“È diverso per i ragazzi”: le mamme che si vantano di essere #BoyMoms vengono chiamate in causa nel post virale

Ci sono oltre 14 milioni di post taggati con l'hashtag #BoyMom su Instagram. Dai ritratti di bambini dalle guance paffute alle foto di ragazzini che fanno cose stereotipicamente "maschili", il contenuto sembra infinito. E per la maggior parte, l'hashtag sembra un modo innocente e spensierato per esprimere qualcosa di semplice come essere una mamma. O lo fa?

Si scopre che l'uso di questo hashtag è anche alquanto discutibile poiché alcune persone affermano che non solo divide le madri che allevano i ragazzi dal resto della maternità, ma si fissa anche sul genere, promuovendo il binario di genere. Alcuni dicono addirittura che hashtag come #BoyMom e #GirlDad non identificano solo i sessi del bambino e del genitore, ma enfatizzano il genere di un bambino in opposizione a quello del genitore. In questo modo potrebbe rafforzare gli stereotipi di genere.

Quindi, quando qualcuno ha chiesto " Cosa rende l'essere un 'Boymom' così diverso da una semplice mamma? ” sul subreddit Parenting, il thread si è rapidamente trasformato in una discussione stimolante. Abbiamo selezionato alcune delle risposte più interessanti proprio di seguito, quindi scorri verso il basso e assicurati di condividere ciò che pensi di questi hashtag!

La mamma di una ragazza ha condiviso questo post su r/Parenting nel tentativo di scoprire cosa rende una "mamma ragazzo" diversa dalle altre mamme

Crediti immagine: Pexels (non la foto reale)

Crediti immagine: Ethrynn

Nell'era dei social media, molti genitori hanno un bisogno incessante di generare figli attraverso gli hashtag e non è una cosa nuova.

La dott.ssa Jessica N. Pabón-Colón, professore associato di studi su donne, genere e sessualità presso il SUNY New Paltz, spiega questo fenomeno a Refinery29 : “L'hashtag #GirlDad annuncia la capacità del padre 'maschile' di fare da genitore a un bambino la cui 'femminile ' il genere è diverso dal suo, proprio come l'hashtag #BoyMom annuncia la capacità della madre "femminile" di fare da genitore a un bambino il cui genere "maschile" è diverso dal suo. Entrambi sembrano suggerire che i genitori stiano facendo di tutto per diventare genitori di un bambino di sesso diverso e ne siano orgogliosi, il che sembra innocente ma può essere cumulativamente dannoso".

Secondo Jessica, l'hashtag #GirlDad è particolarmente problematico. "È usato in parte per esprimere l'orgoglio di essere genitori di una ragazza, una dichiarazione necessaria solo in una società patriarcale che valuta le ragazze meno dei ragazzi".

Inoltre, per i ragazzi queer, specialmente quelli che si identificano come non binari o trans, l'ossessione della società per il genere può essere particolarmente dannosa. Quindi, per quanto innocenti possano sembrare gli hashtag, è una buona idea chiedersi davvero se stanno comunicando i giusti valori e approcci al genere quando i bambini piccoli sono più vulnerabili.

Il thread si è trasformato in una discussione illuminante in cui le persone hanno condiviso come vedono l'hashtag #BoyMom

Il post "È diverso per i ragazzi": le mamme che si vantano di essere #BoyMoms vengono chiamate in causa nel post virale è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)