Anya Taylor Joy sul suo programma frenetico: “Sono sopravvissuta con Diet Coke, sigarette e caffè”

'Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli' premiere del film, Londra, Regno Unito

Anya Taylor Joy copre il numero di ottobre di Tatler. Sta promuovendo Last Night in Soho , il thriller horror dall'aspetto bizzarro in cui interpreta una cantante jazz negli anni '60 a Londra. Anya lavora molto e ha lavorato costantemente per anni, il che le ha conferito l'atmosfera di un'attrice più anziana e di un'attrice veterana, anche se ha solo 25 anni. Ha chiacchierato con Tatler del film, dei paparazzi e, naturalmente, di quanto ama Argentina. Ha trascorso anni della sua prima infanzia in Argentina e ne parla ancora come se facesse di tutto per tornarci definitivamente. Alcuni punti salienti:

Last Night in Soho: "Quel film è stata la prima volta che ho indossato stivali bianchi. Ora vivo in loro.'

La storia nascosta di Last Night in Soho: "La nostra versione di Londra ti presenta la linea sottile tra il centro in cui i tuoi sogni diventeranno realtà e un vero e proprio incubo da cui è difficile uscire. Abbiamo tutti avuto momenti in cui siamo stati a una festa, abbiamo incontrato qualcuno e abbiamo pensato: "Oh, è meraviglioso, questa persona è davvero gentile e siamo davvero vibranti", e poi sette ore dopo sei tipo, "Oh, questa persona è orribile e non voglio più trovarmi in questa situazione."'

Quello che ha imparato nella sua ricerca sulla scena degli anni '60: 'Andy Warhol ed Edie Sedgwick sono stati davvero attivi e hanno lavorato solo per circa un anno e mezzo, il che mi fa impazzire. Sembra che sia stato questo grande periodo espansivo e così influente, eppure è stato un fuoco di paglia. E la Londra degli anni Sessanta era così».

La sua prima infanzia in Argentina: lasciare l'Argentina ha spezzato tutti i nostri cuori. È un mondo così sacro per tutti noi.' Solo all'età di 14 anni ha imparato ad apprezzare ciò che i suoi genitori avevano fatto per la famiglia trasferendosi nel Regno Unito. 'Mi sono scusato con loro perché ho iniziato a capire le opportunità a Londra. Avevo l'autonomia che non mi sarebbe stata necessariamente concessa in Argentina, quindi ne sono stato molto grato.'

Odiava essere un'adolescente: "Ero solo molto insicura e profondamente infelice… Quando sei un adolescente, i tuoi sentimenti sono così drammatici, che non pensi di sopravvivere. Poi fai altri 10 anni e dici: “Provo lo stesso livello di dolore ma ci sono passato prima quindi so che passa. E capisco meglio me stesso, quindi ho gli strumenti per aiutarmi".'

Girando progetti consecutivi: "Sono sopravvissuto con Diet Coke, sigarette e caffè, e alla fine ero tipo, "Ho bisogno di mangiare una verdura". Può essere difficile quando sei "giovane" non sentirti in colpa per non aver fatto le cose che fanno gli altri 25enni e questo può essere un po' una testa di cazzo.'

Si diverte, ma si tratta soprattutto di lavoro: 'Amo ancora uscire e stare con la gente, ma ora il mio lavoro sta assorbendo così tante delle mie energie, devo stare molto più attento perché finisco per pagarlo. Non ho tempo per essere una venticinquenne con i postumi di una sbornia».

Sui paparazzi: 'Beh, ci sono altre volte in cui sei solo una persona che affronta 20 e questo è solo fisicamente non sicuro. Può essere molto spaventoso quando ci sono interi gruppi di uomini con le telecamere attaccate al viso che ti corrono dietro per la strada.' Questo è successo durante un recente viaggio a New York durante il Saturday Night Live. 'Sono andato a casa e ho pianto, ma poi l'ho capito. La mattina dopo sono uscito e ho detto: "Ciao, mi chiamo Anya. Abbassiamo la telecamera e incontriamoci.” non sono una preda. Non voglio correre. Preferirei dire: "Capisco che questo è il tuo lavoro e spero che tu possa capire che sono una donna di una certa stazza e mi sento intimidita in questo momento, quindi possiamo farlo funzionare in modo che tu possa fare il tuo lavoro e Posso sentirmi meno spaventato?”'

[Da Tatler]

È un modo maturo di gestire i paparazzi, ma ho paura per le attrici quando sono nel mezzo di uno sciame di paparazzi. Deve essere così spaventoso essere giovani e soli (come in, senza sicurezza) quando ciò accade. Per quanto riguarda il sopravvivere per un anno e mezzo con Diet Coke, sigarette e caffè mentre lavoravo a progetti back-to-back… Apprezzo la sua onestà? La maggior parte delle attrici dice "oh, acqua e meditazione, è così che rimango magra!"

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Tatler (@tatlermagazine)

Copertina e IG per gentile concessione di Tatler.