“Chi è strano adesso?”: I pensatori eccessivi condividono 81 volte in cui erano davvero giusti alla fine

“Sii sempre preparato” suona bene sulla carta, ma è molto difficile da mettere in pratica. E questo per un solo motivo: è impossibile essere preparati a tutto . Non importa quanto sei dotato, non puoi prepararti per ogni singolo rischio ed eventualità (e chi vuole vivere l'intera vita in paranoia?). Tuttavia, quello che puoi fare è prepararti per i rischi e gli scenari più probabili… e fare affidamento sul tuo istinto che qualcosa potrebbe non andare.

Ci sono alcuni casi, tuttavia, in cui il pensiero eccessivo e l'eccessiva preparazione di qualcuno hanno salvato loro o qualcun altro, sia in situazioni davvero pericolose per la vita che completamente banali. Quello che segue è un resoconto onesto di quello che è successo, come condiviso dai pensatori di Reddit .

Scorri verso il basso, leggi e facci sapere nei commenti se sei mai stato contento di aver ripensato a qualcosa o quando il tuo istinto ti ha detto che qualcosa potrebbe non andare, cari Panda.

# 1

Quando io e mia moglie ci sposavamo e cercavamo un posto per la cerimonia, abbiamo trovato questo giardino bellissimo ma abbastanza remoto. Stavamo firmando il contratto per l'evento e continuavo a pensare che fosse abbastanza remoto, quindi ho chiesto: "quanto tempo ci vuole prima che l'ambulanza arrivi qui?"

Sono diventato lo zimbello di entrambe le famiglie. La mia (poi futura) suocera, che era presente all'incontro, è letteralmente caduta dalla sedia ridendo. L'organizzatore del matrimonio, lo ha ricordato per settimane, raccontandolo a tutti quelli che abbiamo incontrato. Mio padre concludeva ogni frase con "…ma forse hai bisogno di un'ambulanza per quello". Mia moglie emetteva suoni di sirene quando stavo dicendo qualcosa su cui non eravamo d'accordo. Ad ogni cena in famiglia tutte le zie e gli zii "controllavano" se l'ambulanza fosse presente. Lo chiami. L'intero pacchetto.

Tuttavia, non riuscivo a liberarmi di questa strana sensazione. Ci sarebbe voluta più di un'ora prima che l'ambulanza arrivasse in giardino. Dopo alcune settimane, ho finito per pagare un'ambulanza privata per essere presente al matrimonio.

Avanti veloce alla cerimonia. Mentre mia moglie cammina letteralmente lungo il corridoio, in fondo al giardino vedo due paramedici che corrono con una barella e mio padre che mi stringe la mano sussurrando: "Non sono affari tuoi, lascia che se ne occupino loro".

Quello che è successo è che uno dei nostri ospiti più grandi ha avuto un infarto ed è quasi morto durante la cerimonia. È stato salvato dall'ambulanza privata.

Da allora, quando mia moglie mi dice che sto pensando troppo, faccio solo il rumore della sirena.

Crediti immagine: rytur

#2

Il mio ragazzo, che non ha precedenti di convulsioni, è scampato alla morte per un pelo perché il mio pensiero eccessivo mi ha portato a entrare in casa sua quando non ha risposto al telefono.

Il mio pensiero eccessivo era iniziato qualche notte prima. Ha detto che aveva solo la lingua nel sonno e si è svegliato con un cuscino insanguinato e la bocca dolorante, ma non ricordava che fosse successo. Questo per qualche motivo ha portato il mio cervello troppo pensieroso a chiedersi "Wow, ha avuto un attacco e non se ne è reso conto?" Non ha precedenti di convulsioni, e siamo stati insieme molti anni (non vivevamo insieme ma passavamo notti insieme) e non avevo mai visto un accenno di convulsioni. Ma per qualche ragione, questo è rimasto nella mia mente.

Avanti veloce di due giorni. Di solito non usciamo la mattina perché gli piace dormire fino a tardi, ma in questo giorno avevamo un appuntamento per andare a vedere un cane specifico al canile che stavo pensando di adottare.

Non avrebbe risposto al telefono quella mattina. Ho chiamato più volte prima di andare a casa sua, ma non ha mai risposto. Ho iniziato ad avere una brutta sensazione, ma ho represso il pensiero "Ha un attacco epilettico", perché era chiaramente COSÌ improbabile, mentre stavo facendo un piano d'azione per quello stesso scenario.

Sono arrivato a casa sua e non ha voluto rispondere, quindi con una mossa da ragazza completamente NON ME, ho scavalcato la sua recinzione. Per fortuna la sua porta era aperta.

L'ho trovato privo di sensi e insensibile, sdraiato sulla schiena con i resti appiccicosi di schiuma tutt'intorno alla bocca.

Sono entrato in azione: l'ho fatto rotolare su un fianco per aiutare a frenare l'aspirazione, gli ho messo un cuscino sotto la spalla per tenerlo in quella posizione e ho chiamato l'ambulanza.

Se non avessi saltato la recinzione per entrare – se non fossi passato quando lui non ha risposto al telefono – se non avessimo programmato di incontrarci ore prima del solito – sarebbe morto entro pranzo. I suoi reni si stavano già spegnendo quando ha raggiunto il pronto soccorso.

Se non avesse mai menzionato di mordersi la lingua nel sonno, non credo che ci avrei pensato troppo. Nessuna pazza preoccupazione per le convulsioni mi avrebbe spinto ad andare a trovarlo.

Risulta essere una strana malattia del cervello che è stranamente endemica del tipo di malformazioni cavernose cerebrali del New Mexico.

Diversi giorni dopo, dopo che siamo tornati a casa dall'ospedale, ho ricevuto una telefonata da un amico che mi ha detto che il cane, contro ogni previsione, era ancora al canile, come nello stesso cane che avremmo dovuto vedere quel giorno. Avevo perso la speranza di prenderla, l'avevo respinta dalle mie priorità mentre era ricoverato in ospedale, ma si erano dimenticati di togliere il mio cartello di blocco 24 ore sulla sua gabbia, quindi nessuno ha chiesto informazioni su di lei.

Ora è il nostro cane miracoloso ed è l'animale più dolce che abbia mai posseduto. Il mio ragazzo non sarebbe vivo oggi se non avessimo fissato un appuntamento per incontrarla.

Crediti immagine: unicoroner

#3

Una volta stavo guidando sull'autostrada dietro un'auto con un paio di kayak legati al tetto. Il mio cervello ansioso continuava a dire "e se cadono dall'auto, stile destinazione finale?"

Ho cercato di convincermi che fosse una paura irrazionale, ma l'ansia ha avuto la meglio su di me e ho deciso di cambiare corsia e prendere una certa distanza.

Circa 30 secondi dopo, i kayak da spunto: entrambi scivolano giù dal tetto e girano per l'autostrada.

Per fortuna nessuno è rimasto ferito, ma l'uomo che non ha aiutato affatto la mia ansia.

Crediti immagine: L_bird

Non c'è niente di sbagliato nel volere un senso di sicurezza e chiarezza. Tuttavia, la vita è fondamentalmente imprevedibile. Il fatto è che ti sorprenderà, anche se pensi di fare di tutto per prevedere eventuali disagi o rischi.

In precedenza, Bored Panda ha parlato di come affrontare il fatto che la vita è piena di eventi inaspettati e spiacevoli con lo psicologo britannico Lee Chambers.

"Come esseri umani, abbiamo un desiderio di certezza e routine che ci fa sentire al sicuro e in grado di pianificare ciò che ci aspetta in modo organizzato. Quando situazioni imprevedibili o incidenti ci colpiscono, può essere traumatico e probabilmente proveremo un senso di delusione, frustrazione e perdita", ci ha detto durante una precedente intervista.

