ultimo addio a Gigi Proietti, l'attore scomparso all'alba di lunedì per i suoi 80 anni. Nel giorno del funerale del grande artista, Roma – dove è stato proclamato il lutto cittadino – si è raccolta attorno al grande artista per rendergli tutto il suo affetto.

La bara, scortata dalla polizia, partita dalla clinica Villa Margherita sulla Nomentana, dove è morto il grande showman, è giunta prima in Campidoglio per un saluto, anche dall'Assemblea capitolina, sotto la statua di Marco Aurelio. Una tappa simbolica, segnata da un lungo applauso anche da parte delle istituzioni e delle persone radunate in piazza del Campidoglio. La bara (solo rose rosse sulla bara) ha poi raggiunto il Globe Theatre, che prenderà il nome dal grande attore scomparso. Anche qui lacrime e applausi, interminabili e commossi. Continua dopo la foto

Qui, con un pubblico contingente per ottemperare alle regole anti Covid, l'ex sindaco di Roma Walter Veltroni accoglie la moglie Sagitta Alter e le figlie Carlotta e Susanna. Da ricordare la grande artista Paola Cortellesi, Marisa Laurito, Enrico Brignano, Edoardo Leo, amici e attori nati e cresciuti nel suo Laboratorio. Il corteo funebre ha poi raggiunto la Chiesa degli Artisti per i funerali blindati e in forma strettamente privata a causa della covida emergenza: solo 60 persone nella Chiesa di Piazza del Popolo. "C'è dolore per me … Ma quale sarà … Ciao Gigi, un esempio di romanismo" è il lungo striscione affisso dai romani in piazza del Popolo per rendere omaggio a Gigi Proietti. Continua dopo la foto

A fianco c'è anche una bandiera della Roma, squadra di cui l'attore era tifoso. Il grande showman scomparso all'alba dei suoi 80 anni è stato salutato giovedì 5 novembre, prima con una cerimonia laica al Globe Theatre e poi con una funzione religiosa nella chiesa degli Artisti in piazza del Popolo. Per sua volontà verrà sepolto nel cimitero acattolico di Testaccio ma il suo corpo non è ancora stato cremato. Continua dopo la foto

{loadposition intext}
Negli atti di Flaminio, scrive Il Messaggero, il suo nome non compare tra quelli in programma nelle prossime ore e quindi è probabile che passerà almeno una settimana per dare seguito alla sepoltura del grande artista la cui scomparsa ha riempito i cuori. di migliaia di dolori. dei romani. Al cimitero Flaminio il problema delle cremazioni va avanti da mesi. In parte legato alla pandemia Covid-19, in parte per le piante rotte che necessitavano di manutenzione e infine per i dipendenti: molti uccisi dalle indagini sullo smembramento dei cadaveri, altri nel regime di smart working da settimane. "Sono almeno 900 le salme che devono essere cremate – riferisce Flavio Vocaturo del circolo Pd Ama – il 2 novembre (giorno della morte di Proietti) l'azienda ha deciso di trasferirne parecchie al cimitero del Verano perché l'obitorio era pieno e le cremazioni erano lenti. "

Ti potrebbe interessare: Ballando con le stelle, per Milly Carlucci va male: la notizia è arrivata poco fa

L'articolo Gigi Proietti, la sepoltura rinviata di una settimana. Quello che sta succedendo arriva da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)