Axl Rose è l'ultimo musicista a dire a Donald Trump di smettere di suonare le sue canzoni

Getty Image

Solo la scorsa settimana Pharrell Williams ha inviato a Donald J. Trump una lettera di cessate-e-desist , arrabbiata rettamente che il presidente stava facendo saltare "Felice" a una manifestazione avvenuta poche ore dopo che un uomo armato ha assassinato 11 persone in una sinagoga di Pittsburgh . Adesso anche Axl Rose è incazzata.

Il frontman dei Guns N 'Roses è andato su Twitter sabato sera, un giorno dopo che Trump aveva suonato il classico della band "Sweet Child O' Mine" in una folla la cui età media è il doppio rispetto alla canzone stessa. Rose non era felice del fatto che il comandante in capo – il cui ultimo annuncio di pre-seminario era stato ampiamente criticato come razzista diretto – fosse in qualche modo associato a una canzone sull'amore consensuale.

Ahimè, sottolinea Rose, che non proibisce legalmente al presidente degli Stati Uniti di usare la canzone più suonata della band su Spotify.

Né, dice il cantante, qualcuno al rally sarebbe infastidito dal fatto che la persona che canta la canzone che si sta godendo alla manifestazione di Trump odia tutto ciò che rappresenta.

Ma poi, questi tweet sono davvero per qualsiasi sostenitore non-Trump che capita di intravedere la manifestazione sui notiziari, ascolta Guns N 'Roses, e assume Rose, Slash, e altri. stanno sostenendo qualcuno che ripetutamente ha scherzato sul fatto che uno dei suoi fanatici del Secondo Emendamento dovrebbe uccidere Hillary Clinton .

Con ciò, Rose si unì a una lunga, lunga, lunga fila di artisti che hanno mandato il presidente a cessare-e-desistere lettere o l'hanno chiamato con rabbia per usare la loro musica. Questo elenco, compilato utilmente da Vulture , include [respiro profondo] Neil Young, REM, Twisted Sister, Adele, Elton John, I Rolling Stones, Queen, la tenuta di George Harrison, la tenuta di Luciano Pavarotti, la tenuta di Prince, Steven Tyler e il soprannominato Pharrell Williams.

Se Trump avesse onorato le richieste, non avrebbe avuto molto da giocare. Poi, di nuovo, potrebbe far esplodere tutte quelle canzoni amate dal suo più famoso superfan di Hollywood, Scott Baio . Purtroppo, l' ex fan di Twitter, James Woods, non ha cantato personalmente nessuna delle canzoni del film Disney del 1997, Hercules .

Tutti gli altri, però, possono godersi la musica dei Guns N 'Roses in pace. Andiamo fuori con questa scena classica del film finale di Dirty Harry The Dead Pool, in cui un pre-fama Jim Carrey sincronizza le labbra con "Welcome to the Jungle", con un cameo da un Liam Neeson dalla coda di cavallo.

(Via Mashable )

( Fonte )

Commenta su Facebook