Coronavirus, il virus non scompare: morti e nuovi positivi nelle ultime 24 ore

In totale, dall'inizio dell'emergenza, 33.229 vittime di coronavirus secondo i dati diffusi dalla Protezione civile. Attualmente ci sono 46.175 casi positivi, con un decremento del 1811 rispetto a ieri. Nell'isolamento domestico 38.606 persone. 7094 sono stati ricoverati in ospedale con sintomi, mentre 475 pazienti erano in terapia intensiva (-14 rispetto a ieri).

Nelle ultime 24 ore ne sono morte quasi 100, precisamente 87. Il numero di persone infette è diminuito, raggiungendo livelli bassi rispetto al numero di tamponi prodotti. Il coronavirus non scompare e, sebbene i dati mostrino una tendenza fluttuante, la diffusione del virus è stabile. Ancora oggi, la maggior parte dei 516 tamponi positivi rilevati si trova in Lombardia, con 354 nuovi positivi. Altri 56 casi in Piemonte, 38 in Emilia Romagna, 14 in Liguria e 16 nel Lazio. Nessun caso in Basilicata, Calabria, Valle d'Aosta, Umbria, Abruzzo e provincia di Bolzano.

(Continua a leggere dopo la foto)

A Roma, il numero più basso di nuove infezioni da Covid-19 dall'inizio dell'emergenza viene registrato oggi, con 3 nuovi casi. Lo ha annunciato l'assessore per la salute e l'integrazione sociale e sanitaria della Regione Lazio Alessio D'Amato, al termine della videoconferenza odierna della task force regionale per Covid-19 con i direttori generali delle autorità sanitarie locali e dell'ospedale e Policlinico universitario e ospedale pediatrico Bambino Gesù. (Continua a leggere dopo la foto)

“Oggi registriamo una cifra di 16 casi positivi nelle ultime 24 ore, con una tendenza dello 0,2%. È un registro dei guariti e dimessi che crescevano di 245 unità (guarite) e 218 unità (scaricate). Ci sono stati 8 decessi nelle ultime 24 ore, a cui sono stati aggiunti 5 recuperi di notifiche ”, sottolinea D'Amato. "Continua l'attività per i tamponi drive-in e la" tracciabilità dei contatti "è stata rafforzata con un incontro operativo ogni giorno con le autorità sanitarie locali sulla traccia", mentre i tamponi totali eseguiti "erano circa 250 mila", conclude l'assessore . (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Vacanze in Grecia – La Grecia accoglierà i turisti provenienti da 29 paesi, ma non dall'Italia, a partire dal prossimo 15 giugno. Questo è quanto riporta il quotidiano Kathimerini, che su Twitter pubblica l'elenco dei 29 paesi ammessi dopo aver allentato le misure di blocco imposte per contenere la diffusione del coronavirus. I confini greci si aprono quindi per i turisti provenienti da Albania, Australia, Austria, Macedonia del Nord, Bulgaria, Germania, Danimarca, Svizzera, Estonia, Giappone, Israele, Cina, Croazia, Cipro, Lettonia, Libano, Lituania, Malta, Montenegro, Nuova Zelanda , Norvegia, Corea del Sud, Ungheria, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceca e Finlandia.

“La seconda ondata di coronavirus? È oggettivo. "L'allerta di Brusaferro (Iss)

L'articolo del Coronavirus , il virus non scompare: morti e nuovi positivi nelle ultime 24 ore provengono dalla rivista Caffeina .

(Fonte: Caffeina)

Commenta su Facebook