Brad Pitt ha citato in giudizio Angelina Jolie per la vendita dell’anno scorso della sua metà di Chateau Miraval

Nel luglio dello scorso anno, Angelina Jolie è andata in tribunale per far rimuovere il congelamento di una proprietà comune. La proprietà? Chateau Miraval, la casa/azienda vinicola/vigneto francese che all'epoca era di proprietà di Angelina e Brad Pitt. Quando Angelina ha chiesto il divorzio nel 2016, il tribunale ha congelato tutti i beni in comproprietà, il che significa che né Brad né Angie potevano vendere qualsiasi cosa fosse di proprietà congiunta. Jolie è andata in tribunale lo scorso luglio perché erano passati cinque anni e aveva un acquirente per la sua metà di Miraval. Aveva informato Brad e i suoi avvocati del potenziale acquirente per settimane, ma non avevano risposto, quindi è andata in tribunale. Il blocco è stato rimosso e Angelina ha avviato la trattativa per vendere la sua metà. A settembre, Brad si stava scatenando e l'ha trascinata in tribunale per questo . Il problema è stato risolto rapidamente: Angelina è stata legalmente autorizzata a sciogliere la partnership commerciale che aveva con Pitt e vendere la sua metà di Miraval, cosa che ha fatto in breve tempo. Ha venduto la sua metà di Miraval a Tenute del Mondo, una sussidiaria di Stoli , e secondo quanto riferito ha ottenuto un buon prezzo. Bene, indovina chi è ancora arrabbiato per questo?

Brad Pitt dice che Angelina Jolie lo ha ingannato vendendo segretamente la sua partecipazione in un'azienda vinicola che possedevano congiuntamente… l'ha venduta a un oligarca russo, e ora le sta facendo causa per annullare l'accordo. I documenti legali di Brad, ottenuti da TMZ, fanno parte della loro infinita guerra di divorzio. I 2 hanno acquistato Chateau Miraval a Correns, in Francia, nel 2008. Brad dice di aver investito un sacco di soldi e tempo nell'azienda vinicola nel corso degli anni, anche se riconosce che Angelina ha perso il 40% del prezzo di acquisto di $ 28,4 milioni.

Brad dice che solo lui ha reso l'azienda vinicola di successo perché nel 2013 non stava facendo molto in quel dipartimento. Afferma che hanno sempre avuto un'intesa … nessuno dei due potrebbe svendere i propri interessi senza il consenso dell'altro. Avanti veloce fino al 2016 … Angelina ha chiesto il divorzio ed è diventato super controverso.

Lo scorso luglio Angelina è andata in tribunale e ha detto al giudice di aver raggiunto un accordo per vendere la sua partecipazione a una persona senza nome. Pitt dice che a settembre ha acconsentito a consentire ad Angelina di portare avanti la vendita, ma ha chiarito … che non stava acconsentendo alla vendita, ma avrebbe piuttosto dato il pollice in alto o in basso all'acquirente proposto. Brad dice che in ottobre è rimasto scioccato nell'apprendere che una società chiamata Tenute del Mondo – una sussidiaria di Stoli Group (la società di vodka) – controllata dall'oligarca russo, Yuri Shefler, ha acquistato la sua partecipazione nel winey.

Brad dice che solo lui ha reso l'azienda vinicola di successo perché nel 2013 non stava facendo molto in quel dipartimento. Afferma che hanno sempre avuto un'intesa … nessuno dei due potrebbe svendere i propri interessi senza il consenso dell'altro. Dice che Angelina non ha mai chiesto il suo consenso e gli ha intenzionalmente nascosto i termini dell'accordo.

Brad dice che Shefler ha devastato la sua capacità di gestire l'azienda vinicola. Una fonte vicina a BP ci dice: “Purtroppo, questo è un altro esempio della stessa persona che ignora i suoi obblighi legali ed etici. In tal modo, ha violato i diritti dell'unica persona che ha versato denaro e sudato equità nel successo dell'azienda pretendendo di vendere sia l'azienda che la casa di famiglia a un concorrente di terze parti. Sta cercando un ritorno su un investimento che non ha fatto e profitti che non ha guadagnato".

Brad ora vuole che il giudice annulli l'accordo. Vuole anche il risarcimento dei danni. Abbiamo contattato un rappresentante per Angelina… finora, nessuna risposta.

[Da TMZ]

Secondo quanto riferito, Angelina voleva uscire da Miraval in parte perché era una delle più grandi e ultime risorse possedute congiuntamente. La Jolie era anche a disagio con quello che Brad stava facendo con Miraval. Era a disagio con chi stava portando in casa e lui l'aveva esclusa dall'attività della cantina. Credevo lo scorso autunno che il tribunale avesse completamente autorizzato la vendita della metà di Jolie e che la cosa fosse stata risolta. Lo credo ancora, perché nota quanto sia complicato il linguaggio della causa di Pitt: "Afferma che hanno sempre avuto un'intesa … nessuno dei due potrebbe svendere i propri interessi senza il consenso dell'altro…" Una "comprensione" non è un accordo legale vincolante . La corte ha affermato che Jolie possedeva metà di Miraval e che aveva il diritto di vendere la sua metà.

Leggendo la copertura di Page Six (hanno ricevuto la stessa citazione dalla stessa fonte anonima, Brad è così impegnato quando diffama Jolie), dicono che la causa riguarda anche il modo in cui Brad aveva il diritto di prelazione e non ne aveva idea saldi. Anche se l'ha trascinata in tribunale l'anno scorso, anche se lei ha informato Pitt ei suoi avvocati del suo desiderio di vendere e del fatto che aveva un acquirente in fila. Se avesse voluto superare Stoli, avrebbe potuto. Avrebbe potuto comprarla completamente anni fa. Non l'ha fatto.

Inoltre: immagina di fare causa alla donna di cui hai abusato . Quanto di questo è solo un'altra estensione dell'abuso di Jolie da parte di Brad?

Foto per gentile concessione di Avalon Red, Instar e Backgrid.