Chi si fa carico dei costi per il Keen Caribbean Tour di Cambridges?

Quando ho iniziato a occuparmi dei tour reali, anni e anni fa, ho sempre pensato che i reali stessi si prendessero il costo dei tour. Con "i reali stessi", intendo … i tour sono usciti dal budget reale da qualche parte lungo la linea, o in mancanza, i soldi provenivano dal governo britannico. Alcune di queste sono vere. Ad esempio, i soldi dell'abbigliamento per il tour di Kate provengono da Charles e il Ministero degli Esteri britannico spende i soldi per coordinare tutto per i tour. Ma la maggior parte delle spese del tour proviene dai paesi che ospitano i reali. È da pazzi. Questo è il motivo per cui tutti i tour del Jubbly Commonwealth dei reali sono stati così pesantemente criticati nelle ultime settimane: perché questi paesi stanno raccogliendo il conto per William e Kate per fare il minimo indispensabile? Apparentemente, Kensington Palace era ed è consapevole delle critiche, quindi stanno cercando di inviare il messaggio che il Belize, le Bahamas e la Giamaica non stanno (esclusivamente) pagando il conto:

Il costo di questo tour è sostenuto congiuntamente, secondo una fonte di Kensington Palace, dai paesi ospitanti, dal Sovereign Grant (denaro dato alla monarchia dal Tesoro britannico) e dal Foreign, Commonwealth & Development Office britannico. Non sono stati forniti dettagli specifici o ulteriori dettagli, ma è possibile che alcune figure alla fine diventino di pubblico dominio attraverso conti reali o altri mezzi.

La questione del pagamento per la visita è già stata riportata dai media giamaicani, con il Jamaican Observer che ha riferito il mese scorso che il ministro senza portafoglio presso l'Ufficio del Primo Ministro, Robert Morgan, ha dichiarato in conferenza stampa che la Giamaica sarebbe responsabile di alcuni costi come la sicurezza, ma ha affermato che il governo "non stava pagando per la visita". La divulgazione, che coincide con le informazioni provenienti da una fonte reale, evidenzia che ai tre regni del Commonwealth visitati dal Duca e dalla Duchessa di Cambridge non sarà chiesto di pagare il conto per tutti i costi associati al viaggio.

[Da Yahoo]

Una delle spese maggiori per qualsiasi tour reale è la sicurezza, ed è più che probabile che Belize, Bahamas e Giamaica stiano pagando per la sicurezza dei Keen e forse nient'altro. Ma anche allora, stiamo parlando di centinaia di migliaia di dollari solo per un paio di giorni di servizi fotografici. Ma è interessante che Kensington Palace abbia informato la Rota sui costi del tour e ha sottolineato come * parte * del denaro proverrà dal Sovereign Grant e cosa hai. Soprattutto da quando quella narrazione è esplosa rapidamente, quando il governo delle Bahamas ha confermato che stanno assorbendo tutti i costi di quella tappa del Keen Caribbean Tour dei Cambridges:

Taypayers pagherà interamente per la visita del duca e della duchessa di Cambridge alle Bahamas, ha detto un funzionario. Jack Thompson, il segretario permanente presso l'Ufficio del Governatore Generale, ha affermato che tali viaggi di solito avvengono a spese della nazione ospitante.

“È consuetudine che il Paese ospitante assorba i costi, l'alloggio, i pasti per la coppia e il personale”, ha detto ieri durante una conferenza stampa presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il segretario stampa Clint Watson ha affermato di aver cercato di scoprire quanto costerà la visita reale, ma non è stato in grado di ottenere tali informazioni.

"Stanno ancora aspettando che arrivino un certo numero di cifre, quindi non hanno quella cifra per noi", ha detto.

[Dalla Tribuna 242]

Se sei d'accordo con i realisti, si potrebbe obiettare che il tour di William e Kate metterà in evidenza il "turismo" in tre nazioni caraibiche, nazioni che hanno grandi industrie turistiche, industrie che sono state influenzate negativamente da una pandemia di due anni. Ma se fosse così, Will e Kate, sai, non enfatizzerebbero davvero il TURISMO? Invece, stanno solo girando in giro, mangiando cioccolata e facendo incazzare gli attivisti locali e facendo i conti con i toni sordi.

Foto per gentile concessione di Instar e Backgrid.