Ecco come Hollywood interpreta i paesi nei film

Non è un segreto che la maggior parte dei film di Hollywood non rappresentano del tutto la realtà. Dagli attori raffinati ai soli lieti fine, abbiamo imparato a prenderlo con un granello di sale.

Questa volta, abbiamo a che fare con un altro delitto sul grande schermo. Si scopre che l'industria cinematografica americana fa ben poco per interpretare accuratamente altri paesi. Il meme che segue suggerisce che tutto ciò che serve per ritrarre Messico, Giappone, Africa e India è un po 'di editing e un filtro personalizzato. Quindi, la strada messicana è inzuppata di seppia, il Giappone urla al neon e l'Europa orientale sembra grigia e squallida. Troppi stereotipi e troppa poca immaginazione ci hanno fatto chiedere come mai vada ancora bene.

Dopo aver finito con questo, ecco il nostro precedente articolo sul perché il Messico nei film americani sembra sempre lo stesso e cosa ci dice su come l'Occidente (mis) rappresenta altre culture.

Crediti immagine: 9gag

Hollywood da anni imbratta e spegne i paesi non occidentali di tinte gialle. Ad esempio, il film Netflix "Extraction", che è in parte ambientato in Bangladesh, ha sollevato la questione del perché Dhaka sia così gialla. La Daily Star suggerisce che una tale sfumatura di giallo raffigurante Dhaka sia per aumentare il disagio e aumentare la tensione. Le scene di Breaking Bad girate in Messico sono anch'esse in giallo.

Le persone hanno iniziato a modificare le proprie versioni in risposta al meme

Crediti immagine: myhairyass

Crediti immagine: burnnemesis

Crediti immagine: the_tavbo

Crediti immagine: Carolina Llanos

Crediti immagine: technosworld

Crediti immagine: Elena Do

Crediti immagine: Riccardo Castelli

Il regista Diego Noriega Mendoza, in risposta a una domanda di Quora "Perché film e programmi TV usano una tinta giallastra per rappresentare paesi come l'India o il Messico?" ha dato una spiegazione simile. "Se usato nel cinema, il giallo ha un effetto psicologico molto distinto: ritrae estremi, contrasti e densità." Afferma anche che "il nostro cervello non può gestire il giallo per molto tempo".

I filtri colorati vengono anche utilizzati per stabilire un senso di posizione diversa. Diego suggerisce che questa tendenza risale al primo colpo occidentale a colori, in cui il deserto era sempre rappresentato come giallo. “E gli eroi di questi film dovevano prosperare nel deserto: il caldo, la scarsità, i fuorilegge. Era ovvio che doveva essere più giallo ".

Questo è ciò che la gente ha da dire al riguardo

(Fonte: Bored Panda)

Commenta su Facebook