Ecco le migliori immagini del concorso Px3 “State of the World Photography” che riassume il 2020 (30 foto)

Poiché il 2020 sta volgendo al termine, il concorso fotografico Px3 "State of the World" aveva già curato le immagini che riassumono quest'anno in immagini. Il Prix de la Photographie, Parigi (PX3) è un premio per la fotografia che mira a promuovere l'apprezzamento della fotografia, scoprire talenti emergenti e presentare i fotografi di tutto il mondo alla comunità artistica di Parigi.

Queste foto mostrano gli eventi come accadono in modo puro e senza censure. PX3 e State of the World lanceranno la loro competizione 2021 il 10 novembre 2020.

Maggiori informazioni: px3.fr | Facebook | Instagram

# 1 No Man's Land

Senza rinoceronti bianchi del nord maschi rimasti sul pianeta, No Man's Land è un canto del cigno toccante per i custodi dedicati delle ultime due femmine rimaste, Fatu e Najin.

Il rinoceronte bianco settentrionale è una sottospecie di rinoceronte bianco che storicamente si aggirava attraverso l'Uganda, il Ciad, il Sudan, la Repubblica Centrafricana e la Repubblica Democratica del Congo. Tuttavia, a seguito del diffuso bracconaggio e della guerra civile nella loro area di origine, ora sono considerati estinti in natura.

Fotografia di: Justin Mott, Kenya.

Crediti immagine: Justin Mott

# 2 Jin! Jiyan! Azadi! (Donne! Vita! Libertà!)

L'area abitata dai curdi nel nord-est della Siria chiamata Rojava, tra i combattenti curdi che combattono in quest'area, ci sono donne guerriere piene di amore per i loro amici e passione per la terra in cui sono nate e cresciute. Combattono per le loro convinzioni e ideali con l'AK47 nelle loro mani.

Si chiamano The Kurdish Women's Defense Units (YPJ). Stanno sognando e combattendo per la liberazione di tutte le persone oppresse, oltre la liberazione delle donne.

Fotografia di: Yusuke Suzuki, Siria.

Crediti immagine: Yusuke Suzuki

# 3 Honey Road

Questi apicoltori nomadi mantengono i loro alveari in movimento intorno ai fiori e ai frutteti in fiore nell'Europa orientale e nelle steppe asiatiche. Forniscono principalmente i mercati di strada e lungo le strade di Ucraina e Russia, ignari delle tensioni in guerra, ma ultimamente la maggior parte delle giovani generazioni si è trasferita a posti di lavoro permanenti nelle città. Ciò significa che le bancarelle e i camion sono presidiati dagli anziani e dai bambini molto piccoli lasciati alle loro cure, muovendosi in armonia con il mutare delle stagioni e dei diversi pascoli. È un viaggio felice.

Fotografia di: Dean Yeadon, Ucraina.

Crediti immagine: Dean Yeadon

# 4 Disordini di Hong Kong

Nel 2019, il governo di Hong Kong ha proposto un disegno di legge sull'estradizione che consentirebbe ai sospetti criminali di essere processati nella Cina continentale.

Con i residenti di Hong Kong che temevano la stretta di Pechino, il disegno di legge proposto ha scatenato i peggiori disordini che la città avesse visto da decenni, rappresentando la più grande sfida per il governo di Pechino dalle rivolte studentesche del 1989 e dal successivo massacro.

Fotografia di: Laurel Chor, Hong Kong.

Crediti immagine: Laurel Chor

# 5 Affrontare l'estinzione

La natura sta declinando a ritmi senza precedenti nella storia umana. Un terzo delle specie animali e vegetali potrebbe scomparire nei prossimi 50 anni. Fotografare questi animali in natura è un'esperienza davvero umiliante, soprattutto perché gli esseri umani sono responsabili delle numerose sfide che devono affrontare. È difficile immaginare che questi maestosi animali possano estinguersi nel prossimo futuro. Con questo progetto in corso, voglio mostrare cosa andrebbe perso se non li proteggessimo.

Fotografia di: Kevin De Vree, Indonesia.

