Erika Jayne di “Real Housewives of Beverly Hills” è stata citata in giudizio per “favoreggiamento” ai piani di Tom Girardi

Si spera che la prossima stagione di Real Housewives of Beverly Hills sia vicina al termine delle riprese o già finita perché Erika Jayne è stata citata in giudizio ancora una volta in relazione al marito separato, Tom Girardi , per questioni legali. Quindi, se hanno già ottenuto la maggior parte delle loro riprese, può trascorrere almeno una stagione senza essere citata in giudizio. Questa volta è stata nominata in una denuncia da 2,1 milioni di dollari per presunta "favoreggiamento" ai piani di Tom.

La caduta legale di Tom è iniziata dopo che è stato accusato di appropriazione indebita del denaro dell'insediamento destinato alle famiglie delle vittime di un incidente aereo. L'azienda di Tom, Girardi & Keese, rappresentava le vittime. Erika, 50 anni, è rimasta coinvolta negli schemi di Tom poiché anche la sua azienda, EJ Global, ha ricevuto milioni di dollari dall'azienda nel corso di diversi anni. Quindi è stata accusata di aver usato i soldi sottratti per finanziare la sua carriera pop e il suo stile di vita sontuoso. Di recente è stata licenziata dal caso di appropriazione indebita di Tom , ma un avvocato ha promesso di presentare nuovamente una causa civile contro di lei in California. Dovrà sperare che gli siano rimasti dei soldi, però, perché la gente dice che ha un'altra battaglia legale tra le mani.

Erika ed EJ Global sono state nominate in una denuncia da 2,1 milioni di dollari presentata ieri a nome di Manuel H. Miller e Kathleen Bajgrowicz . Manuel e Tom hanno rappresentato Kathleen quando ha citato in giudizio la NFL per la morte di suo figlio, Chuck Osborne , morto dopo ripetuti traumi cranici nel 2012. La causa sostiene che dopo che è stato raggiunto un accordo con la NFL, Tom si è scusato sul motivo dell'accordo il denaro non era disponibile mentre intascava i soldi. La causa accusa Erika di sapere che il denaro rubato stava "finanziando il suo stile di vita notoriamente sontuoso".

Tom e Miller hanno rappresentato insieme Bajgrowicz quando ha citato in giudizio la NFL per la morte di suo figlio, accettando di condividere le tasse. Dopo aver raggiunto un accordo con la lega, Tom era responsabile della distribuzione di fondi a Bajgrowicz e Miller, ma secondo loro "ha indotto i querelanti a credere che i fondi non potessero essere distribuiti a nessuno fino a quando i vari problemi non fossero stati risolti per la prima volta".

"Sconosciuto ai querelanti, Girardi aveva già preso i loro soldi e violato il dovere fiduciario suo e dell'azienda di distribuire i fondi ai querelanti", aggiungono.

Inoltre, la denuncia sostiene che Erika era "intimamente coinvolta nei rapporti commerciali di Girardi & Keese".

"Gli imputati sapevano che i querelanti erano vittime di frode, ma non hanno fatto nulla per proteggerli e hanno invece dato la priorità al proprio guadagno finanziario a spese dei querelanti", aggiunge la causa. "Gli imputati dovrebbero essere tenuti a risarcire i querelanti per il danno che hanno causato e dovrebbero essere puniti per aver favorito la violazione dei doveri fiduciari da parte di Girardi e il loro abuso finanziario da parte dei querelanti".

Ma l'avvocato di Erika si fa beffe di questa nuova causa:

"La denuncia è un altro tentativo fuorviante di incolpare Erika per la condotta di altri in cui non ha preso parte", l'avvocato di Erika Evan C. Borges dice a People in una dichiarazione.

"Erika non ha una laurea in giurisprudenza e non ha mai lavorato o gestito lo studio legale del suo ex marito", aggiunge Borges. “Qualunque cosa il signor Girardi o altri nel suo studio legale abbiano fatto o detto ai querelanti in questo caso, Erika non aveva alcuna conoscenza o ruolo in nulla di tutto ciò. L'attenzione dovrebbe essere concentrata sul signor Girardi, sul suo studio legale e su chiunque altro abbia consentito ciò che ha fatto. Accumulare su Erika può generare pubblicità, ma è senza alcuna base nella realtà".

Se la vita di Erika fosse basata sulla realtà, non avremmo sentito quella storia dell'auto di suo figlio che si capovolge cinque volte, o quella storia di come Tom geriatrico ha combattuto contro un ladro. Tutti abbelliamo!

Se Erika continua a essere citata in giudizio in questo modo, forse dovrebbe prendere in considerazione l'idea di prendere alcuni prestiti studenteschi e fare gli stessi programmi di legge di Kim Kardashian . Voglio dire, allora può essere l'avvocato di se stessa e non dovrà pagare nessuno, e ruota la sua trama RHOBH da Sued Trophy Wife a Legal Eagle. È un doppio!

Pic: Sara De Boer/startraksphoto.com