#4

Ho iniziato ad avere dolore al petto a 21 anni. Avrei difficoltà a respirare e qualcosa che chiamano "destino imminente". Sapevo che stavo per morire e l'ho detto a tutti quelli che sarebbero rimasti abbastanza a lungo per ascoltare. Lo sapevo solo. Ogni notte piangevo, temendo di non svegliarmi. Per sei mesi ho combattuto contro ogni infermiere, ogni dottore, ogni fornitore per essere preso sul serio. Anche la mia stessa famiglia mi ha voltato le spalle, imbarazzata da quello che pensava fosse un episodio psichiatrico. Sono diventato ossessionato. Sono andato alle biblioteche mediche per cercare casi come il mio. Ho fatto ricerche online. Ho consultato medici di tutto il mondo su Internet. Non ho mai dato un nome a quello che pensavo di avere, ma avevo un'idea molto precisa di quello che avevo e di come si sarebbe comportato. Ho raccolto documenti medici come prova e ho messo tutto in un raccoglitore in modo da poter mostrare ai medici che ho visto. In qualche modo, ho effettivamente previsto il ritmo cardiaco che avrebbe causato la mia morte: polimorfico vtach

Ho ottenuto due dei miei amici più cari e clinicamente intelligenti per diventare legalmente le mie procure durature. Poi, il 6 giugno 2018, sono andato in arresto cardiaco tre volte durante uno studio sul mio cuore che stavano facendo praticamente per assecondarmi perché non credevano che fossi malato.

Mi è stato detto che avevo una canalopatia genetica molto rara e molto mortale nel sistema di conduzione del mio cuore. Ho dovuto avere un defibrillatore cardioverter impiantabile automatico (AICD) installato in me, che avrò per il resto della mia vita.

Non dimenticherò mai il giorno in cui mi stavo riprendendo in ospedale dal mio inserimento di AICD. Ero sdraiato nel letto d'ospedale ed è entrato il mio dottore. Sul comodino c'era il grosso raccoglitore grasso che avevo portato in giro per mesi. Mi ha chiesto se poteva darci un'occhiata e io ho detto di sì. Dopo alcuni minuti ha detto: "Hai mostrato questo a tutti i fornitori che hai visto?" E io ho detto: 'L'ho fatto. Sei il primo a leggerlo davvero.'

Crediti immagine: salsa di sedazione

#5

Quindi forse non proprio questo, ma la mia sorellina:

Attraverso una lunga serie di eventi, i miei genitori (che non erano genitori adottivi e non volevano adottare) finirono per prendersi cura di un bambino (che non era affatto imparentato con noi) la cui madre era appena morta. Doveva essere solo per poche settimane prima che potesse essere trasferita in un collocamento più permanente. Non appena ho scoperto che i miei genitori avevano accettato di aiutarla a tenerla temporaneamente sotto controllo, ho capito dove stava andando e ho fatto stampare tutti i documenti per la domanda di adozione iniziale prima che arrivasse a casa nostra. Inutile dire che i miei genitori sono rimasti piuttosto sorpresi il giorno in cui hanno detto che stavano pensando di adottarla, e ho consegnato loro una cartella di moduli e le mie note scritte a mano su come funzionava il processo. (Per la cronaca, è legalmente la mia sorellina da 7 anni ormai.)

Crediti immagine: WateredDownHotSauce

#6

Sono asiatico, quindi la mia impostazione predefinita è pensare troppo, specialmente quando sono in gita/vacanza/ecc. Essenzialmente è proprio quello che succede se ho bisogno di X, Y, Z SOLO IN CASO.

Una volta, mentre vivevo in un altro paese della SEA, ho fatto una gita scolastica con i miei compagni di classe (per lo più bianchi).

Nota a margine: nella maggior parte dei bagni pubblici SEA, i bidet sono la norma, la carta igienica no. Ma in questo particolare paese, anche i bidet non sono incoraggiati a essere usati. Quindi la carta igienica è un lusso durante i viaggi.

All'hotel in cui abbiamo alloggiato, i miei compagni di classe mi hanno preso in giro per aver preso 3 rotoli di carta igienica dal bagno dell'hotel. Erano imbarazzati e mi hanno denunciato all'insegnante responsabile, che li ha rimproverati per aver perso tempo. Ho detto loro che si sarebbero pentiti di aver riso di me, ma hanno continuato a prendermi in giro per aver pensato troppo.

Indica il viaggio di ritorno in autobus e un paio di loro hanno avuto la diarrea e indovina chi era l'unico in grado di fornire abbastanza carta igienica. Ci puoi scommettere che mi sono fatto pagare per la carta igienica (per quadrato perché vaffanculo ragazzi per aver riso di me).

Crediti immagine: mochi-jpg

"È importante, tuttavia, abbracciare il fatto che il mondo può essere imprevedibile e incerto e diventare più tolleranti nei confronti del fatto che questa sia una realtà. Comprendere che le cose a volte sono fuori dal nostro controllo ci aiuta ad accettare che non tutto va secondo i piani e accettare quando ci accadono cose negative”.

Lo psicologo ha continuato: "Questa accettazione ci consente di abbracciare il cambiamento e la differenza e di gestire le nostre aspettative in modo da poter diventare più resilienti agli alti e bassi che portano tutte le nostre vite".

"La crescita post-traumatica non è sempre semplice da spiegare o utilizzare, ma spesso le avversità che affrontiamo possono creare un precedente per ciò che possiamo superare, aiutarci a vedere ciò di cui dobbiamo essere grati e darci una comprensione del supporto che abbiamo", ha detto a Bored Panda.

#7

Ferendo la mia mano dominante… da bambino avevo una paura irrazionale di vederla tagliata. Ho passato tutto il sesto anno insegnando a me stesso a scrivere e fare cose con la mano sinistra. Ho fatto uno sforzo consapevole per rimanere il più ambidestro possibile. Da adulto mi sono rotto alcune dita della mia mano dominante… ma non era un grosso problema perché potevo fare la maggior parte delle cose allo stesso modo con la mano sinistra. Anticlimatico, ma è stato utile lol

Crediti immagine: [eliminato]

#8

Porto un estintore nella mia auto. Ho assistito a un incidente d'auto in cui il motore ha preso fuoco. L'ho spento rapidamente prima che bruciasse l'interno dell'auto. Tutti sono sopravvissuti.

Crediti immagine: mwthread

#9

Al college, a volte gli studenti delle classi superiori rubavano casualmente gli asciugamani degli studenti delle classi inferiori dai box doccia e poi chiudevano a chiave le porte delle loro stanze in modo che dovessero andare alla RA a nudo. Ho avuto l'idea di riporre un asciugamano nelle tegole del cielo cadente proprio per quell'evento. Forse una settimana dopo sono diventato vittima di un furto di asciugamani. Tuttavia, gli studenti delle classi superiori erano molto scontenti di vedermi uscire pavoneggiando con un bel asciugamano pulito dalla mia scorta sul soffitto.

Crediti immagine: duck1914

"Una parte importante dell'apertura della porta per crescere dalle nostre lotte è trovare l'accettazione e prendere possesso di ciò che puoi controllare e trovare modi sani per esprimere le emozioni negative che derivano dalle sfide che ci mettono alla prova".

Lo psicologo Lee ha rivelato che lui stesso ha dovuto imparare di nuovo a camminare. "L'uso del diario e il parlare di come mi sentivo hanno giocato un ruolo significativo nel mio recupero quando ho dovuto imparare di nuovo a camminare e, di conseguenza, mi ha dato lo spazio per crescere e diventare mentalmente più forte", ha detto.

