Demi Lovato è dispiaciuto per un viaggio sponsorizzato in Israele

In estate, Demi Lovato ha deciso di realizzarsi con tutti noi su Instagram scattando una foto inedita del bikini della sua cellulite. Ma a quanto pare non le è piaciuto quando le persone sono diventate un po 'troppo reali con lei dopo aver pubblicato alcune foto di un viaggio gratuito in Israele. Demi è stata chiamata e ha dovuto spiegarsi con un po 'più di sforzo di postare semplicemente: “ Per citare me stesso, scusa non scusa!

Martedì Demi ha pubblicato alcune foto su Instagram di un viaggio sponsorizzato in Israele. Sembrava un'agenzia di viaggi che cercava disperatamente di spostare un paio di voli in Terra Santa. Demi dice di essere cresciuta cristiana ma ha antenati ebrei e che Israele era " magico " e l'aiutò a riconnettersi con il suo io spirituale. Le immagini includevano il battesimo di Demi nel fiume Giordano e la visita al muro occidentale di Gerusalemme. Alla fine del suo incarico, ha ringraziato Israele per averla.

Visualizza questo post su Instagram

Sono una cantante americana. Sono cresciuto cristiano e ho antenati ebrei. Quando mi è stata offerta una straordinaria opportunità di visitare i luoghi di cui avevo letto nella Bibbia crescendo, ho detto di sì. C'è qualcosa di assolutamente magico in Israele. Non ho mai provato un tale senso di spiritualità o connessione con Dio … qualcosa che mi manca da alcuni anni. La spiritualità è così importante per me … essere battezzato nel fiume Giordano – lo stesso posto in cui Gesù fu battezzato – non mi sono mai sentito più rinnovato in vita mia. Questo viaggio è stato così importante per il mio benessere, il mio cuore e la mia anima. Sono grato per i ricordi fatti e l'opportunità di essere in grado di riempire il buco di dimensioni di Dio nel mio cuore. Grazie per avermi, Israele

Un post condiviso da Demi Lovato (@ddlovato) su

Ha anche pubblicato notizie sulla visita al sito commemorativo dell'Olocausto Yad Vashem.

Visualizza questo post su Instagram

Il mio cuore era assolutamente spezzato in Yad Vashem. Questo è stato un tributo così bello e un promemoria che non possiamo mai dimenticare.

Un post condiviso da Demi Lovato (@ddlovato) su

Demi ha chiaramente fatto un viaggio molto personale e significativo, ma alcuni dei suoi seguaci non l'hanno visto come tale. E! Le notizie dicono che i commenti di Demi hanno iniziato a riempirsi di persone che l'hanno accusata di accettare un viaggio gratuito in Israele senza pensare alle conseguenze. Molte persone l'hanno criticata per aver scelto involontariamente un lato nella questione Israele-Palestina, e hanno insinuato che i suoi post sponsorizzati si sono presentati come propaganda filo-israeliana. Ha ascoltato i commenti e ha risposto scusandosi con una storia di Instagram.

“Sono estremamente frustrato. Ho accettato un viaggio gratuito in Israele in cambio di alcuni post. Nessuno mi ha detto che ci sarebbe stato qualcosa di sbagliato nell'andare o che avrei potuto offendere qualcuno. Detto questo, mi dispiace se ho ferito o offeso qualcuno, non era mia intenzione.

A volte le persone ti offrono opportunità e nessuno ti dice il potenziale contraccolpo che potresti incontrare in cambio. Questo doveva essere un'esperienza spirituale per me, NON UNA DICHIARAZIONE POLITICA e ora mi rendo conto che fa male alla gente e per questo mi dispiace. Mi dispiace non sono più istruito e mi dispiace pensare che questo viaggio sia stata solo un'esperienza spirituale.

Preferirei mettermi nei guai per essere autentico con me stesso piuttosto che stare zitto per compiacere gli altri. Adoro i miei fan, tutti quanti, da ogni parte. ”

Ha anche disattivato i commenti su entrambi i post.

Accettare un viaggio gratuito in Israele non è un incubo di pubbliche relazioni come, diciamo, sorridere in un selfie a Chernobyl . Ma è forse un po 'sordo dal punto di vista delle circostanze. Il gruppo per i diritti umani Human Rights Watch non ama esattamente tutti i gas lacrimogeni e gli attacchi aerei che il governo israeliano sta facendo ai manifestanti palestinesi. Secondo le Nazioni Unite , 295 palestinesi sono stati uccisi e oltre 29.000 sono stati feriti dalle forze israeliane nel 2018. Al contrario, 14 israeliani sono stati uccisi con 137 feriti. Quindi forse avrebbe voluto Google il posto prima che facesse un viaggio a pagamento lì. Per lo meno, probabilmente avrebbe dovuto noleggiare You Don't Mess with the Zohan . Anche se ho la sensazione che sia davvero sollevata, non ha mai fatto un selfie indossando una maglietta ricordo che dicesse: Falafel lascerò questo posto!

Pic: Instagram