Famosi artisti di fumetti e celebrità aumentano la consapevolezza su ciò che mette in pericolo gli animali nella speranza di “riscrivere l’estinzione” (9 fumetti)

2.000 ore di videochiamate e 22.000 e-mail: questo è ciò che è servito allo scrittore e produttore Paul Goodenough per dare vita a Rewriting Extinction, un progetto di beneficenza collaborativo che ha il sostegno di alcune delle star e dei fumettisti più famosi della Terra . Il progetto coinvolge 15 enti di beneficenza e oltre 300 persone provenienti da tutto il mondo, unite nel perseguimento di un unico obiettivo: riunirsi per cercare di invertire l'estinzione delle specie attraverso il potere della narrazione.

La campagna di 12 mesi è incentrata sulla pubblicazione di fumetti accattivanti che diffondono la consapevolezza sui problemi mortali che gli animali affrontano in tutto il mondo. Celebrità amate come Sir Ian McKellen, Sir Patrick Stewart, Taika Waititi, Ricky Gervais e Cara Delevingne si sono uniti per dare la loro creatività e supporto. Accanto a loro ci sono alcuni dei più grandi nomi della narrazione comica contemporanea, tra cui la leggendaria Jenny Jinya, Elizabeth Pich e Jonathan Kunz di War and Peas, Chow Hon Lam di Buddy Gator, Nicholas Gurewitch di The Perry Bible Fellowship e altri.

Bored Panda ti offre uno sguardo esclusivo al nuovissimo e incisivo fumetto di Jenny "Mama Bear", creato insieme a Rewriting Extinction e World Animal Protection, sugli orrori del commercio della bile d'orso. Attenzione, però, proprio come le altre sue storie, questa è davvero strappalacrime. Ho avuto una chiacchierata amichevole sia con Jenny che con il fondatore del progetto Paul, quindi assicurati di continuare a leggere per le interviste approfondite di Bored Panda con entrambi.

Dai un'occhiata a questi meravigliosi e potenti fumetti di Jenny e altri artisti e facci sapere cosa ne pensi di loro e i problemi che affrontano, cari Panda. Se ti hanno fatto pensare al futuro di tutti noi che condividiamo questa gemma blu di un pianeta, considera di fare una donazione proprio qui . Il 100% di qualsiasi donazione va ai progetti sponsorizzati da Rewriting Extinction.

Maggiori informazioni: RewritingExtinction.com | Dona | Prenota | Instagram | WorldAnimalProtection.org | Jenny-Jinya.com | Instagram | Facebook

mamma orsa

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

World Animal Protection spiega che l'industria della bile d'orso provoca "sofferenze intense e ingiustificate" agli orsi di tutta l'Asia.

“La bile d'orso viene estratta in modi intollerabilmente crudeli e disumani, spesso da persone senza qualifiche veterinarie e poco interessate alla protezione degli animali. Alcuni orsi affrontano questa crudeltà per tutta la vita. Ciò può significare 20 anni di tortura, a meno che gli orsi non soccombano a infezioni, tumori o ferite autoinflitte. Gli orsi nell'industria della bile d'orso spesso gemono e si dondolano a causa dell'estrema ansia. Molti hanno i denti rotti per aver morso le sbarre delle loro gabbie”.
La bile d'orso è usata come medicina tradizionale, tuttavia ci sono molte alternative ad essa: sintetiche ed erboristiche.

Riguarda questo argomento emotivo che l'artista di fumetti Jenny Hefczyc, alias Jenny Jinya, i cui fumetti sul Loving Reaper Bored Panda sono stati ampiamente presentati nel corso degli anni, ha disegnato un fumetto emotivo. Jenny mi ha detto che ha l'impressione che molte persone non abbiano mai sentito parlare dell'allevamento della bile d'orso.

“Non puoi biasimarli, è raramente riportato. Come tutti gli altri argomenti su cui disegno, anche questo è stato molto difficile da affrontare. Ma leggere della sofferenza e dei danni psicologici di questi poveri orsi è davvero un'altra cosa, soprattutto quando si sa che al giorno d'oggi esistono alternative cruelty-free. Spero che i nostri sforzi aumentino la consapevolezza su questo problema", ha detto Jenny a Bored Panda in un'intervista esclusiva su quanto sia stato emozionante lavorare sul pezzo.