"È anche importante riflettere su tutti gli ostacoli che hai superato, in modo da poter vedere quali abilità e lezioni hai imparato ad applicare in futuro, e le avversità spesso ci aiutano a vedere ciò che conta davvero e ci avvicinano a conoscere i nostri valori e scopo".

# 10

Sono stato sopraffatto e sommerso il mio primo anno all'università, ma sono un appassionato che è determinato a fare bene. Una delle mie lezioni più difficili prevedeva un esame finale in formato saggio. Era una domanda da saggio e avevi tre ore per scrivere sull'argomento. Ho chiesto al professore se potevamo vedere gli esami degli anni precedenti per aiutarci a studiare e prepararci. Ho pensato che mi avrebbe dato un'idea migliore di che tipo di domanda aspettarmi. All'inizio sembrava titubante, ma alla fine mi ha dato un esame di qualche anno prima per poter studiare. Il giorno dell'esame, ho aperto il libretto del test: la domanda d'esame era la stessa esatta domanda dell'esame precedente che mi aveva dato. Ho guardato il professore, e lui mi guardava direttamente e sorrideva. Non sono mai stato così preparato per un esame.

Ho finito per superare la mia classe più difficile. In seguito, il professore mi ha detto che usava la stessa domanda d'esame per più di 20 anni e che ero la prima persona a chiedere di vedere un esame dell'anno precedente.

Crediti immagine: littlepinch7

# 11

Ho trovato un nodulo delle dimensioni di un nichel sulla tempia di mia figlia di quindici mesi, sono impazzito, ossessionato da esso, l'ho studiato in modo esauriente e ho concluso che si trattava di una ciste dermoide che si era consumata attraverso il cranio. Mi è stato detto da un pediatra che si trattava di un livido osseo che si sarebbe risolto nel corso di tre o sei mesi, non era necessario l'imaging e non avrei dovuto fissare un appuntamento all'ospedale pediatrico perché si sarebbe risolto da solo. Ho fatto comunque una radiografia e il radiologo ha confermato ogni mio sospetto, ma il pediatra ha comunque detto di aspettare e vedere perché è quello che si fa con le cisti dermoidi e sicuramente non era attraverso il cranio nonostante quello che ha detto il radiologo. Feci comunque un appuntamento in ospedale, e il chirurgo giurò senza sosta che, sebbene fosse una ciste dermoide come sospettavo, non sarebbe stata attraverso il cranio poiché in tutti i suoi anni di pratica non lo era mai stata. Bene, indovina cosa? ERA attraverso il cranio e premeva sulla membrana tra il cranio e il cervello, a un pelo dalla rottura della membrana o dalla pressione sul cervello. Ancora un paio di settimane di attesa e mia figlia avrebbe potuto avere convulsioni, un'infezione al cervello, danni permanenti. Ci ho pensato troppo e ora è una bambina di tre anni felice e in salute.

Crediti immagine: melma di rose

# 12

Ho attraversato una fase da adolescente in cui pensavo di essere un sensitivo. Lo so, lo so, stupido. Un amico mi ha chiesto scherzosamente di fare una previsione. Gli ho detto di prendere una torcia perché domani sarebbe buio. Ne ho preso uno io stesso quando sono tornato a casa e l'ho messo nella borsa. Non ho idea del perché, l'ho appena fatto. Il giorno successivo si sono verificati i blackout della costa orientale. Ancora oggi chiede previsioni.

Crediti immagine: jinxmalloy

# 13

Ho sempre sperato di essere il protagonista dell'azione in una situazione pericolosa per la vita, quindi ascoltavo e leggevo sempre gore e cose tipo "mi è successo". È stato utile quando una motocicletta davanti a me è salita sul retro di un camion con pianale. Il motociclista si è ribaltato, ha sbandato ed era privo di sensi. Il pianale non ha mai saputo che fosse successo qualcosa. Altri cinque guidatori stavano semplicemente in giro a fissare il ragazzo sulla strada, quindi mi sono avvicinato e ho chiesto a una persona di chiamare i servizi di emergenza, ho chiesto a un'altra di controllargli il polso dopo aver confermato che sapevano come farlo, e ho impedito a un'altra persona di provare a togliersi il casco . Sono stato anche in grado di riferire all'EMT che ha avuto un attacco mentre gli altri passanti pensavano che stesse "cercando di svegliarsi" e che avesse più costole rotte. Potevo sentire il movimento e la macinazione sotto la mia mano mentre lo consolavo dolcemente una volta che si fosse ripreso.

Mi sentivo abbastanza bene nell'essere in grado di prendere in carico e effettivamente dirigere per ottenere aiuto, soprattutto perché ero la persona più piccola lì.

Crediti immagine: wimwood

# 14

Ho trasferito la mia famiglia da Kiev in un luogo sicuro prima dell'inizio della guerra in Ucraina. L'ho fatto in modo completamente indipendente, non come politica aziendale o altro, e con la mia famiglia che protestava, non credendo che sarebbe iniziata una guerra.

Crediti immagine: igroknow

# 15

Penso troppo a cosa fare in caso di rapimento o di essere coinvolto in un evento che potrebbe portare a un rapimento. Ogni volta che sono sui marciapiedi a tarda ora, faccio sapere a qualcuno dove mi trovo, chiamala paranoia. Stavo tornando a casa alle 3 del mattino in un campus universitario, quando un camion nel parcheggio ha spento le luci. Ha attirato la mia attenzione. Qualcuno è sceso dall'auto e si è messo a camminare anche lui sul marciapiede, a pochi metri dietro di me. Ho mandato un messaggio alla ragazza che sapeva che stavo camminando con il mio numero di telefono e le ho detto di chiamarmi immediatamente. Ho detto ciao ad alta voce, ho annunciato la mia posizione esatta e ho lasciato intendere che ci saremmo visti presto. Il ragazzo si interruppe: non so dove sia andato dopo.

Non so se era tutto nella mia testa o no. Tutto quello che so è che sono ancora vivo.

Crediti immagine: TheUnwelcomeTagalong

#16

Anni fa, quando ero al liceo, la mattina presto aspettavo lo scuolabus sul ciglio di una strada trafficata. Pensavo spesso a cosa farei se un'auto andasse fuori strada e si dirigesse dritta verso di me. Una mattina, stavo aspettando nel mio solito posto quando un'auto che trainava un rimorchio stava guidando giù per la collina. Ho pensato, cosa farei se il trailer si staccasse? Una frazione di secondo dopo, il rimorchio si staccò dal gancio di traino e venne verso di me a tutta velocità.

Mi tuffai oltre il muro dietro di me e strisciai freneticamente sull'erba per allontanarmi da esso. Abbastanza sicuro, il trailer ha colpito il muro esattamente dove ero in piedi e ha sbattuto contro il muro. Ho fatto esattamente quello che ho sempre pensato che avrei fatto se un'auto fosse mai corsa verso di me.

Crediti immagine: cidergrave

#17

Questo era a 9 anni. Eravamo tornati a casa e abbiamo visto i primi sbuffi di fumo per l'incendio del cedro della California nel 2003.

Naturalmente, ho pensato al peggio, ho messo in valigia tutti i miei vestiti e ho passato circa un'ora a fare una gabbia da viaggio per i miei porcellini d'India. Ho legato la loro bottiglia d'acqua di lato in modo che potessero bere, ho messo in valigia il loro cibo e i loro mobili preferiti per ogni evenienza.

Ho quindi trascorso le ore successive a monitorare l'incendio al telegiornale e in lontananza dalla nostra finestra, chiedendo periodicamente ai miei genitori se avessimo bisogno di evacuare.

