Asia Argento dice che il suo regista “xXx” Rob Cohen l’ha drogata e violentata nel 2002

Asia Argento era all'avanguardia della prima ondata del movimento #MeToo quando si è fatta avanti con alcune delle prime accuse pubbliche contro Harvey Weinstein che ora, molto probabilmente, sta letteralmente marcendo in prigione. Ma le cose si sono complicate per l'Asia quando lei stessa è diventata oggetto di accuse di aggressione sessuale contro il suo giovane co-protagonista (da 17 a 37) Jimmy Bennett in seguito alla morte per suicidio del suo allora fidanzato Anthony Bourdain e conseguente litigio con l'ex. alleata Rose McGowan . A quel tempo ha detto che si stava lanciando nella " Fase Due del movimento #MeToo " in cui " una vittima che ha una storia negativa dovrebbe avere il coraggio di farsi avanti e dire 'anche io, sono stata vittima di violenza sessuale' e qualunque cosa possa colorare il mio passato non nega la verità su quello che mi è successo. Come tale, Asia si è fatta avanti ancora una volta con l'accusa di essere stata drogata e aggredita sessualmente dal regista Rob Cohen nel 2002 mentre stavano girando xXx . So che è un po 'tardi, ma innescare avvisi in abbondanza.

Secondo Deadline , Rob nega categoricamente queste accuse. Tuttavia, la figlia di Rob, Valkyrie Weather , è al fianco di Asia mentre Valkyrie afferma che Asia era con lei l'anno scorso quando ha accusato suo padre di abusi sessuali sull'infanzia .

L'attrice e regista Asia Argento si è fatta avanti e ha accusato il regista di Fast and the Furious e xXx Rob Cohen di violenza sessuale.

Voce convinta e schietta che è stata una delle tante che ha accusato Weinstein di molestie, Argento ha rivelato le accuse contro Cohen in un'intervista al quotidiano italiano Il Corriere della Sera. Argento ha detto ai media che era la prima volta che parlava di Cohen. Ha affermato che Cohen l'ha abusata e le ha fatto bere GHB, un anestetico associato allo stupro di datteri.

“A quel tempo, non sapevo davvero cosa fosse. Mi sono svegliato la mattina nudo nel suo letto ”, ha detto Argento al quotidiano italiano. Ha aggiunto che il presunto attacco è avvenuto durante le riprese del film xXx del 2002 .

Asia include questa accusa contro Rob nella sua autobiografia di prossima uscita Anatomy of a Wild Heart . Asia ha recentemente affermato in un talk-show italiano che “ non si è fatta avanti con le accuse di aggressione perché non era sicura di cosa fosse successo e poi ha detto che non voleva 'creare un'altra tempesta'. Tuttavia, poiché da allora sono uscite ulteriori accuse contro Rob, Asia ha ritenuto che fosse giunto il momento.

Tuttavia, ha detto che quando altre donne si sono fatte avanti con accuse contro Cohen, ha deciso di farlo anche lei. Nel 2019, un individuo senza nome ha accusato il regista di violenza sessuale. Secondo il rapporto dell'Huffington Post , il presunto attacco è avvenuto nel 2015 a Manhattan. Sua figlia Valkyrie Weather lo ha accusato di molestie quando era bambina e da adolescente, sostenendo che l'aveva portata all'estero a visitare le prostitute. Da allora Cohen ha negato queste accuse.

Puoi leggere il resoconto di Valkyrie sugli abusi sessuali che dice di aver subito per mano di Rob in questo thread qui . Valkyrie ha anche pubblicato questo messaggio di supporto per l'Asia su Twitter.

Ed ecco una dichiarazione di Rob sull'accusa di Asia (tramite Deadline).

Per quanto riguarda le accuse, un portavoce di Cohen ha rilasciato una dichiarazione a Deadline in cui si afferma: "Mr. Cohen nega categoricamente l'accusa di aggressione di Asia Argento contro di lui come assolutamente falsa. Quando lavoravano insieme, avevano un ottimo rapporto di lavoro e il signor Cohen la considerava un'amica, quindi questa affermazione risalente al 2002 è sconcertante, soprattutto considerando quanto è stato riferito di lei negli ultimi anni ".

Quest'ultima clausola è tanto poco sorprendente quanto irrilevante. Ma come sappiamo, è normale. La fase 2 è caotica da morire . Per la Fase 3 suggerisco che tutti noi in modo proattivo ci trasformiamo in una specie. Ovviamente non ci si può fidare.

Pic: Instagram