Donald Trump ordinò ai militari di strappare gas ai bambini a Washington DC in modo che potesse ottenere un servizio fotografico

Protesta di George Floyd a Washington DC

Per ore ieri pomeriggio, un folto gruppo di manifestanti è stato radunato vicino alla Casa Bianca, a Lafayette Park. Erano completamente pacifici, e la maggior parte di loro erano solo bambini, per lo più adolescenti neri. Quindi Donald Trump decise di tenere un discorso alla Casa Bianca su come avrebbe ordinato ai militari degli Stati Uniti nelle città americane di porre fine alle proteste pacifiche. Qualcuno – probabilmente Stephen Miller – voleva una certa ottica per quel discorso. Quindi la polizia militare è stata inviata per spostare violentemente i manifestanti pacifici da Lafayette Park. I militari hanno usato gas lacrimogeni, colpi di fulmine, manganelli e scudi per disperdere forzatamente una folla pacifica di bambini. I giornalisti che hanno parlato del discorso di Trump hanno notato che potevano sentire i bagliori del giardino della Casa Bianca. Trump voleva che lo schermo diviso su tutti i canali di notizie. Ce l'ha fatta.

Certo, Trump aveva un'altra ragione per far gasare i bambini e usare la forza militare su manifestanti non violenti: voleva liberare l'area perché voleva una foto-op. Dopo che i bambini furono gasati e sgomberati da un'area pubblica DAI MILITARI DEGLI STATI UNITI, Trump si avvicinò alla chiesa di San Giovanni, che era stata danneggiata in alcune recenti proteste. Trump non è entrato in chiesa. No. Era appena fuori dalla chiesa e teneva una Bibbia capovolta in modo che tutti facessero la sua foto. Il vescovo episcopale di Washington non ne aveva nessuna:

La destra Rev. Mariann Budde, il vescovo episcopale di Washington, ribolliva.

"Sono indignato", ha detto Budde in un'intervista telefonica poco dopo, facendo una pausa tra le parole per enfatizzare la sua rabbia mentre la sua voce tremava leggermente. Disse che non le era stato comunicato che Trump avrebbe visitato la chiesa e non approvava il modo in cui l'area era protetta per il suo aspetto.

"Sono il vescovo della diocesi episcopale di Washington e non ho ricevuto nemmeno una richiesta di cortesia, che avrebbero ripulito [l'area] con gas lacrimogeni in modo da poter utilizzare una delle nostre chiese come sostegno", ha detto Budde. Ha esclamato il presidente per essere stato di fronte alla chiesa – le sue finestre sono ricoperte di legno compensato – che regge una Bibbia, che Budde ha detto "dichiara che Dio è amore".

"Tutto ciò che ha detto e fatto è infiammare la violenza", Budde del presidente. "Abbiamo bisogno di una leadership morale e ha fatto di tutto per dividerci."

[Da WaPo]

Tutto ciò è accaduto mentre i leader locali e statali democratici e repubblicani stavano uscendo per incoraggiare Trump a STFU e non dire o twittare nulla sulle proteste o altro. Ed è qui che siamo ora: un presidente con un'autorità morale zero, che ordina la gasizzazione dei bambini in modo da poter fare una foto fascista in una chiesa.

Donald Trump visita la chiesa di San Giovanni

Donald Trump visita la chiesa di San Giovanni

Foto per gentile concessione di Backgrid.

Protesta di George Floyd a Washington DC
Donald Trump visita la chiesa di San Giovanni
Donald Trump visita la chiesa di San Giovanni
Donald Trump visita la chiesa di San Giovanni

Commenta su Facebook