Ad un certo punto della notte, il fuoco è accelerato come un matto ed era letteralmente sul pendio dall'altra parte della strada. Sono andato nella stanza dei miei genitori e ho detto "l'incendio è dall'altra parte della strada, sei sicuro che non dovremmo evacuare?"

A questo punto, siamo impazziti tutti ad afferrare documenti e forniture importanti, e mentre stavamo per chiudere le porte e guidare mi sono reso conto di aver dimenticato le mie cavie. I miei genitori mi hanno detto che era troppo tardi e che non avevo tempo per prenderli, ma quando ho pianto e ho spiegato che li avevo impacchettati, sono riuscito ad afferrarli e andare.

La casa è finita bene grazie a un vicino che ha spento le braci prima che prendessero, ma siamo stati via abbastanza a lungo che i miei maiali non ce l'avrebbero fatta.

Crediti immagine: elettricista itinerante

#18

Avrei dovuto sposarmi alla fine di maggio dell'anno scorso. All'inizio dell'anno, prima che accadesse qualsiasi cosa della pandemia, ero ossessionato dal pensare a tutte le cose che potevano andare storte e a come avremmo perso i soldi spesi per l'evento. Di conseguenza, ho acquistato una polizza assicurativa ad altissima copertura per l'evento. Per fortuna, questo tipo di assicurazione non prevedeva clausole che impedissero la riscossione in caso di pandemia. Abbiamo tutti i nostri soldi indietro.

Crediti immagine: supers99

# 19

Ero in quinta elementare e tornavo a casa da sola perché mia sorella se n'era andata presto da scuola e ha notato che qualcuno mi seguiva. Da bambino con una grande immaginazione, avevo pensato a scenari in cui venivo seguito. Ho persino cercato su Google cosa fare in quella situazione, quindi sapevo quale dei miei piani avrebbe funzionato. Quindi, quando il ragazzo mi stava seguendo, ho preso quattro a sinistra. Quando ho controllato dietro di me, stava ancora seguendo. Ero già abbastanza vicino a casa mia e sapevo di non entrare, quindi sono andato in alcune case da un vicino e ho bussato alla sua porta. 'Ciao mamma!' Ho urlato. 'Sono a casa. La porta è aperta?' Hanno aperto la porta. In un sussurro così piano che le mie labbra quasi non si muovevano, dissi: 'È un'emergenza; per favore fatemi entrare.' La mia vicina ha inclinato la testa quel tanto che basta per vedere fuori senza essere vista, ha notato l'uomo e ha detto ad alta voce: 'Non devi chiedere di entrare in casa tua. Vieni' e fammi entrare. Abbiamo chiuso e chiuso a chiave la porta, poi abbiamo aspettato che l'uomo se ne andasse.

Non l'ho mai visto dopo un altro incontro, ma l'ho descritto a mia madre nel caso lo avessimo rivisto.

Crediti immagine: Fandom_local_kiwi

# 20

Tenevo un cucchiaio nella borsa.

Questo era al liceo e un giorno il mio amico ha messo un cucchiaio nella mia borsa per scherzo. Ho deciso di lasciarlo lì, "per ogni evenienza", e il mio amico ha pensato che fosse esilarante. È diventata una cosa normale per lei controllare la mia borsa ogni poche settimane per vedere se il cucchiaio era ancora lì dentro.

Bene, un giorno ho deciso di spendere qualche soldo in più e di prendere un piccolo gelato alla fragola a fine pranzo. L'avevo già comprato e quando l'ho visto mi sono diretto verso il portaposate… il porta cucchiaio pulito era VUOTO! Essendo la fine del pranzo in un giorno in cui la mensa aveva servito il peperoncino, tutti i cucchiai puliti erano stati spazzati via. Stavo per sentirmi molto triste per me stesso (e cercare di decidere se una forchetta fosse accettabile per mangiare un gelato) quando mi sono ricordato: IL CUCCHIAIO DA BORSA.

Dopo una rapida pulizia con un tovagliolo, il cucchiaio era pulito e pronto per l'uso. Naturalmente, la mia amica era con me e riusciva a malapena a tenersi in piedi mentre io pronunciavo ad alta voce il mio amore per il cucchiaio tra un boccone di gelato

Crediti immagine: vimini

#21

Zaino in spalla, sono sempre io quello troppo preparato… al punto che ho ricevuto un po' di sfregamento dai miei amici. Ho sempre un kit di pronto soccorso piuttosto completo e un paio di cose davvero utili per aggiustare l'attrezzatura quando sei fuori nei bastoni. In particolare super colla, 50' di corda per paracadute e un piccolo rotolo di nastro adesivo.

Lo sapresti, abbiamo camminato lungo il sentiero nella natura selvaggia dal sentiero di Lincoln. È un vecchio letto ferroviario dritto come una freccia. Alla fine c'è un bel campeggio. Ci presentiamo, sistemiamo o riordiamo e una coppia si presenta alla nostra tenda chiedendo se abbiamo qualcosa per aggiustare uno scarpone da trekking. La suola si era parzialmente staccata dal tallone dello stivale.

Stavano facendo un'escursione la mattina successiva, quindi non doveva essere perfetto. . doveva solo durare le 7 miglia ish fino al sentiero su un terreno pianeggiante. Ho incollato la suola sullo stivale e ho tenuto il tutto a posto con un po' di nastro adesivo in modo che si fissasse. Ha funzionato come un incantesimo! Per tutto il tempo in cui ho eseguito la riparazione, tutti hanno commentato quanto fosse utile che avevo portato con me la super colla.

Continuavo a pensare tra me e me.. perché dovresti andare in profondità nel bosco senza alcune semplici forniture per riparare la tua attrezzatura?

Crediti immagine: mysticalfruit

#22

Sono uno spegnitore di denaro. Solo duecento dollari in posti casuali come cappotti e cassetti, nel caso avessi bisogno di contanti. Questi non vengono utilizzati a meno che non sia un'emergenza. Bene, quando mi hanno rubato il portafoglio e tutte le mie carte hanno dovuto essere cancellate, ci è voluto un secondo caldo prima che arrivassero le sostituzioni. Non avevo un documento d'identità, perché è stato rubato, e non sono stato in grado di provare la mia identità e ottenere una carta temporanea in banca. Ma indovina chi è stato d'accordo per qualche giorno a fare la spesa mentre arrivavano le mie carte? Questa ragazza.

Crediti immagine: TacoTuesday4All

# 23

Avevo sempre bende, alcol antisettico, un pezzo di halva (spuntino di Tahini mescolato con miele), alcune compresse di menta per la tosse e cotton fioc nella mia cartella. Nel caso in cui. Un giorno, dopo la scuola, sono andato a lezione di pianoforte e c'era questa bambina a cui era caduta una grande lastra di vetro sulla costola – c'era sangue dappertutto. Io, un altro studente e il nostro insegnante l'abbiamo fasciata rapidamente e fermato l'emorragia prima che arrivasse l'ambulanza. La sua famiglia ci ha ringraziato così tanto che non sapevo come reagire. E poi, quando ero in una classe extra a studiare per l'esame di ammissione al liceo, la mia allora cotta ha preso il raffreddore. Le ho dato della menta e il pezzo di halva per scaldarla. Dannazione, il suo sorriso quella notte è ancora nella mia mente fino ad oggi. Alla fine l'ho portata a casa quel giorno e ci siamo innamorati per i due anni successivi.

Non stiamo più insieme, ma ogni volta che la vedo a scuola, ci salutiamo ancora.