Crediti immagine: Kevin De Vree

# 6 #TouchlessBirthday

Il mio compleanno era nel mezzo della quarantena del coronavirus in corso. Ho annullato una riunione. Invece, sono andato a trovare i miei amici e la mia famiglia da loro. Non che potessi avvicinarmi a loro. Invece, li ho fotografati da fuori, guardando dentro. Ho programmato un orario in ogni luogo e ho chiesto loro di stare alla finestra mentre io ero nei loro cortili, o sul marciapiede, o dall'altra parte della strada. Se vivevano in un grattacielo, portavo il mio drone alla loro finestra.

Fotografia di: Saam Gabbay, USA.

Crediti immagine: Saam Gabbay

# 7 Anziani abbandonati: 30 anni dopo il comunismo

Trent'anni fa finì il comunismo. Dopo anni passati a vivere in uno stato di controllo, molte persone sono fuggite dal loro paese per iniziare una nuova vita. Nuovi governi hanno preso il sopravvento, ma la vita è rimasta difficile per molti. In Romania e Bulgaria, le persone anziane vivono in villaggi isolati. Vivono in villaggi rurali lontani dalla famiglia e dagli amici. Li ho visti mentre si preparavano per il prossimo inverno. Trascorrevano le giornate a cercare funghi selvatici, spezie e bacche nella foresta, raccogliendo legna da ardere e mais per i loro pochi animali.

Queste persone stanno trascorrendo i loro ultimi anni da sole e in povertà.

Fotografia di: Michele Zousmer, Romania e Bulgaria.

Crediti immagine: Michele Zousmer

# 8 Bambini che vivono nell'invisibilità perpetua

Nel tentativo di sfuggire alla povertà, i bambini filippini vengono attirati nel commercio di cybersesso dai trafficanti di esseri umani. Il traffico di cibersessualità è una forma sinistra di schiavitù moderna nelle Filippine: l'abuso sessuale di bambini in diretta streaming via Internet. "Children Living in Perpetual Invisibility" è una campagna di sensibilizzazione creata per far luce sui bambini ridotti in schiavitù nel commercio di cybersesso.

Il progetto dimostra, in tempo reale, la vita quotidiana dei bambini filippini salvati vittime di tratta di sesso che vivono in un rifugio a lungo termine dove ricevono assistenza psicologica e apprendono abilità di vita.

Fotografia di: Matilde Simas, Filippine.

Crediti immagine: Matilde Simas

# 9 Testardo: le donne dell'Uganda rurale

Questo progetto in corso sulle donne lavoratrici dell'Uganda rurale è iniziato a Gulu in una cava. Quasi tutti i lavoratori che rompono grosse rocce in granuli di ghiaia sono donne. Guadagnano 1000 UGX ($ 0,30) per ogni tanica di ghiaia che riempiono. Questo è un lavoro estremamente difficile e pericoloso.

Ho posizionato le donne davanti alla zanzariera, per farle essere notate, apprezzate e valorizzate per il loro contributo lavorativo ed economico. Beatrice Lamwaka, una nota autrice ugandese, fornisce il punto di vista femminile africano essenziale su questo progetto. Le loro sono voci che si sentono raramente.

Fotografia di: Dan Nelken, USA.

Crediti immagine: Dan Nelken

# 10 Oranghi su una vite sottile

Il nome "orangutan" deriva dalla parola malese orang (persone) e hutan (foresta). Mentre il futuro per molte specie è incerto, gli oranghi in natura sono appesi a una vite particolarmente sottile.

Le loro popolazioni sono diminuite in modo significativo negli ultimi cento anni a causa della distruzione dell'habitat nella nativa Sumatra e nel Borneo, dove le foreste lasciano il posto alle piantagioni di olio di palma. Se perdiamo la foresta perdiamo gli oranghi.

Fotografia di: Mark Edward Harris, Singapore, Stati Uniti, Indonesia.

