Addio Daniele, il medico dal cuore d’oro ucciso da Covid in soli 5 giorni: “Rimarrai sempre nei nostri cuori”

Un tragico bollettino di guerra: cresce l'elenco dei medici che muoiono a causa del coronavirus. L'ultimo è Daniele Cagnacci, napoletano, 64 anni. Aveva il suo studio in Corso Umberto, nel centro della capitale napoletana. Ed era diventato il punto di riferimento per un intero quartiere. Cagnacci è morto in soli 5 giorni dopo aver scoperto la positività al virus.

Una passione per gli altri che avrebbe potuto essere fatale al dottor Daniele Cagnacci. In effetti, potrebbe aver contratto il Covid visitando alcuni dei suoi pazienti. Passione che aveva trasmesso anche alla figlia, da poco laureata in medicina. Il medico è stato particolarmente amato per la sua professionalità e disponibilità. (Continua dopo la foto)

“Quante volte mi sono arrabbiato perché domenica a pranzo eri al telefono o quando tornavi a casa tardi ed ero preoccupato. Mi hai detto che era il tuo lavoro, ma non ho mai incontrato un dottore del genere. "scrive ricordando brevi episodi che testimoniano il suo amore per il suo lavoro." Sei stato un papà meraviglioso, il mio esempio più grande, vorrei essere anche solo una briciola di quello che sei stata ". Queste le toccanti parole della figlia di Cagnacci che voleva ricordare il padre scomparso. (Continua dopo la foto)

Sui social tanti messaggi di cordoglio per la morte di Cagnacci. Molte persone lo conoscevano, molti lo rispettavano: “Giovane, buono, generoso, di un'umanità incredibile – scrive Ida – una professionista seria, disponibile a tutte le ore, anche di notte. Ci ha seguito con affetto e cura, ha visto crescere i miei figli, è stato un amico, un consigliere, lo sanno tutti i suoi pazienti. Colui che ha curato tutti è stato vittima di questo dannato virus. Ciao Daniele – conclude – sarai già in paradiso, ma rimarrai sempre nei nostri cuori ”. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}

Cagnacci è solo l'ultimo tra medici e personale sanitario che hanno pagato con la vita la lotta al coronavirus. per Covid il medico Antonio Amente, 69 anni, sindaco di Melito, l'infermiere Alfonso Durante, 75 anni, e l'ortopedico Cardarelli Cosimo Russo, tornato al lavoro nonostante fosse in pensione, contagiato pochi giorni fa durante gli interventi di soccorso. In Italia sono 23232 i positivi martedì 24 novembre, 853 i morti (mai così tanti da fine marzo).

Covid, un giorno molto triste per l'Italia: mai tanti morti nella seconda ondata

L'articolo Arrivederci Daniele, il dottore dal cuore d'oro ucciso da Covid in soli 5 giorni: "Rimarrai sempre nei nostri cuori" arriva da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)