Crediti immagine: PFVN_Dragon

#24

Mazza. Una persona con cui ho lavorato era un molestatore sessuale registrato e aveva un debole per me. Gli ho detto più volte che mi faceva sentire a disagio e di stare lontano da me. Per qualche ragione ho avuto incubi su questo tizio, era alto 6 piedi e mezzo e orribile. Ad ogni modo, ha detto che si sarebbe fermato in un negozio in cui mi fermavo sempre dopo il lavoro, ed era ovvio che conosceva la mia direzione quando me ne sono andato. Mi fermo in questo negozio e lui è già lì, si avvicina alla mia macchina e io abbasso il finestrino e spruzzo questo tizio, e lui si è fatto cadere una mazza da billy dalla manica. Tutti mi dicevano sempre di smettere di essere paranoico e di smettere di pensare che mi avrebbe attaccato o violentato, che “è stato in prigione e ha imparato la lezione”. Fanculo quel tizio. Non avrebbe mai dovuto essere fatto uscire di prigione. Per riferimento, sono anche un tizio alto 6 piedi che è sempre preparato al peggio.

#25

Ho sempre portato una scatola di succhi/spuntini in più e sono un set di vestiti extra durante il liceo perché ero sempre preoccupato che uno dei bambini della mia scuola con il diabete potesse abbassarsi e aver bisogno di un po' di zucchero (per la scatola dei succhi e gli snack) e potrei mi sporcavo o i miei vestiti si rovinavano (i vestiti extra) beh, un giorno il bambino della mia classe con il diabete aveva bisogno dello zucchero. Per fortuna, pochi giorni dopo una ragazza della mia classe stava avendo un brutto malfunzionamento del guardaroba e non vedeva l'ora di una nuova maglietta, quindi la mia maglietta XXL le fungeva sia da camicia che da vestito.

Crediti immagine: Deus_ex_jauquina

#26

Il mio partner mi dice che penso troppo e compro generi alimentari perché ho un'intensa paura di non essere in grado di provvedere a mia figlia. Quando il Covid ha colpito e i negozi erano esauriti di TUTTO, indovina chi era quello che forniva cibo e carta igienica a quel partner?

Crediti immagine: justme7601:

#27

Sono un clarinettista dilettante. Ho suonato nell'orchestra locale e simili. Mio figlio era nella banda del liceo (suonava anche il clarinetto). Prima di una partita di football, nell'area di riscaldamento, mi ha chiamato mentre stavo per andare alla partita, dicendo che qualcuno nella sua sezione aveva un problema con il suo strumento, quindi ho avuto un prestito?

Ora, il bello dell'essere un clarinettista è che tutti quelli che conosci ti chiamano ogni volta che vedono un clarinetto di plastica economico in vendita in una vendita di garage o simili. Quindi nel corso degli anni (soprattutto quando mio figlio era in jr. e sr. high) quando ho visto uno di questi per $ 50 o $ 100 l'ho afferrato. Non succedeva tutti i giorni, ma al culmine della mia collezione avevo un paio di clarinetti in plastica battenti oltre a quello di legno piuttosto buono che suonava mio figlio (e il signore sa che non mi fiderei di nessuno con i miei buoni clarinetti in si bemolle e IA usata in orchestra).

Quindi ho preso ENTRAMBI questi lavori di plastica, che in realtà hanno funzionato bene, e li ho portati. Ho tirato fuori dall'auto quello che pensavo fosse il migliore dei due e l'ho dato all'amico di mio figlio. Nel frattempo, lui dice "ehi, un'altra persona ha avuto un problema…" e io ho tirato fuori il secondo clarinetto dall'auto.

"Quanti clarinetti HAI?" era la domanda di mio figlio

È stato un momento di orgoglio.

Crediti immagine: battitura casuale

#28

Quando avevo 11 anni, tenevo sempre circa 12-15 di una combinazione di penne, matite e pennarelli nella tasca dei pantaloni. Proprio come avere opzioni e non sapere mai su cosa avrei bisogno per scrivere! A volte però ho avuto qualche sfizio da altri bambini.

TAGLIO A

In un campo di fine settimana con un gruppo di ragazzi, sto partecipando a una specie di corsa di caccia al tesoro. A un certo punto i nostri team hanno raggiunto questo compito in cui tutti devono disegnare o scrivere qualcosa (non ricordo davvero). Ma ci sono solo due penne, una decina di persone per squadra, e un'altra squadra si è appena presentata.

Con una penna assegnata a ciascuna squadra, il gioco procede lentamente… finché… RICEVERAI UNA PENNA! HAI UNA PENNA! TUTTI PRENDONO UNA PENNA!

La nostra squadra urla per tutto il compito perché possiamo scrivere tutti contemporaneamente, mentre l'altra squadra se ne va arrancando con la loro penna. Alla fine vinciamo. Chi è strano adesso?!

Crediti immagine: AlastorWestdrop

#29

Porto un po' di tutto, nella mia borsa. Eravamo in spiaggia, in bassa stagione, e un bambino è stato spazzato via. Avevo tutto il necessario, per pulirlo e fasciarlo. Ho portato quella roba, (rinnovandola quando è diventata vecchia), per quasi 20 anni prima di averne davvero bisogno.

Crediti immagine: MorgainofAvalon

#30

Non io, ma mia madre.

Apparentemente, a una festa in cui i miei genitori ei loro amici stavano giocando a giochi da tavolo, ci siamo resi conto che mancava una clessidra da uno dei giochi che avevano in programma di giocare. Mia madre ha provveduto a frugare nella borsetta ea tirare fuori una clessidra che le era capitato di portare, nella remota possibilità che non ne avessero una.

TUTTAVIA, più tardi durante la notte, quando era stato bevuto, qualcuno accidentalmente ha sbattuto un drink, rompendo la clessidra di mia madre. Senza perdere un colpo, frugò nella borsetta e tirò fuori un'ALTRA clessidra.

Sapeva che il primo, essendo di vetro, poteva rompersi, quindi aveva pronto un backup.

Crediti immagine: BustyChicken

#31

Covid. Anni fa ho lavorato in un negozio di forniture e uniformi mediche, e loro stavano traslocando. Hanno deciso che non avrebbero più venduto mascherine e le avrebbero gettate via. Ho chiesto se potevo tenerli. Nel caso in cui. Si sono trasferiti con me per circa 5 anni prima che usassi effettivamente le maschere

Crediti immagine: divinexoxo

#32

Ho avuto la sensazione per tutta la mia gravidanza che mia figlia sarebbe stata presto. Doveva arrivare il 21 luglio e in qualche modo sentivo che sarebbe arrivata prima della festa del papà. Ho comprato a mio marito una cravatta rosa su cui mettere le sue impronte per il suo primo regalo per la festa del papà, ho fatto preparare la mia borsa dell'ospedale e il seggiolino per auto installato in anticipo. Un ragazzo è saltato da una libreria sulla mia pancia mentre insegnavo a Pre-k, che ha strappato un muscolo addominale, ha innescato il travaglio precoce e mia figlia è arrivata il 9 giugno tramite un taglio cesareo d'urgenza. In nessun modo avrei potuto saperlo, ma mi sono preparato.

#33

Faccio IT come un dovere aggiuntivo rispetto ai miei doveri primari sul lavoro. Quando ho preso il controllo, ho notato che non c'era un singolo tracker per nessuna attrezzatura IT, che valeva circa $ 400.000. Ho fatto una doccia e ho pensato che forse avrei dovuto creare un tracker. Ho anche pensato di includere le date di scadenza della garanzia, insieme ai dettagli della cabina di ogni apparecchiatura anche se potrei non averne mai bisogno. Took more than two weeks to complete it, but I had a spreadsheet of warranty information, serial numbers, cubicle numbers, room numbers, and model information for hundreds of computers and equipment. Several weeks later, my work replaced all the expired warranty computers with brand-new computers, and they said I needed to get the information on the old equipment before the weekend. I literally pulled up my spreadsheet, looked at all the expired warranties, and sent it to them within minutes.