Crediti immagine: Mark Edward Harris

# 11 Quarantena del lunotto posteriore

A Milano, durante questo periodo di chiusura del Covid-19, balconi, terrazze e tetti sono diventati gli unici luoghi utili per ottenere il tempo del nostro cortile. Abbiamo fatto una passeggiata sui tetti trasformati in palestre, solarium, biblioteche dove incontrare le parole degli altri attraverso i libri. I balconi e le finestre erano la via di fuga, la vacanza, la pausa da un lavoro a forma di monitor. Una delle conseguenze della pandemia sarà ripensare la progettazione delle case, soprattutto per quanto riguarda le parti comuni, in modo da rendere le città più resilienti. In Italia il dibattito, che ha coinvolto architetti, medici, sociologi, è già aperto.

Fotografia di: Matteo Garzonio, Italia.

Crediti immagine: Matteo Garzonio

# 12 Assedio dell'Università Politecnica di Hong Kong

A novembre gli studenti di Hong Kong hanno trasformato le università occupate in fortezze e bloccato le principali zone di comunicazione, paralizzando la vita economica della città. L'Università Politecnica di Hong Kong è diventata il luogo delle più grandi lotte.

La polizia ha iniziato l'assalto la mattina del 17 novembre e la battaglia è durata fino al giorno successivo. Dopo gli scontri incapaci di catturare il campus, la polizia ha iniziato un assedio che è durato 12 giorni. Gli studenti del campus stavano affrontando accuse di rivolta fino a 10 anni di carcere. Ciò ha portato a disperati tentativi di fuga attraverso il sistema fognario.

Fotografia di: Witold Dobrowolski, Hong Kong.

Crediti immagine: Witold Dobrowolski

# 13 Black Lives Matter

Fotografia di: Tyler Bensinger, USA.

Crediti immagine: Tyler Bensinger

# 14 Cipro in vendita

Dopo aver subito numerosi crolli del credito che hanno paralizzato la loro economia, Cipro ha adottato il "Citizenship by investment program", in base al quale i cittadini extracomunitari sono invitati a investire in proprietà di prima qualità e in cambio ricevono un passaporto UE. A causa delle applicazioni di monitoraggio rapido di Cipro, le storie di credito degli investitori non vengono adeguatamente controllate per portare al riciclaggio di denaro. Altre conseguenze includono l'aumento degli affitti, la gentrificazione della classe media e il disprezzo ambientale naturale e urbano.

Nel tentativo di attrarre ricchezza, Cipro è diventata una merce da acquistare e vendere a spese dei suoi cittadini.

Fotografia di: Paul Shiakallis, Cipro.

Crediti immagine: Paul Shiakallis

# 15 Perso in mare

Le isole Carteret, 90 km a nord-est di Bougainville, PNG sono state il primo posto al mondo a richiedere il trasferimento della popolazione a causa di problemi legati al cambiamento climatico. A circa 1 metro sopra le onde, le 7 minuscole isole sono estremamente vulnerabili ai cambiamenti del mare e del clima. Le restanti 1600 persone sono costrette a contemplare il trasferimento su un'altura a 4 ore di barca e molti lo hanno fatto. Alcuni sono tornati dopo aver lottato per adattarsi, infelici che vivono lontano da casa. Ogni giorno si perde più terreno. È improbabile che i bambini rimanenti possano avere le proprie famiglie qui.

Fotografia di: Darren James, Papua Nuova Guinea.

Crediti immagine: Darren James

# 16 Nero carbone

Ritratti di minatori nella miniera di carbone di Pniówek, 40 km a sud-ovest di Katowice, la capitale della Slesia. La regione contiene numerose miniere di carbone attive che garantiscono l'approvvigionamento di carbone da cui la Polonia trae l'80% della sua energia. La sicurezza del lavoro, i buoni stipendi, il pensionamento anticipato e, in molti casi, la tradizione familiare ne fanno un'occupazione attraente, ma la professione è in un inesorabile declino poiché molte delle miniere non sono redditizie. La Polonia, uno dei maggiori produttori di carbone in Europa, è anche uno dei paesi più inquinati. La raccomandazione dell'UE sulla neutralità del carbonio entro il 2050 sembra fuori portata.

Fotografia di: Alain Schroeder, Polonia.

Crediti immagine: Alain Schroeder

# 17 Volti della prima linea

New York City è diventata lo sfortunato epicentro del coronavirus del mondo. Con oltre 8,4 milioni di residenti e 345.000 infetti al momento della stesura di questo articolo, volevo catturare i volti degli eroi della nostra città che ci tengono tutti al sicuro. Anche a scapito della propria salute.