“Questo fumetto ha richiesto più tempo rispetto alla maggior parte di prima, ma era più perché dovevano essere apportate alcune modifiche. Mi sto prendendo il mio tempo però, tratto i miei fumetti con lo stesso rispetto con cui tratto l'argomento stesso".

Crediti immagine: rewritingextinction, jenny_jinya, paulgoodenough, world_animal_protection

Jenny ha rivelato a Bored Panda che Rewriting Extinction l'ha contattata l'anno scorso e l'ha presentata al progetto estremamente ambizioso. “Sono rimasto davvero stupito da quante celebrità e artisti sono coinvolti nel progetto, così tante persone con l'obiettivo di migliorare qualcosa per il nostro ambiente e gli animali (in via di estinzione). World Animal Protection è una delle organizzazioni che ha collaborato con Rewriting Extinction e ha proposto il tema della bile d'orso", ha condiviso.

“Spero che il mio fumetto renda giustizia al problema e sono onorato di far parte del progetto di Rewriting Extinction. Useremo anche il fumetto per raccogliere fondi per la World Animal Protection, che sta affrontando attivamente questo problema. Spero solo che possiamo educare quante più persone possibile, un'altra piccola mossa per un futuro migliore, per un mondo migliore", mi ha detto Jenny. Ha suggerito che chiunque speri di aiutare a combattere il commercio di bile d'orso dovrebbe considerare di sostenere World Animal Protection o Animals Asia, evitare di utilizzare prodotti che contengono bile d'orso e fare il possibile per aumentare la consapevolezza sull'argomento.

Non ci sono dubbi sulle capacità e sui talenti di disegno di Jenny. Tuttavia, ero curioso di scoprire come Jenny si avvicina al disegno di animali con cui non ha familiarità come gli altri. Ha detto che ha disegnato alcuni animali come gatti, cani e uccelli così tante volte durante la sua vita che il processo è facile e veloce.

“Per alcuni animali che non ho mai disegnato o che ho disegnato raramente, devo guardare a riferimenti diversi. Ad esempio, ho dovuto osservare più da vicino come è modellato il muso di uno squalo, non è solo appuntito, ma in alcune specie sale leggermente inclinato. O che nei suckerfish, la superficie per succhiare è sulla loro testa e non usano solo la bocca, non lo sapevo prima perché non ho mai avuto a che fare con il pesce prima. Ma tali dettagli sono importanti e voglio tenerne conto", ha sottolineato l'artista di fumetti che crede che i dettagli siano vitali.

Quanto costa – Trucco

Crediti immagine: rewritingextinction, war.and.peas, davidschneideruk, amber.weedon, cheddar_gorgeous

Gilbert Sape , Global Head of Campaign presso World Animal Protection, ha osservato che lo sfruttamento degli orsi in cattività per la loro bile è uno dei peggiori esempi di crudeltà sugli animali visti oggi nel mondo. “Siamo entusiasti di aver lavorato con Rewriting Extinction su questo progetto toccante e creativo per aumentare la consapevolezza e il supporto, per aiutarlo a concluderlo. Da 30 anni, World Animal Protection sta conducendo una campagna per porre fine alle sofferenze degli orsi in tutto il mondo", ha affermato Gilbert.

World Animal Protection si sta avvicinando alla graduale eliminazione degli allevamenti di orsi sia in Vietnam che in Corea del Sud, poiché continuano a lavorare con i governi e altre parti interessate chiave. "Abbiamo svolto un ruolo determinante nell'attuazione di misure in Vietnam e Corea del Sud attraverso il microchip e la sterilizzazione degli orsi in cattività rimanenti per garantire che siano l'ultima generazione che subirà questa pratica crudele. Attraverso il nostro lavoro, il principale think tank del governo cinese ha formulato chiare raccomandazioni nel 2016 per porre fine all'industria della bile d'orso in Cina entro i prossimi 20 anni", Gilbert ha spiegato come esattamente l'organizzazione stia apportando enormi cambiamenti in questo momento.