I would have had to go to every computer and check the warranty on the box, but since I decided to do that weeks prior, I already had that information.

Furthermore, we had an inspection come up regarding our processes and bookkeeping, just to ensure we were complying with standards and stuff. Well during the inspection, they wanted to see if they could 'stump the dummy' and asked several things like, 'I need to see these individual computers. Here are their serial numbers.' Granted this would have been a real problem because finding a random computer without it tracked would be hard…but I had my spreadsheet!

Pulled it up, grabbed the cubicle locations for each of them, showed them where they were, and passed the inspection! All because I thought of adding some unneeded information to a spreadsheet.

#34

I got pregnant. I thought I couldn't be so lucky. Surely I will miscarry. Nope didn't miscarry, but I had a weird feeling all pregnancy my baby will die. Despite good scans good heartbeat. Over thinking persisted. 35 weeks pregnant feeling tired and swollen I felt a need to have the baby checked. Over thinking this all day I finally went In labor and delivery. Scanned me said my baby was in heart failure and didn't have even have a brain. He did have a brain it was just so swollen with fluid it was undetectable. I was taken by ambulance to a better hospital, diagnosed with vein of galen malformation. One In a million odds and I won… my baby lived for 5 days. My worse case did come true.

#35

I researched how to escape a car that drove into water. Years later, I was catching a ride with someone in a car that drove off a pier and into 25-feet deep water. I immediately unclipped the driver's seat belt after mine and got out of the car, as I had little time to spare. After I got out and was on the car roof, I saw she was still inside. She was frozen in panic. The car was filling fast but hadn't tipped nose down yet. I banged on her window, so she pressed the button and the window went down. I reached in, started to gently pull her toward me, and then she started climbing out. Once I pulled her out, I helped her slide out onto the roof. From there, it was a short swim to safety. She did most of the work once she realized what she needed to be doing. Up to then, she was frozen in indecision and assumed the window wouldn't work or that opening the door was the right thing to do.

Image credits: Nuffsaid98

#36

I always keep an unopened deck of cards in my backpack. You never can tell when some Hold 'Em may be needed to pass the time.

But when I was at a business conference the bigwig who was presenting to us was having to wing it with a few things because his luggage had been lost, and he didn't have all of his materials. He had the PowerPoint deck, but he didn't have his props.

He started going into explaining how he'd be able to demonstrate this statistical principle he was describing, only he didn't have the unopened deck of cards he needed.

Voila! I was able to produce a shrink-wrapped deck of cards.

My boss was also in the same presentation, and he was also impressed that I just happened to have a deck of cards on me, so that's nice, too.

Image credits: ronearc

#37

I work in child care and was working at a center that was so so draining. I started applying for new jobs and went on a couple of interviews. One time, I had an interview with another daycare and was offered the position. I loved my coworkers and ultimately decided to turn the new position down. However, I had this gut feeling that I couldn't burn any bridges in case s**t at my current job hit the fan. So when I turned down the new job, I made up an excuse saying I'd love to take the offer but couldn't because of xyz reason but would be in the touch sometime in the future.

Lo and behold, a couple of weeks later, s**t hit the fan at my work. I took a month off and then emailed the job that offered me a position and started 2 weeks later.

#38

I keep a change of clothes in my car at all times and a wool blanket in case my car breaks down or I'm stuck in undrivable conditions. Sure enough, about 11 years ago it snowed just enough that my pavement princess of a car couldn't drive safely in it and I was too far away from town to turn back, so I pulled over and waited out the snow in comfort (I had snacks and water remaining from the trip I was still on at the time) until the street sweepers came through.

#39

I have just about everything you could possibly need to survive in the car if it breaks down or something else happens. I was driving and an old couple was crossing a driveway headed home after a nice lunch out. The lady biffed it on the curb. She had ripped quite a bit of her skin and was bleeding all over the place. I saw them, pulled my car over, and was able to hop out, clean her up, and bandage everything up. It felt really good to be prepared and help the frantic old couple.

#40

I carry scissors in my glove compartment. They came in handy when a kid tightened a skinny zip tie around my 9 year olds finger at a park. Completely cut off the circulation. Also the other kids mom was a nurse so that was helpful too. Carry scissors and a nurse at all times.

#41

I can grab critical documents, computer backups, laptops, clothes, water, wife, and dog and be on the road in 10 minutes or less. And I proved I could do it when a forest fire overran the city. I've added a couple of gas cans to the process now as well.

"I keep a mental list. In an evacuation situation, you won't have time to consult a list. For me, docs and data are 'must have.' Devices, clothes, and water are 'if there's time.' Wife and dog are self-managing. Keep it simple.

Add to your docs an SD card with photos of all your property, including serial numbers if possible. Now make a copy and rent a safety deposit box, and keep it there. It's worth its weight in gold if you ever have to make an insurance claim.

#42

I watched some first-aid videos when I was working daycare, multiple times. A week later, one of our young toddlers had a febrile seizure. My co-teacher froze. I got the kid out of the feeding table seat and got him on the floor. Our director called the paramedics and their mom, and I stayed with him and gave info to the paramedics. It was a surreal day.

#43

I was working on a commercial that had some very specific LED eyelashes written into one part of the script, so much that we were casting a girl to wear them and just had them audition with huge fake regular lashes on. In my mind I kept thinking, 'These LED lashes are going to be hard to find, and none of these men are thinking about it.' But I didn't want to be 'that girl' and bring it up or complain to wardrobe, so I ordered two pairs from overseas that took three weeks to come in. The day before the shoot, guess who was all freaking out because LED lashes aren't available in the US yet? They were screwed…until I showed up with two pairs.

#44

Made my kids "rehearse" for a fire. We had rope ladders, escape routes and a meeting spot- everyone should! 1/17/18 we put it all to the test. I thank God every day that we all made it out because we were prepared. Overthinking and anxiety for the win!

#45

I am basically blind without my glasses, and I've always taken a backup pair of glasses when I travel. It went untouched for years, taking up valuable space in my luggage. Lo and behold, one trip to Montreal a few years ago I just woke up one morning to find my glasses broken – no idea how it happened. And I finally got a chance to break out my backup pair.

#46

I have a rule to never mention names of people when speaking about them in public, in case they overhear. My mom and I went out to eat one day and were chatting when she brought up an incident from when I was in middle school where some kids were really messing around and she had to step up and correct them since no one else would. I nodded and was about to mention who they were by name when I remembered my rule. Well…that girl turned out to be our waitress. I didn't recognize her as it had been several years, and she introduced herself soon after.

I think there's a really good chance she heard at least part of what we said. I'm so glad I didn't mention I remembered her name!

#47

Riding a motorcycle. I always assume every car around me is going to wildly pull out in front of me or swerve into my lane. multiple times these assumptions have saved my life. i'm a pretty crazy over thinker and a lot of times it's needless worry. but I feel like sometimes it prepares me for something that DOES actually happen.

#48

I have this weird fear of causing some sort thermal shock making something i'm using explode in my face… So one day, we were at a friend's making a BBQ but turns out, their BBQ was like a big flowerpot they were using as a firepit… My first reaction was just "HELL NAW, let's put this spare table between this explosion hazard and us before we sit down" ! And I was right ! After having cooked our meal and eaten quite well, while we were sitting behind this defensive wall I insisted on having and the ambers were still quite hot, the flower pot just suddenly exploded sending shards all around the yard !

#49

I convinced my family to let me install a motion-activated light and camera in our alleyway. I spent lots of time in the garage and always thought to myself that someone would come in and murder me while I was working in there. Fast-forward about two weeks after they let me install everything: I'm in there painting, and I hear some motion in the alley. I heard the motion light turn on, turned to check the camera monitor beside me, and lo and behold, there was a group of four teenagers. And one of them was taking as**t on my driveway.

