“A Natale? Ecco cosa puoi fare e cosa non dovrai fare”. Conte ‘avverte’ gli italiani

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto durante l'assemblea dell'Associazione nazionale dei comuni italiani e ha affrontato diversi temi. Al centro delle dichiarazioni del premier, il Fondo per la ripresa, le misure da prendere per le prossime festività natalizie ei parametri attraverso i quali è stata scelta la distinzione tra regioni rosse, arancioni e gialle, che hanno suscitato diverse polemiche.

"C'è molta attenzione – le parole di Giuseppe Conte – verso le festività natalizie, che sono le più sentite: il governo non ha la palla di vetro ma sta rivelando che ci sono segnali positivi nella curva epidemiologica a seguito del misure adottate ". Anche se lo stesso premier, subito dopo, ha aggiunto: "Adesso nessuno si azzarda a dire quale sarà la curva a Natale". Pertanto, nessun entusiasmo facile o misure "libere tutte". La lotta al coronavirus non è affatto vinta e non possiamo abbassare la guardia. ( Continua a leggere dopo la foto )

Prima il premier ha spiegato: “Dobbiamo avvicinarci e capire come dosare gli interventi. Certo, ci stiamo preparando a diversi scenari ma ora non possiamo prevedere quale sarà la situazione epidemiologica ”. Poi Conte ha spiegato che tipo di Natale ci aspetta: “A Natale dobbiamo già prepararci a trascorrere le feste in modo più sobrio: balli, festeggiamenti, baci e abbracci non sono possibili. Al di là delle valutazioni scientifiche, è necessario il buon senso. Una settimana di sfrenata socialità significherebbe pagare un forte rialzo della curva a gennaio, in termini di morti, stress da terapia intensiva. Non possiamo permettercelo ”. ( Continua a leggere dopo la foto )

E lo scambio di doni? Su questo Giuseppe Conte ha ammesso: "Dobbiamo prepararci a un Natale più sobrio, anche se pensiamo di poterci scambiare regali e permettere all'economia" di ricominciare a crescere. Poi il premier ha affrontato la questione dei parametri secondo i quali, insieme ai tecnici, si è deciso di collocare le regioni in zone diverse a seconda del rischio: "Dobbiamo rendere i meccanismi trasparenti e chiari a tutta la popolazione, ma è un po 'complicato rendere semplice un meccanismo complesso ". ( Continua a leggere dopo la foto )

E ancora: “Non dico se 21 indicatori siano corretti ma parlarne 5 o 3 è un dibattito scientifico, un'autorità politica non può dirlo. Dobbiamo fidarci degli scienziati ”. Sul Fondo Recuvery, infine, Conte ha detto: “Oggi su un giornale è stata pubblicata con grande evidenza una fake news: l'Italia è in ritardo in termini di resilienza. Abbiamo verificato e quella notizia non arriva nemmeno da Bruxelles, è stata inventata da zero ”.

"Blocco della luce". Il piano del governo: chiusure differenziate e divieti. Come sarà l'Italia

L'articolo “A Natale? Ecco cosa puoi fare e cosa non dovrai ”. Conte 'avverte' gli italiani arriva da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)