“Questo segnala che la fine di questa brutale industria è inevitabile, anche se purtroppo c'è ancora molta strada da fare prima che la miseria e la sofferenza degli orsi finiscano. Ci impegniamo a continuare a cambiare il sistema, le politiche e la mentalità che consentono l'allevamento crudele di orsi e altri animali selvatici per lo sfruttamento commerciale".

Promisi

Crediti immagine: rewritingextinction, dinosauri e fumetti

Nel frattempo, Paul, il fondatore di Rewriting Extinction, è stato così gentile da rispondere ad alcune delle mie domande sulle sfide che ha dovuto affrontare, su ciò che lo rende ottimista sul futuro del nostro pianeta e su ciò che tutti noi Panda possiamo realisticamente fare per prestare un aiutare gli animali in difficoltà.

Paul è stato completamente onesto sul fatto che far lavorare insieme le 15 organizzazioni di beneficenza e i 300 contributori sia stata "la cosa più difficile" che abbia mai fatto. Mai! È sicuro dire che Paul e il suo team hanno portato la forza di volontà, la disciplina e la perseveranza a un livello completamente diverso quando si guarda a quanto sono dedicati al progetto.

"Era un continuo girare i piatti in cui portavo una celebrità o un ente di beneficenza, quindi usavo questo come credibilità per parlare con la persona successiva, e ancora e ancora e ancora fino a quando non avevamo una vasta collezione di nomi incredibili e persone coinvolte, Paul si è aperto a Bored Panda. "Per darti un'idea, ho accumulato oltre 2.000 ore di videochiamate e 22.000 e-mail per arrivare dove siamo ora… ho praticamente infastidito, fatto pressioni, implorato, supplicato e ricattato Rewriting Extinction in esistenza, " Egli ha detto.

Secondo Paul, lo stress era incredibile, ma alla fine ne è valsa la pena. Tutto per il bene degli animali in via di estinzione. Ha fatto anche molti sacrifici personali, dal tempo, dall'energia e dalla sua tranquillità fino a lasciare il lavoro e usare i risparmi di una vita per finanziare il progetto.

È un po' un pasticcio

Crediti immagine: rewritingextinction, safely_endangered , davidschneideruk , amber.weedon , supportsustainablepalmoil

“È quasi impossibile descrivere quanto sia stato stressante e difficile arrivare a questo punto. Esco sudato solo a pensarci. MA ho promesso a me stesso che avrei fatto tutto ciò che era in mio potere per salvare le specie dall'estinzione. Così ho fatto. Ho lasciato il mio lavoro e ho investito i miei risparmi di una vita per finanziare il progetto, e non potrei essere più orgoglioso. Sono così completamente sbalordito dalle reazioni della gente ad esso. La gente lo ADORA e stiamo finanziando progetti che acquistano terreni prima che vengano venduti all'industria mineraria/della carne/del legname, il che significa che possiamo darli agli indigeni locali per salvaguardarli per sempre. Cosa si può desiderare di più?" il fondatore ha condiviso quanto sia felice del risultato finale.

"Abbiamo ancora molta strada da fare, ma penso che il fatto che abbiamo una serie di progetti davvero chiara, ognuno dei quali stabilisce chiaramente esattamente quali soldi e azioni sono necessari per salvare ogni specie, significa che lo rendiamo facile per le persone . Possono vedere il piano e si fidano degli enti di beneficenza coinvolti, quindi sanno che il 100% dei loro soldi andrà nel posto giusto e noi non prendiamo un centesimo di esso", ha ribadito Paul che tutti i soldi che le persone scelgono di donare andranno finisci per andare a buone cause.

La scuola è finita

Crediti immagine: rewritingextinction, war.and.peas

Quello di cui volevo davvero fare i conti era come Paul mantiene una prospettiva così ottimista, specialmente quando molti di noi possono diventare un po' pessimisti alla luce di notizie come il rapporto dell'IPCC sulla crisi climatica.

“Beh, sono davvero ottimista riguardo al futuro. Penso che tra 20 anni avremo davvero costruito un mondo più coesistente, più sano, più pulito e migliore per le persone e la fauna selvatica. Ci credo davvero", ha condiviso Paul con Bored Panda.

