Alanis Morissette afferma che non supporterà il nuovo documentario della HBO “Salacious” su “Jagged Little Pill”

C'è un nuovo documentario della HBO sull'iconico album di Alanis Morissette del 1995 Jagged Little Pill , AKA Fuck You, Uncle Joey! Il film diretto da Alison Klayman Jagged ha debuttato ieri sera al Toronto International Film Festival e, sebbene Alanis abbia accettato di essere intervistata per il film, non ha partecipato alla prima. Lunedì, il regista ha detto a Deadline che sarebbe fantastico se Alanis potesse essere lì, "ma sono così grato per tutto il tempo che ha dedicato alla realizzazione di questo film".

Ora Alanis sta spiegando a Deadline perché non si è presentata. Afferma che i registi avevano la loro "agenda salace", l' hanno intervistata durante un "periodo molto vulnerabile" (aveva a che fare con il suo terzo ciclo di depressione postpartum durante la pandemia), e il documento include "implicazioni e fatti che semplicemente non sono vero." Alanis dice che non supporterà il film. Ooo, è incazzata. Forse così incazzata che scriverà un album angosciante sull'esperienza? Gli alanisti possono solo sperare!

Ecco la dichiarazione completa di Alanis, tramite Deadline:

“Ho accettato di partecipare a un pezzo sulla celebrazione del 25° anniversario della piccola pillola frastagliata e sono stato intervistato durante un periodo molto vulnerabile (mentre nel bel mezzo della mia terza depressione postpartum durante il blocco). sono stato cullato in un falso senso di sicurezza e il loro programma salace è diventato evidente immediatamente dopo aver visto il primo montaggio del film. questo è quando ho saputo che le nostre visioni erano in realtà dolorosamente divergenti.

questa non era la storia che avevo accettato di raccontare. mi siedo qui ora sperimentando il pieno impatto di aver creduto a qualcuno che non meritava di essere fidato. ho scelto di non partecipare a nessun evento intorno a questo film per due motivi: uno è che sono in tournée proprio ora. l'altro è che, non diversamente da molte "storie" e biografie non autorizzate là fuori nel corso degli anni, questa include implicazioni e fatti che semplicemente non sono veri. anche se c'è bellezza e alcuni elementi di accuratezza in questa / mia storia per essere sicuri, alla fine non sosterrò l'interpretazione riduttiva di qualcun altro su una storia troppo sfumata per essere mai afferrata o raccontata. "

HBO deve ancora rispondere alla dichiarazione. Lunedì, Alison il regista ha detto:

"Penso che sia davvero difficile vedere un film fatto su di te", ha detto Klayman a Deadline. “Penso che sia incredibilmente coraggiosa e la reazione quando l'ha visto è stata che era davvero—poteva sentire tutto il lavoro, tutte le sfumature che c'erano dentro. E ancora, ha dedicato molto del suo tempo e del suo impegno per realizzare questo e penso che il film parli davvero da solo".

Nel documentario Alanis parla di essere stata vittima di uno stupro legale da parte di cinque uomini quando aveva solo 15 anni:

"Qualcosa sul fatto che avevo 15 anni, è stato allora che ho iniziato ad essere davvero colpito", dice in Jagged . "[Quando avevo] 12 anni, erano un po' spaventati, 13 erano un po' spaventati ma avrebbero ancora—14, meno spaventosi, 15 tutte le scommesse erano spente."

"Mi ci sono voluti anni in terapia per ammettere che c'era stato un qualsiasi tipo di vittimizzazione da parte mia", dice a Klayman nel documentario. "Direi sempre che ero consenziente, e poi mi veniva ricordato come 'Ehi, avevi 15 anni, non acconsenti a 15.' Ora sono tipo, 'Oh sì, sono tutti pedofili. È tutto stupro per legge".

Ricordo di aver letto di una delle "relazioni" di Alanis con un uomo più anziano che vedeva l'allora adolescente come il suo "protetto". Ha scritto la canzone Hands Clean su questo particolare pervertito, e il testo è piuttosto incasinato ("Ho onorato la tua richiesta di silenzio"):

Alanis è attualmente in tournée per il tour del 25° anniversario di The Jagged Little Pill. Dannazione. 25 anni. Ero solo un ragazzino quando sono diventato ossessionato dall'album. Uno dei tanti bambini di otto anni chiusi nelle loro camere da letto, urlando e cantando: "Ti andrebbe addosso IN un teatro?!" Ohhh, dolce bambino estivo. Totalmente all'oscuro.

Pic: Wenn.com