“Ecco perché l’ha fatto”. Uccide sua moglie, i bambini e il cane, poi se stesso. Strage di Carignano, i motivi della sua follia

Prima ha sparato a sua moglie, poi ai gemelli di due anni, poi si è suicidato. Il dramma familiare si è svolto a Carignano, in provincia di Torino. L'uomo che ha effettuato la strage è Alberto Accastello, operaio di 40 anni, che abitava in una casetta della frazione di Ceretto: le vittime sono Barbara Gargano, 38 anni, con i suoi due figli. L'uomo ha anche sparato al cane.

"Presto me ne sarò andato". Prima di sparare ai familiari, Accastello ha telefonato al fratello che vive a Racconigi, in provincia di Cuneo. Sarebbero stati proprio questi a dare il primo allarme al 112 dopo quelle brevi e sconvolgenti parole seguite dallo scatto del telefono riattaccato. L'uomo lavorava da 20 anni in un'azienda agricola a Ceretto che produce semi. (Continua dopo la foto)

Come si legge sull'Ansa, dalle ricostruzioni dei carabinieri è emerso che la moglie voleva la separazione. E questo potrebbe essere il motivo dell'omicidio. Secondo le prime informazioni, sembra che da tempo la coppia non vada d'accordo e che i litigi siano stati frequenti. Alberto e Barbara si erano sposati nel 2015 e si erano da poco trasferiti nella villa appena ultimata, dopo aver vissuto per qualche tempo con il padre e lo zio dell'assassino. (Continua dopo la foto)

La moglie di Alberto è morta in casa: uno dei gemelli – Alessandro – è deceduto dopo essere stato trasportato all'ospedale Regina Margherita di Torino. L'altra bambina, Aurora, è ricoverata in condizioni gravissime. Ora è in terapia intensiva e le sue condizioni sono critiche. Il proiettile le ha causato un grave trauma cranico. Nessun biglietto d'addio è stato trovato nella villa di Carignano: solo quell'ultima tragica telefonata che annunciava la strage. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}

Anche i vicini hanno sentito gli spari all'alba di lunedì mattina e hanno subito chiamato i carabinieri che hanno dovuto sfondare la porta per entrare. Come si legge sul Corriere della Sera, la pistola ritrovata in casa è stata trattenuta legalmente e ora gli inquirenti stanno cercando di ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Un'arma usata anche per uccidere il cane. Quando i carabinieri hanno sfondato la porta, l'uomo era ancora vivo. È morto prima di essere trasportato in ospedale. Secondo gli investigatori, l'uomo ha sparato mentre sua moglie ei suoi figli dormivano. Tre colpi per moglie e figli. Un quarto per il cane. Con il quinto si sarebbe tolto la vita.

Gli sposi muoiono insieme in luna di miele: erano marito e moglie da soli 4 giorni

L'articolo “Ecco perché l'ha fatto”. Uccide sua moglie, i bambini e il cane, poi se stesso. Strage di Carignano, i motivi della sua follia arrivano da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)