To this day, my family still has that camera and light even though I'm gone.

#50

My friends wanted to take me out for my birthday. I wasn't exactly clear on what the plans were, so I decided to wear pants under my pants, just in case. Turns out, they ended up taking me to a gentlemen's club and paid some ladies a few hundred dollars to give some Coyote Ugly-type dance with me in a chair. At some point, a high heel went through my jeans, and a very classy woman tore out my crotch area. But to her, and everyone else's surprise, I was wearing pants under my pants.

They haven't let me live it down.

#51

I always have an escape plan, and every time I go to a party or large gathering, I figure my way out should things get out of hand. I've had too many dramatic friends. I want to be able to peace out at a moment's notice if people blow up. A few times it came in handy, but the most prescient was a party at a frat house. I'd never been there before but came with some friends, and one of those friends had her 16-year-old brother along with us. He had a backpack with our booze in it. The cops got called on the place. Once I heard them coming up, I literally grabbed both my friends and the kid and said, 'Bail!' and led them out the back sliding glass door and through a field and navigated our way back toward our apartment areas.

We found out after the fact there were a handful of fines and drug arrests, but I made us all bolt because I didn't want the kid to get stuck with a minor-in-possession charge while visiting his sister.

#52

Not me overthinking but one time when my girlfriend and I were going to the gym she packed me two spare shirts. I made a joke that it was unnecessary to bring two as it's not like I was gonna explosively [poop] myself or something and ruin the spare shirt and need a second spare, we laughed it off but brought two anyway.

After changing from my sweat soaked shirt to a spare upon walking home a bird s**ts all down me ruining the shirt I was wearing. I was so thankful she had brought an additional spare, so I now do not question the quantity of what she decides to bring anywhere.

#53

This just happened a couple minutes ago. I come to a stop sign by a park you can only make a left or right. There was a car sitting there and when I went to turned left, he moved his car so I waited, then he stopped by a kid sitting alone on a bench. I stopped my car about 30 yards ahead of his. When he went to get out I got out too and started speed walking towards the park. His eyes were on the kid and I just ran right into him. I didn't say anything but I just stared at him. he immediately turned to leave. I had already gotten his license plate and when I made sure the mother was in the area I left and reported him. Edit for clarity: the mom wasn't too much behind me. she probably saw him was just a little further on the playground. she picked him up and went back to his car.

#54

I'm in Canada, and like a lot of Canadians, I have a PO box across the border in the States where a lot of things get shipped to. One day after work, I had a few things that just arrived. Rather than wait for the weekend, I decided it was smartest to just go across after work to grab my stuff instead. I was going to do a grocery run, but that would have added over an hour to the trip, whereas just picking up packages could be done in seven minutes. I spoke with the agents for each side, and everyone was laughing off the idea the border would shut down. It was closed two days later in March 2020, because of COVID.

#55

Honestly, this whole pandemic. I have struggled with severe germophobia my whole life, and as a little kid, I found out what a pandemic was and was really scared of the idea of one happening at some point within my lifetime. The more I read up on pandemics and their history as I grew up and lived with that fear, the more likely I came to feel it was.

When Covid was just a thing in Wuhan, I had heard it could be transmissible for weeks before it showed any signs and symptoms, and in the modern day of fast, worldwide travel constantly occurring on a mass scale, I right away felt like 'there's no way this thing won't become as uncontained as possible in no time'.

I right away started to say that it was going to spread worldwide, be a serious issue, and that people here (in the States) wouldn't handle it well or act reasonably and would panic and buy everything off of the shelves at first and then immediately not take it seriously at all and call you weak if you do take it seriously. Every one I know laughed at me, rolled their eyes, and told me I'm a crazy germaphobe. And then literally every single last detail of every single thing that's happened here in the US – from how bad it got exactly to the early panic buying days to the politicizing of the virus and the way Trump used that to his advantage to how long it's been around and how things might start wrapping up and getting back to normal a bit if we can vaccinate – all happened EXACTLY the way I called it play by play like a year and some months ago.

So idk if I'd call everything that's happened 'unlikely' really, but at the mental level (and even partially the level of resources/taking precautions the experts tell us to take well before the experts began to tell us to take them – I already had masks/etc. and was social distancing before that was a 'thing' here), I've kinda been gearing up for this my whole life in some ways.

#56

I'm not a full-blown prepper, but I'm a fan of apocalyptic stories and games and figure that while I don't need to be ready for a zombie apocalypse, there's reason to have survival supplies around the house. My wife and I made jokes with each other, but that didn't stop me from buying extra supplies.

The pandemic hits, along with some power outages, and we realized that we really didn't need to leave the house. We had food supplies, lots of toiletries, 12 months of insulin for my, a generator and extra gasoline to keep the sump pump running and the mini-fridge with the insulin cool. We had MREs that I'd purchased for paintball games. Oh…cats need to eat too, right? We had catfood backups. We had liquor that was jokingly for "trade when the zombies hit", and we enjoyed mixed drinks and game nights with the kids.

Seriously, while the pandemic had a tremendous impact on many people in the world, it was one of the most enjoyable periods I've had with the family. No trips or social events. No panic buying. No emergency medications that we hadn't prepared for. No need to leave the house for anything, and everything we needed and wanted at our fingertips.

In fact, the pandemic was almost like a test run for a more serious event. MASKS! We never stocked up on masks…you know…zombies bite, so makes aren't a big thing, right?

In short, the preparation that I was making in support of my family as a father and husband, turned out to be no laughing matter. While other families were telling stories of wiping their butts with newspaper and rags, we had dozens of rolls. While others looked at their shrinking pantry, we were enjoying a variety of meals that we now had time to cook and prepare. While others were store hopping to stock up, we were playing family games and organizing our supplies.

Before, I was slightly embarrassed about my "mini-prepper", disaster preparedness angst. Now? I feel like super-dad. This was especially true when looking at my son with Type-1 diabetes. He damn-near cried when I told him that we could go a year without leaving the house for anything.

#57

My boss hates how much time I spend making detailed and customizable excel spreadsheets. Until crisis day comes and suddenly I'm the only one who can provide accurate answers in however long it takes me to figure out what the hell I was thinking when I made the spreadsheet.

#58

I always keep chocolate in my car and my dad happened to run low ( blood sugar level – diabetic) without having anything to help and no shops in the vicinity I saved him.

#59

As a kid, me and my friend would play in a little grass area. To get to this, there were two entrances. One was a slope leading to the upper grass area, and the other was a gap in the bushes. These two exits were next to each other, so to leave you would have to pass both exits. I was convinced that if somebody came in while we were down there, we would be trapped. I stressed the whole time we were playing down there about how I would run if someone were to come in. We both were flinching at any noises, but it was too pretty of an area to leave that soon. I begged my friend for us to play in the upper area, since that had an exit on the opposite side and we could have two exits to leave. So we did. One day, I was smacking trees with a giant stick I found, when my friend started whisper-shouting my name. I looked at her after not hearing her the first few times. Walking up from the slope was a tall person wearing a trench coat, with one of those novelty anonymous masks.
We immediately sprinted off. Once we were far enough away, we turned around and saw him just watching from next to the exit.

It sounds fake, but it was pretty horrifying as a 12-year-old. I would have thought it was a teenager playing a prank, but a couple days before that incident, I was home alone, and saw the same masked dude walking past my house. It freaked me out, and I called my parents, who said the man was probably going to a fancy dress party.

I still wonder what would've happened if we were down there with him.