“Lavoro nell'industria e nel governo e posso vedere l'inversione di tendenza. Il problema, tuttavia, è che le imprese e i governi si muovono lentamente… e abbiamo bisogno di un'azione ora. Questo è ciò che mi ha fatto creare Rewriting Extinction. L'idea è di finanziare progetti in grado di garantire che a breve termine proteggiamo e salviamo quante più specie possibile, mentre i governi e le imprese creano il cambiamento sistemico che avverrà molto più lentamente", ha affermato.

Il discorso

Crediti immagine: rewritingextinction, pbfcomics

Nel frattempo, Paul ha evidenziato il fatto che ogni singola cosa che facciamo è importante (anche se a volte pensiamo di essere troppo piccoli per influenzare il mondo in modo positivo). Ha condiviso la sua guida semplicissima sui passi che tutti noi possiamo intraprendere nella nostra vita quotidiana per aiutare a riscrivere l'estinzione.

“Sii vocale: la tua voce è importante. I governi e le imprese prendono decisioni basate specificamente sulla volontà delle persone. Attualmente non stanno spingendo le agende verdi quanto dovrebbero perché sentono che le persone non si preoccupano abbastanza per supportare grandi cambiamenti. Mostra loro che lo fai!” Egli ha detto.

La grande bugia britannica

Crediti immagine: rewritingextinction, paulgoodenough , prettyfunky , jimcampbellcomedy , thewildlifetrusts , judidenchofficial , bellalack , jamesmcvey , birdgirluk , Liz Bunnin, gel Spellman, thedominicmonaghan , meganmccubbinwild , chrisgpackham2 , Ian McKellen, sirpatstew , themontydon , jerome_flynn_official_page , gillians_voice, ben_garrod , tanyaburr , robrinder , Cara Delevingne , craigbennett3

"Fai le cose in casa: se hai un prato, considera di aggiungere dei fiori di campo, falciarlo di meno, ottenere dei fiori impollinatori… pulire il forno (fa una grande differenza per la bolletta elettrica), trovare modi per vivere una vita meno impattante da buttare via meno… non archiviare così tante email online… abbiamo TONNELLATE di suggerimenti e una serie IGTV intitolata LAZY WAYS TO SAVE THE PLANET dedicata alle cose che puoi fare", Paul ha elencato alcune delle cose che possiamo fare a casa che hanno un impatto maggiore sull'ambiente.

baule

Crediti immagine: rewritingextinction, perryfellow

“Pensa a cosa vuoi donare. Ad esempio, abbiamo creato Rewriting Extinction per salvare in modo specifico le specie più importanti e non quelle carine". Paul ha spiegato che la raccolta di fondi ambientali può spesso essere grossolanamente sproporzionata, con alcuni animali che ottengono molti più fondi di quelli che possono utilizzare mentre altri, essenziali per tutta la vita sulla Terra, ne ottengono a malapena.

"Dai un'occhiata al nostro sito Web per esempi di quali enti di beneficenza si concentrano su quali progetti e dove vorresti avere un impatto", ha esortato tutti.

Melodia

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

Crediti immagine: rewritingextinction, kierongillen, artofseanphillips , paulgoodenough , caradelevingne , myecoresolution

"Attraverso la narrazione, la costruzione di comunità e l'azione, riscriviamo le narrazioni culturali che guidano l'estinzione", ha detto a proposito del progetto la modella, attrice e cantante inglese Cara Delevingne.

Paul ne aveva abbastanza di vedere estinguersi una specie dopo l'altra, quindi si è preso la responsabilità di unire la comunità ambientale, dell'attivismo e della narrazione per risolvere il problema. Una volta per tutte.

“Questo progetto non sarebbe possibile senza l'amore, l'impegno e la passione di tante persone ed enti di beneficenza. Tutti coloro che sono coinvolti in questo progetto sono usciti dalla loro zona di comfort e hanno lavorato con persone che non conoscono per far sì che ciò accada, il che parla della loro passione e del loro impegno", scrive Rewriting Extinction sul suo sito web. Sono 7 i progetti sponsorizzati e gestiti da Re:wild, The Wildlife Trusts, Born Free, Reserva, World Land Trust, Greenpeace e Rewilding Europe.

Il post Noti artisti di fumetti e celebrità sensibilizzano su ciò che mette in pericolo gli animali nella speranza di "riscrivere l'estinzione" (9 fumetti) è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)