Donald Trump litiga con il direttore del CDC su quando saranno disponibili i vaccini

Conferenza stampa di Trump sul Coronavirus

Ieri il direttore del CDC è apparso davanti a una giuria del Senato per parlare di un potenziale vaccino contro il coronavirus. Per essere chiari, il vaccino non esiste ancora in alcun modo che possa essere prodotto in serie, o esiste in un modo in cui la sua efficacia potrebbe essere ampiamente propagandata. Ci sono vaccini ancora in fase di sperimentazione e alcuni sembrano promettenti, ma chissà quando saranno * davvero * pronti. Bene, il regista Robert Redfield aveva un'ipotesi plausibile sulla sequenza temporale:

Gli Stati Uniti dovrebbero avere dosi di vaccino Covid-19 sufficienti per consentire agli americani di tornare alla "vita normale" entro il terzo trimestre del prossimo anno, ha detto mercoledì il capo dei Centers for Disease Control and Prevention. Il direttore del CDC, il dottor Robert Redfield, ha detto a una giuria del Senato che si aspetta che le vaccinazioni inizino a novembre o dicembre, ma in quantità limitate con i più bisognosi che ricevono le prime dosi, come gli operatori sanitari. Ha detto che ci vorranno circa “dai sei ai nove mesi” per far vaccinare l'intero pubblico americano.

"Se mi chiedi quando sarà generalmente disponibile al pubblico americano in modo che possiamo iniziare a sfruttare il vaccino per tornare alla nostra vita normale, penso che probabilmente stiamo guardando al terzo … fine del secondo trimestre, terzo trimestre 2021 ", ha detto alla sottocommissione per gli stanziamenti del Senato degli Stati Uniti per il lavoro, la salute e i servizi umani, l'istruzione e le agenzie correlate.

Il CDC in seguito ha restituito la testimonianza di Redfield dopo che il presidente Donald Trump lo ha criticato in una conferenza stampa alla Casa Bianca. Il CDC ha detto che la cronologia di Redfield si riferisce a quando tutti gli americani completeranno le loro vaccinazioni. "Non si riferiva al periodo di tempo in cui le dosi del vaccino COVID-19 sarebbero state rese disponibili a tutti gli americani", ha detto il portavoce del CDC Paul Fulton Jr. in una e-mail alla CNBC.

[Da CNBC]

I commenti di Redfield sono stati ampiamente diffusi ieri e la maggior parte delle persone ha pensato che avessero perfettamente senso: forse avremmo un vaccino disponibile, in piccole quantità, entro dicembre, ma un vaccino efficace prodotto in serie e disponibile al grande pubblico? Sarà il prossimo anno, fino al prossimo anno, realisticamente. Ma naturalmente Donald Trump ha fatto i capricci sul fatto che il "suo" direttore del CDC avesse emesso una previsione cautamente ottimista e ragionevole. Trump ha detto di aver chiamato Redfield dopo la sua testimonianza e che Redfield "si è confuso" e "ha commesso un errore". Certo, in grande. Trump ha anche affermato (di nuovo) che un vaccino potrebbe essere pronto entro ottobre. Non sarà.

Oh, e Redfield ha anche detto nella sua testimonianza al Senato che le maschere sono incredibilmente importanti fino a quando non avremo un vaccino, dicendo: "Potrei persino arrivare a dire che questa maschera per il viso è più sicura per proteggermi da Covid rispetto a quando prendo un vaccino Covid, perché l'immunogenicità può essere del 70%. E se non ottengo una risposta immunitaria, il vaccino non mi proteggerà. Questa maschera per il viso lo farà. " Trump ha risposto nella sua conferenza stampa ieri sera: "Penso che ci siano molti problemi con le maschere". * sospiro profondo * Siamo da sei mesi nella pandemia e questo è ciò per cui stiamo combattendo.

Inoltre: Trump non è affatto astuto alla sua "sorpresa di ottobre". Onestamente pensa di poter convincere un vaccino a commercializzare in ottobre, appena prima delle elezioni, e questo sarà ciò che gli farà vincere la rielezione.

Conferenza stampa di Trump sul Coronavirus

Foto per gentile concessione di Avalon Red.

Conferenza stampa di Trump sul Coronavirus
Conferenza stampa di Trump sul Coronavirus