#60

A couple of years ago, I was taking classes at this tuition academy, when I stepped out for a cigarette. Back then, my family didn't know I smoked, so I was slightly apprehensive. There was a shop nearby, and I just took a quick look at some cars parked nearby. I even internally chided myself for being so paranoid.

Imagine my surprise when I saw my mom's car. I then saw my mom with my younger brother at a shop nearby, buying some stuff.

To my knowledge, that was the ONLY time she ever visited that particular shop, and it was at the exact moment when I decided to smoke a cig. My anxiety bailed me out for once (although my mom did find out about the smoking later).

#61

Back before the SARS-based viral outbreak, we never thought it would be a pandemic-level event. Still, we stocked up on N95s, an ozone generator, clinical cleaning supplies, and even had an account with a medical supply company, which came in super handy.

The toilet paper craze in April 2020 was the only thing that caught us off guard.

#62

I was MADE for this question.

I have a…weird? obsession with safety plans. Always lived in a tornado area. My family was always the nothing is gonna happen people. Well when I felt like I knew what I needed about protection from storms I suddenly was terrified of an Earthquake. I didn't live in an earthquake zone (it was -possible- but unlikely). So my obsession moved to this. I researched what to do if you're driving, on a second floor, etc. I was keeping a small emergency kit in my purse as a just in case. It included batteries, flashlight, first aid. My dad and I both worked on the third floor of a building and I felt anxious about it lol.

Well guess what?!!!! People called me crazy but a couple months later we experienced an earthquake. It wasn't bad enough that I actually needed anything for it…but it still happened.

#63

When the towers came down I was working at a company that markets builders. We saw a drastic decrease in new homes across the country. Combined with a lowering interest rate I expected a huge financial crisis. We moved from Michigan to Nebraska because corn and beef will always be in demand. Everyone laughed at us. The housing bubble hit Michigan starting in about 2006 or 7. By 2008 it was a depression. Michigan saw record unemployment Nebraska's was the second best in the country.

#64

When my son was still a baby, we had to take an 11 hour flight. As an overthinker, I brought at least 25 diapers for him to go through. He didn't need that many, but the mom sitting close to us was very grateful when she ran out of diapers not even halfway through the flight and I gave her a few.

#65

I bought and learned to use a slim Jim ( open locked cars) I carry one in my car and have been able to help no less than 10 people who have locked their keys in their car. My brother was visiting me from out of town and he need something from Target, he called me and said an elderly man had locked his keys in his car and I was able to drive over and help. Also have jumper cables that have helped start a few stranded drivers.

#66

I always carry a small sewing kit whenever I go to a wedding. I have sewed two brides into their dresses so far!

#67

All the teachers at the Middle School I taught at knew I was a pack rat and one day a kid split his pants and the school counselor came to me and said 'Mr. Thehogdog, would you happen to have a pair of sweats or gym pants in your truck'. YEP.

So the the kid spent the rest of the day in a pair of nylon pants I had behind my seat. He is lucky because if he didnt fit he would have spent the rest of the day in a white disposable 'coverall' I had in case I had car trouble in nice clothes.

Icing on the cake: It was a student I really liked who was super helpful to other kids and teachers, so it was nice to do something nice for him.

I also carried a 'Swiss Army' brand soft side brief case (yard sale find) STUFFED and it had a few of each size of battery.

One day Phil Niekro and 2 Braves players were there for an assembly and Phil's mic battery was dying so I SPRINTED upstairs to my classroom, grabbed a 9 volt from my bag, then basically rolled across the panel and switched out his battery and got back to the PA avoiding getting on TV News cameras.

#68

Due to the pandemic, I was stuck at home this past New Year's. I ordered dinner from my favorite restaurant at 5 pm, rather early just in case to have later in the night. Sure enough, the restaurant stopped accepting orders a couple hours later due to the rush.

#69

One time, I waaaay over thought a concern I had around dryer vent fire. When the time came that we had a clog, didn't know, and there was a wee burst of flames I was READY.

#70

I'm sure this'll probably get lost, but one day I get a text while I'm in my last class of the day for high school that my mom isn't home as she took my dog to the vet, and I wasn't aware of any appointments that were made for my dog, so on the way home, I kept going through worst case scenarios in my head, and the one I got stuck on was that she was about to be put down and they were waiting until I could see her.

Well, turns out, that is actually what happened, and not a day goes by where I don't think about her.

#71

Being diagnosed with an autoimmune disease after researching it thoroughly and knowing I had it, but everyone in my family telling me I was just being a hypochondriac. Was prepared for the diagnosis, not so much the life with it, but it's getting easier.

#72

Getting lost in a foreign country. Relying on phone GPS to navigate, data stops working….had over prepared and memorized the map of the downtown area ahead of time.

#73

I was in dorms my first year in uni and people always thought it was funny that I locked my door at night (we were all pretty close and I was insinuating people were thieves/untrustworthy.) One night I heard someone fiddle with my door and I peeked through the peephole and saw someone I did not recognize. Turned out he got drunk in the nearby bar, managed to sneak into the building, and tried to sneak into multiple other girls rooms (our names and pronouns were listed on the door)

#74

That my husband's female coworker was interested in him. Mentioned it once to him and he denied any interest outright. 8 months later he was moving in with her and we were in the process of a divorce which I paid for quite easily. Happily in my own relationship now over 4 years later.

#75

Back when I was in university, I attended a student event during a weekend. I had a feeling that the organizers weren't prepared, so I grabbed a box of tissues and shoved it in my backpack on my way there. When I got there, they were serving pizza, but they had no plates, or even napkins. So it was pretty good that I had some with me!

#76

My company was in shambles financially and was laying off (bit before corona). I kinda sensed my number will come soon, so I applied for masters degree. I got laid off and 2 weeks later I had my acceptance letter for a masters degree. Saved me the panic of finding a job in a post corona economy in 2020.

#77

The death of a family member.

OCD: when over-thinking turns into repeatedly mourning for family who are still alive, because "how would I feel if I never get to see them again?"

#78

What would I do if my neighbors house caught on fire…I said I'd make sure my kids were safe and panic, and then we'd run if the fire got close. My neighbors house caught on fire and I sat outside and watched it with my kids and panicked.

#79

I know first aid and how to deal with bad cuts and stabs. I had to use the stab on myself when a buddy accidentally stabbed me in a freak accident, and the cut when I almost cut a friend's thumb off. 3 Eagle scouts, and I'm the one who remained level headed (to the credit of one, he got cut with a sword….)

#80

A year and a half ago, my wife was doing the Susan G. Komen 3-day walk, and she was staying in a house that was rented. She had just finished day 2, and her body was essentially done at that point. In the middle of the night she woke up with severe sweating and dizziness. She started vomiting and by the next morning didn't feel much better.

I get the call "can you come take me to Urgent Care?"

Oh s**t, this is my wife we're talking about. Toughest lady I've ever known, never asks for help with anything. Strong as an ox, and about as stubborn as one too. So when she asks me to take her to the doctor/hospital, I'm out the door in seconds.

I drive down to the house to get her. Before we leave, I remember she told me she vomited last night. Well I'd been there the night before to bring our daughter to see her before she fell ill, and I'd played in the sand at the beach with her with some of the beach toys the house had on hand. So I just grab a bucket in case she needs to throw up in it.

We make it to Urgent Care without incident, but I brought that damn bucket in either way because I'll be damned if something goes down. Sure enough, she gets the urge to throw up while we're there, and wouldn't you know it? The bathrooms were both occupied. Bucket to the rescue. I felt like a goddamn hero.

#81

I overthink thesis/research oral defense. My thought kept saying, what if the panelist throw tons of questions that we can barely answer?

And it indeed happened, luckily I know the majority of the panelist's questions.

(Fonte: Bored Panda)