Dolly Parton copre Elle: “Uno strass brilla come un diamante”

Il principe Harry britannico e sua moglie Meghan, il duca e la duchessa del Sussex in Sudafrica

Dolly Parton copre una delle copertine del numero Women In Hollywood di Elle Magazine. Hai bisogno di un po 'di sole nella tua vita? Quindi questa è l'intervista per te. Sono sempre stato un fan di Dolly, ma non sono unico lì – amare Dolly Parton è universale. È amata da ogni demografico, da ogni fan della musica, da ogni snob della musica. È un'icona della moda, un'icona di parrucca e un'icona di affari. È un tesoro unicamente americano ma, ancora una volta, tutti la adorano, in tutto il mondo. Anche la sua intervista con Elle è fantastica – vai qui per leggere . Sta promuovendo la sua nuova serie Netflix, Heartstrings di Dolly Parton , in cui ogni episodio fa un tuffo più profondo in una canzone che Dolly ha scritto. Jolene! Alcuni punti salienti di questo pezzo:

Le è stato detto di attenuare il trucco: la sua amica Chet Atkins le ha detto: "'Dolly, devi attenuarlo. Stai truccando troppo. Devi avere un po 'più di gusto. La gente non ti prenderà mai sul serio [come] cantautore e cantante. So che sei bravo in questo, ma le persone ti guarderanno come se riguardasse tutto il corpo. " Ho detto: "Sai una cosa? Non riesco a separare i due. Questo è ciò che sono.' Non solo non l'ho attenuato, ho pensato che se il mio lavoro fosse davvero abbastanza buono, la gente alla fine lo avrebbe riconosciuto. Si trattava di sapere chi ero, essere felice con me e sentirmi a mio agio nel modo in cui mi presentavo. Se fossi felice, potrei rendere felici le altre persone. È così che l'ho sempre guardato: che sembro totalmente artificiale, ma sono totalmente reale, come scrittore, come professionista, come essere umano. Uno strass brilla tanto quanto un diamante. "

Di più è di più: “Non ero una bellezza naturale delirante. Volevo solo essere carina. Volevo essere sorprendente. Volevo essere colorato. Volevo essere visto. Quando sono andato a Nashville, l'ho sempre esagerato. Quando dicono "Meno è di più", dico, "Questo è BS. Di più è di più. '”

Conoscere la sua attività sin dalla tenera età: “All'epoca era insolito che una ragazza fosse esigente. Non ci ho mai pensato [come essere] di essere una donna o un uomo. L'ho pensato come un artista, uno scrittore e una persona dalla forte volontà. Ero cresciuto in una famiglia di uomini, con sei fratelli, mio ​​padre, mio ​​zio e mio nonno, che amavo molto. Ho capito e conosciuto la natura degli uomini, quindi non avevo paura di lavorare in quel mondo, perché l'ho capito. Mi sembrava di avere qualcosa che fosse vendibile. Parteciperei alle riunioni dicendo: "Penso di avere qualcosa che potrebbe farci guadagnare un sacco di soldi". Non ho mai sentito che dovevo rannicchiarmi o sentirmi come, perché ero una ragazza, dovevo farlo diversamente. Ho solo creduto in me stesso. Lo fanno ancora. "

L'impatto di "9 a 5" e del movimento Me Too: "Penso che abbia portato così tante cose in primo piano che le persone non erano disposte a guardare, anche se sapevano che stava accadendo. A quel tempo, speravamo davvero che avrebbe fatto una differenza più grande di quanto non facesse realmente. Anche se mi sento come se avesse aperto molte porte e molti occhi a molti problemi che avevamo avuto dall'inizio del tempo. Abbiamo ancora molti degli stessi problemi. Penso che dobbiamo solo continuare a lavorarci. Penso che il nuovo movimento #MeToo e tutta quella roba ci abbiano gettato più luce. Penso che le donne siano in un posto migliore ora di quanto non siano mai state prima. ”

Se ha subito molestie: “Sono stato fortunato, più fortunato di quanto non lo siano le donne. Sono stato certamente molestato nella mia vita. Ho sicuramente dovuto sopportare un sacco di BS. Sono sempre stato abbastanza forte da allontanarmene e non doverci cadere. Sono stato fortunato a trovarmi in una buona cittadina di campagna, dove gli uomini d'affari hanno mogli, sorelle, cugini e figli. Non è come là fuori nel grande mondo, come in California, dove ti masticano e ti sputano fuori, o a New York, dove non hanno tempo, o in altre grandi città. "

Sull'essere un'icona della moda: “Dio, no. Per me, è ancora una delle cose più divertenti, quando le persone dicono che sono un'icona della moda. Ho sempre pensato che la gente pensasse che fossi così sfacciato. Sono! Sono appariscente e sono appariscente. Se non fossi stata una ragazza, sarei sicuramente stata una drag queen. Mi piace tutta quella stravaganza. Adoro tutto quel luccichio, quel luccichio e quel colore … Immagino sia sempre di moda essere te stesso e sentirti a tuo agio con chi sei, con ciò che indossi e con quello in cui ti trovi. "

[Da Elle]

"Un strass brilla tanto quanto un diamante." Un motto per la vita. Seriamente, sto diventando abbastanza emotivo pensando a quanto amo Dolly e quanto sia meravigliosa e senza problemi. È così pura … un diamante ricoperto di strass. Parla anche in questo pezzo di come sta iniziando la sua linea di moda e WIG LINE. Presto saremo in grado di acquistare WIGS con marchio Dolly. Qualcuno dica alla duchessa Kate !!

Dalle 9 alle 5 la serata di gala musicale

Foto per gentile concessione di WENN, copertina per gentile concessione di Elle.

Commenta su Facebook