Donald Trump ha twittato un'apparente "Trail Of Tears" Joke su Elizabeth Warren

Getty Image

L'attuale presidente dell'America è un po 'strano, con un pozzo senza fondo di eccentricità inaspettate e spesso allarmanti. Uno dei suoi più strani? La sua ossessione non solo con la senatrice Elizabeth Warren, ma con le sue affermazioni – in gran parte verificate da un test del DNA – che ha antenati nativi americani che risalgono a circa sei-dieci generazioni fa. Per questo motivo – e perché a lui non piacciono molto le donne in generale, e viceversa – a Donald J. Trump piace chiamarla "Pocahontas", che non è assolutamente razzista. Gli piace anche sottolineare ripetutamente che ha inventato il nome, che delizia e diverte i suoi sostenitori decisamente non razzisti.

Solo poche settimane dopo aver fatto una battuta sul massacro del Wounded Knee del 1890 che è stato probabilmente spiacevole, per dirla alla leggera, Trump è tornato di nuovo. Sabato Warren si è aggiunta formalmente alla formazione presidenziale democratica per il 2020 . Trump è stata solo una questione di tempo per sganciare l'azione "Pocahontas". Ci sono volute solo un paio d'ore.

"Oggi Elizabeth Warren, a volte indicata da me come Pocahontas, si è unita alla corsa per il Presidente", ha twittato un uomo d'affari più volte in bancarotta che ha perso il voto popolare e ha dovuto fare affidamento sul proprio collegio elettorale che era solito denigrare prima che lo mettesse al massimo potente posizione sul pianeta. "Farà il suo primo candidato alla presidenza nativa americana, o ha deciso che dopo 32 anni, non sta giocando così bene? Ci vediamo sulla campagna TRAIL, Liz! "

Perché le maiuscole? Non ci è voluto molto tempo prima che i social media capissero quello fuori.

Una volta tutto era chiaro, la pista in questione era la Trail of Tears – il trasferimento forzato del governo americano dei nativi americani verso l'Occidente nel XIX secolo, che provocò migliaia e migliaia di morti – la gente non era, diciamo divertito

Alcuni sono rimasti scioccati dal fatto che l'ex conduttore televisivo di realtà sappia per prima cosa com'era il Trail of Tears.

O forse non dovrebbero essere scioccati. Dopo tutto, questo è un presidente il cui predecessore preferito è Andrew Jackson.

In realtà, forse era semplicemente il suo ex collaboratore Steve Bannon a insegnargli questo bocconcino storico.

E, naturalmente, c'è il crack di Trump su Wounded Knee.

Solo un promemoria sul fatto che non è solo Trump a fare battute discutibili sui nativi americani, nel 2019, non meno. Un'altra persona famosa che entra nella mania dell'umore razziale è una certa amatissima allume Parks and Recreation che una volta ha fatto un sex tape su di lui facendo sesso con una ragazza di 16 anni .

Questo significa che Trump è finalmente andato troppo oltre? Per citare Cher : Come se. Il ruolo di Trump può essere riassunto da una linea vagante nel taglio profondo di Blur "Moving On" : "Non importa quanto in basso ci sia sempre un posto dove andare".

( Fonte )

Commenta su Facebook