“Ecco cosa ci hanno costretti a fare i medici.” Robin Williams, la scioccante rivelazione di sua moglie

Sei anni dopo il suicidio di Robin Williams, sono emerse le prime voci sulla sua morte. Netflix sta per lanciare un documentario sulla vita dello straordinario artista, in cui racconterà i suoi ultimi giorni e la convivenza con la terribile malattia. “Ogni area del suo cervello era stata attaccata. Robin si è visto andare in pezzi e disintegrarsi ”. Le parole di Shawn Levy, il suo ultimo direttore: "Mi ha detto: 'Cosa mi sta succedendo?'". L'11 agosto 2014, Robin Williams si è tolto la vita lasciando tutti coloro che lo amavano nel dolore.

La sua malattia è chiamata "demenza da corpi di Lewy", è spesso correlata al morbo di Parkinson, e si manifesta principalmente con frequenti allucinazioni visive. I sintomi sono abbastanza vari, in quanto la malattia può portare a disturbi cognitivi, allucinazioni, perdita di memoria e difficoltà motorie. Nei prossimi mesi Netflix lancerà un documentario sulla malattia dell'attore e sul suo ultimo periodo di vita, con l'obiettivo di sensibilizzare le masse a questa malattia. (Continua dopo le foto)

Poco prima dell'imminente lancio del documentario su Netflix, intitolato 'Robin William's Wish', la moglie dell'attore premio Oscar, Susan, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai media americani. In questo caso ha rivelato qual è stato il momento più difficile per entrambi i coniugi. Robin Williams soffriva di insonnia e aveva convulsioni, motivo per cui i medici consigliavano loro di dormire in stanze diverse. La moglie Susan ha spiegato come questa decisione lo abbia fatto soffrire più di quanto già soffrisse: “Mi ha detto: 'Questo significa che siamo separati?'. È stato un momento scioccante. Quando il tuo migliore amico, il tuo partner, il tuo amore … ti rendi conto che c'è un gigantesco abisso da qualche parte, non puoi vedere dove si trova ma sai che non è basato sulla realtà. (Continua dopo le foto)

È stato un periodo davvero difficile ”. La vedova ha poi proseguito: “Quando qualcuno si toglie la vita, c'è sempre qualcosa di più e questo film è quel qualcosa di più. Sapeva che non c'era niente che avrebbe potuto fare ”. Un finale triste e doloroso, una storia ormai nota a tutti che ci ha fatto sentire vicini al dolore della sua famiglia. I figli dell'attore non saranno presenti nel documentario Netflix. Tra Susan Schneider-Williams ei tre figli Zelda, Zach e Cody (tutti nati da precedenti relazioni dell'attore), c'è stata una battaglia legale durata un anno e terminata con un accordo finanziario superiore ai 50 milioni di dollari.

"Il tuo silenzio per sempre è un urlo lacerante". Addio a Philippe Daverio, il critico d'arte scomparso a 71 anni

L'articolo "Questo è ciò che i medici ci hanno costretto a fare". Robin Williams, la scioccante rivelazione della moglie arriva da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)