Fotografia di: Jeffrey Lau, USA.

Crediti immagine: Jeffrey Lau

# 18 Messico 43 Studenti scomparsi

Iguala, Messico. 43 studenti che sognavano di diventare insegnanti rurali si stavano organizzando per protestare per migliori condizioni scolastiche nel 2016. Inspiegabilmente, sono stati rapiti dalla polizia, dall'esercito o dalla mafia drogue locale, o da tutti loro, e da allora sono scomparsi. L'agonia per i genitori e i parenti, la rabbia per la società messicana e le ripetute richieste di attivisti per i diritti umani e coloro che cercano giustizia sono rimaste inascoltate.

Foto di: Eduardo Lopez Moreno, Messico.

Crediti immagine: Eduardo Lopez Moreno

# 19 Un pasto per tutti

Gandini Primary School vicino al villaggio di Makobeni in Kenya. Questa scuola gestisce un'organizzazione senza scopo di lucro (Watoto Kenya Onlus) per fornire e garantire un pasto sicuro ogni giorno a tutti i 500 bambini che frequentano la scuola. Il momento del pasto in questi luoghi è un fantastico momento di gioia e aggregazione. Ma la cosa più importante è che questo pasto, per molti, è l'unico pasto della giornata.

Inoltre, per questo, molte famiglie fanno enormi sacrifici per mandare i bambini a scuola, in questo modo possono mangiare. Mi mancano così tanto i loro sorrisi.

Fotografia di: Fabio Marcato, Kenya.

Crediti immagine: Fabio Marcato

# 20 Punto cieco

Campo profughi nella zona di Malakasa, Grecia. È stato messo in quarantena due volte. I circa 2.500 rifugiati, che vivono nel campo, sono a rischio di coronavirus, oltre che per la terribile carenza di cibo, medicine e altri beni di prima necessità.

Fotografia di: Orestis Ilias, Grecia.

Crediti immagine: Orestis Ilias

# 21 Ruba la vita

Lontano est. Fonderie di acciaio. La vita qui ha un andamento circolare, la mattina gli operai si alzano presto, c'è chi a turno prepara i pasti per gli altri. Iniziano i turni e gli uomini sono tutti impegnati a demolire vecchi relitti provenienti da tutto il mondo, il metallo viene tagliato, lavorato, fuso e nuovamente trasformato.

Solo il metallo qui cambia la vita, questi uomini no, sono sempre qui, ogni giorno. Tutti i giorni fino a sera fino a quando la sirena suona l'arrivo del tramonto. Una catena umana fatta di fatica, sudore e duro lavoro. Molti occhi curiosi e sorrisi amichevoli. Uomini da rispettare.

Fotografia di: Nicola Ducati, India.

Crediti immagine: Nicola Ducati

# 22 Lavorare per i bastoncini

Mentre restiamo a casa nel blocco del Covid-19, è facile scivolare nell'autocommiserazione. È anche facile dimenticare che ci sono persone in questo mondo che non vivono in bolle europee privilegiate. I lavoratori del porto di Yangon devono trascinare sacchi di riso da 50 chili in un caldo soffocante dalle barche ai camion per sbarcare il lunario. Per ogni sacco trasportato ricevono bastoncini di riscontro per i quali la loro ricompensa è di pochi Kyat.

I blocchi in Birmania privano milioni dei loro mezzi di sussistenza. I più colpiti sono quelli che sopravvivono appena al di sopra della soglia di povertà. Per loro, la fame e la povertà non svaniranno dopo la revoca dei blocchi.

Fotografia di: Frank Lynch, Myanmar.

Crediti immagine: Frank Lynch

# 23 Musicista fuori casa sua durante l'epidemia di Covid19

Il sassofonista ha sparato fuori dalla sua casa con un palloncino per rappresentare l'isolamento. “C'è una storia in ogni immagine; il mio obiettivo è raccontarlo come nessun altro può ".

Fotografia di: Fadi Acra, USA.

