Angelina Jolie copre Harper’s Bazaar, parla di ribellione, scoiattoli e pantaloni in PVC

City Harvest: The 2019 Gala - Arrivals

Bene, questa è una bella e piacevole sorpresa. Pensavo che Angelina Jolie avesse finito con le sue cose promozionali per Maleficent: Mistress of Evil, ma apparentemente no! Angelina copre il numero di dicembre / gennaio di Harper's Bazaar negli Stati Uniti. Sento che è passato davvero tanto tempo da quando ha fatto una cover per Bazaar? Per il passato … diciamo, 15 anni, sembra che salvi le sue interviste sulle riviste più importanti per Vanity Fair e Vogue. Ma penso che VF sia ancora nella sua lista dei desideri, quindi è andata a Bazaar. E l'intervista non riguarda nemmeno Malefica – Angelina trascorre gran parte dell'intervista mettendo in evidenza il suo lavoro con l'UNCHR e gli altri suoi interessi internazionali / umanitari – puoi leggere il pezzo qui . Penso che anche Bazaar le abbia appena inviato un elenco di domande e le abbia risposto via e-mail. Alcuni punti salienti:

È tornata a sentirsi: “Il mio corpo ha attraversato molto negli ultimi dieci anni, in particolare negli ultimi quattro anni, e ho sia le cicatrici visibili che quelle invisibili da mostrare per questo. Gli invisibili sono più difficili da combattere. La vita prende molti giri. A volte ti fai male, vedi coloro che ami nel dolore e non puoi essere libero e aperto come desidera il tuo spirito. Non è nuovo o vecchio, ma sento che il sangue ritorna nel mio corpo … La parte di noi che è libera, selvaggia, aperta, curiosa può essere chiusa dalla vita. Dal dolore o dal danno. I miei figli conoscono il mio vero io e mi hanno aiutato a ritrovarlo e ad abbracciarlo. Hanno passato molto. Imparo dalle loro forze. Come genitori, incoraggiamo i nostri figli ad abbracciare tutto ciò che sono e tutto ciò che sanno nei loro cuori per avere ragione, e si guardano indietro e vogliono lo stesso per noi.

Il più grande malinteso su di lei: "Ho un tatuaggio," Una preghiera per il cuore selvaggio tenuto in gabbie ". L'ho preso quando avevo 20 anni. Ero con mia madre una sera e mi sentivo perso. Ero irrequieto, sempre. Sono ancora. Stavamo guidando a cena e lei ha parlato del passare del tempo con il Tennessee Williams e di quanto amasse le sue parole. Mi ha detto che l'ha scritto, a proposito del selvaggio nel cuore. Siamo andati in un negozio di tatuaggi e l'ho inchiostrato sul braccio sinistro. Quello che ha fatto per me quella notte è stato ricordarmi che il selvaggio dentro di me va bene e fa parte di me. Vedo tanta bellezza nelle altre persone. Non quando fanno finta di essere qualcosa di diverso dal loro vero io. Non quando fanno del male agli altri. Non quando mentono. Ma quelli selvaggi. Quelli emotivi, aperti, alla ricerca, desiderosi di essere liberi. Quelli onesti. Perché qualsiasi altra cosa è una gabbia in cui è impossibile vivere.

Sulla ribellione: "Se nessuno si ribellasse mai, nulla cambierebbe mai".

Come si vestiva quando era più giovane: “A scuola non ero quella persona popolare; Ero un punk. Ho adorato la pelle, il PVC e le calze a rete. Erano i miei tre tessuti preferiti nei miei primi anni '20. Ricordo la prima volta che ho indossato pantaloni in PVC. Stavo aspettando un provino, seduto al sole a Los Angeles. Quando fu il mio turno, i miei pantaloni si erano fusi insieme. Non ho ricevuto la parte. Ma ho adorato quei pantaloni. Indossavo qualcosa di simile quando ho sposato Jonny [Lee Miller]. ”

La sua casa cambogiana: “Quando hai una mente forte, come faccio io, vai in luoghi che ti calmano, e lo trovo nel deserto o nella giungla in Cambogia. Quando sono andato in Cambogia per la prima volta, ho pensato che le persone sarebbero state indurite dopo aver vissuto così tante guerre e sofferenze. Ma in effetti era il contrario. Li ho trovati pieni di grazia, lotta e vita. È una casa e un quartier generale per la mia fondazione. Ci sono state sfide fisiche, però. Prima di poter vivere lì abbiamo dovuto sgombrare quasi 50 mine antiuomo … L'altro giorno abbiamo ricevuto una telefonata che ci informava che gli scoiattoli si sono trasferiti in casa. Ci hanno chiesto se dovevamo rimuoverli e Vivienne era molto chiara sulla necessità di coprire i fili e lasciarli rimanere. Tuttavia, i serpenti locali possono avere la propria opinione al riguardo. L'ultima volta che sono stato lì, ho sentito urlare in fondo al corridoio perché un amico aveva trovato una lucertola gigante sotto il cuscino. Chiaramente, gli animali sono lì più di me e sentono che è la loro casa.

Essere limitati: “Mi piacerebbe vivere all'estero e lo farò non appena i miei figli avranno 18 anni. In questo momento devo stabilire dove il loro padre sceglie di vivere.

[Dal bazar di Harper]

C'è molto di più in questa intervista, su come Angelina vuole che le donne inizino a rialzarsi, essere audaci e in lotta per ciò in cui credono. Trovo interessante che sia così schietta sul fatto di dover basarsi a Los Angeles a causa di Brad. Voglio dire, lo sapevamo. Ma è come se avesse un calendario e sta facendo il conto alla rovescia dei giorni fino a quando Vivienne e Knox compiono 18 anni in modo da poter ottenere il f-k da Los Angeles. Inoltre: adoro il fatto che Vivienne sia stato quello con conoscenza dei chipmunks. È così carino. E amerò sempre qualsiasi riferimento ai pantaloni di piume e a Jonny Lee Miller. * sospiro * rileggerò questa intervista alcune volte.

City Harvest: The 2019 Gala - Arrivals

Visualizza questo post su Instagram

“Etichettare le persone e metterle in scatole non è libertà. La differenza e la diversità sono ciò che apprezzo di più, nella mia famiglia e negli altri. Non voglio vivere in un mondo in cui tutti sono uguali e immagino che sia vero per tutti coloro che leggono questo. Voglio incontrare persone che non ho mai incontrato prima e imparare cose che non conosco. La sfida oggi è abbracciare le nostre differenze. E non lasciarti ingannare dagli sforzi per dividerci o farci temere gli altri. Stiamo assistendo a un ritiro di valori in tutto il mondo. ”#AngelinaJolie si apre nel numero di dicembre 2019 / gennaio 2020. Tocca il link nella nostra biografia per leggere ora. Fotografia di @solvesundsbostudio Styling di @patrickmackieinsta Hair di #malcomedwards Makeup di @thevalgarland Manicure di @chisatochee

Un post condiviso da Harper's BAZAAR (@harpersbazaarus) su

Copertine e Instagram per gentile concessione di Harper's Bazaar.

City Harvest: The 2019 Gala - Arrivals
City Harvest: The 2019 Gala - Arrivals

Commenta su Facebook