Crediti immagine: Fadi Acra

# 24 All'ombra di Corona

Tempi senza precedenti richiedono una risposta senza precedenti. Come fotografo cinematografico, sono costretto a realizzare questo nuovo lavoro con ogni mezzo necessario.

Fotografia di: David Wolf, USA.

Crediti immagine: David Wolf

# 25 Stupa

Uno "stupa di ghiaccio" è un ghiacciaio artificiale che immagazzina le acque reflue dei corsi d'acqua in modo che l'acqua possa essere utilizzata in un secondo momento quando le scorte sono scarse. È stato ideato in modo intelligente e viene utilizzato come soluzione alla crisi idrica affrontata dagli agricoltori locali nel Kashmir, nel nord dell'India.

La forma conica della torre assicura che la superficie esposta al sole sia minima, evitando così uno scioglimento prematuro. L'idea è semplice: non ha bisogno di pompe o alimentazione, invece di fare affidamento sulla fisica dell'acqua e utilizza l'acqua del flusso altrimenti dispendiosa.

Fotografia di: Greg White, India.

Crediti immagine: Greg White

# 26 I dannati della terra

Sotto un sole cocente e piedi nel fango, per ore li vediamo lavorare lontano nelle risaie. Con il calore e la luce, difficilmente puoi vedere le loro sagome. I loro volti e corpi sono completamente coperti. Si potrebbe pensare che non abbiano identità. Loro chi sono? Quanti anni hanno, qual è la loro storia? Impossibile sapere chi c'è sotto il cofano. Usciamo per incontrare quei dannati della terra, che si sacrificano, come angeli, per offrirci il riso nei nostri piatti. Provincia di Suphan Buri, Thailandia.

Fotografia di: Julien De Wilde, Belgio.

Crediti immagine: Julien De Wilde

# 27 Intime

INTIME è un pub di quasi 100 anni situato nel cuore di Frederiksberg a Copenhagen, in Danimarca. Intime è noto per la sua atmosfera amichevole e disarmante, che celebra lo spirito e la musicalità queer liberi.

Fotografia di: Magnus Cederlund, Danimarca.

Crediti immagine: Magnus Cederlund

# 28 Hong Kong Summer On Fire

Da quando il governo di Hong Kong ha cercato di approvare il disegno di legge sull'estradizione, che consentirebbe al governo della RPC di arrestare legalmente le persone a Hong Kong che violano la legge in Cina su approvazione dell'amministratore delegato di Hong Kong, la paura e la rabbia della gente di Hong Kong al governo è stato acceso.

Fotografia di: Tsz Fung Cheng, Hong Kong.

Crediti immagine: Tsz Fung Cheng

# 29 L'assedio di PolyU

Ciò che è iniziato nel giugno 2019 come marce pacifiche contro un disegno di legge sull'estradizione verso la Cina continentale ora ritirato si è trasformato in un movimento anti-governativo in piena regola con "cinque richieste chiave", trasformando Hong Kong in un campo di battaglia urbano tra manifestanti antigovernativi e le forze di polizia della città.

Dopo 6 mesi di scontri e proteste, novembre 2019 ha visto l'Università Politecnica di Hong Kong ("PolyU") diventare un campo di battaglia tra i manifestanti antigovernativi e la polizia antisommossa che li ha circondati. Dopo 12 giorni, l'assedio di PolyU è stato finalmente revocato – senza che un manifestante fosse rimasto nel campus.

Fotografia di: Bing Guan, Hong Kong.

Crediti immagine: Bing Guan

# 30 Camerun: la guerra anglofona

La crisi anglofona è un conflitto nella regione sud-occidentale del Camerun, altrimenti nota come "guerra dell'Ambazonia". Nel settembre 2017, i separatisti nei territori anglofoni hanno dichiarato l'indipendenza dell'Ambazonia e hanno iniziato a combattere contro il governo del Camerun. Iniziato come insurrezione su piccola scala nel 2018, il conflitto si è diffuso in gran parte delle regioni anglofone e si è intensificato. Alla fine del 2019, la guerra ha ucciso circa 3.000 civili e sfollato più di mezzo milione di persone.

Fotografia di: Giles Clarke, Camerun.

Crediti immagine: Giles Clarke

(Fonte: Bored Panda)