85 camicie ridicole e divertenti condivise sull’account Instagram “Good Shirts”.

Se c'è un capo di abbigliamento che tende ad accumularsi naturalmente, sono le t-shirt. È probabile che tu ne possieda almeno alcuni (o forse qualche centinaio, chi siamo noi per giudicare?) che rappresentano qualcosa per te. Ci sono le tue preferite come la maglietta bianca perfetta o la maglietta che hai preso al concerto della tua amata band. Poi ci sono quelli commemorativi che possiedi quando ti sei offerto volontario o hai corso una maratona 10 anni fa. E poi c'è tutta un'altra categoria di t-shirt che ti parla e parla per te nel modo più divertente possibile.

Permettici di presentarti un account Instagram chiamato "Good Shirts" , un progetto di social media che celebra e prende in giro le foto di magliette con slogan stranamente specifici. I creatori di questa pagina sono in missione per presentare alcuni degli articoli di abbigliamento più strani ed esilaranti trovati in tutto il mondo e non si tirano indietro.

Da "mi fa male la pancia e sono arrabbiato con il governo" a "il tuo bambino non vale niente se non è un DJ", il nostro team di Bored Panda ha perlustrato la pagina e ha confezionato un'esilarante raccolta di immagini qui sotto per farti divertiti. Quindi continua a scorrere, premi upvote mentre procedi e facci sapere quali maglie ti suonano fedeli nei commenti! E se sei interessato a ulteriori contenuti di abbigliamento, dai un'occhiata al nostro pezzo precedente pieno di camicie strane e maledette che le persone indossano davvero proprio qui .

# 1

Crediti immagine: goodshirts

#2

Crediti immagine: goodshirts

#3

Crediti immagine: goodshirts

Nessun capo di abbigliamento può dire al mondo chi e cosa sei veramente così velocemente come una t-shirt. È la perfetta combinazione di funzionalità ed espressione, anche se a volte le cose possono "perdersi nella traduzione", come scrive il fondatore di "Good Shirts" nella descrizione dell'account.

Da quando hanno avviato questo progetto sui social media nel luglio 2019, hanno creato lo sbocco perfetto pieno fino all'orlo di bizzarri slogan di magliette esclusivamente per l'intrattenimento. "'Good Shirts' è nato come un account Instagram che documentava le strane e affascinanti magliette trovate ad Hanoi, in Vietnam", ha rivelato il creatore sul loro sito web .

#4

Crediti immagine: goodshirts

#5

Crediti immagine: goodshirts

#6

Crediti immagine: goodshirts

"Mentre vivevo ad Hanoi, sono diventato ossessionato da queste strane magliette che portavano versioni corrotte di loghi di aziende famose, luoghi comuni errati o un testo completo senza senso vomitato su una maglietta. Le ho cercate in ogni mercato come un ladro alla ricerca di un nascosto gemma, anche se le gemme che desideravo non erano tipicamente belle, ma strane e piene di errori", hanno aggiunto. "Comunque, c'era una bellezza accidentale nelle magliette che ho trovato, qualcosa di profondo ed esilarante senza provare."

Quindi, il loro progetto ha iniziato ad accumulare costantemente fan da tutto il mondo e oggi ha oltre 269.000 seguaci devoti che aspettano con impazienza il prossimo esilarante slogan della maglia per abbellire i loro feed. "Nel corso del tempo, con la crescita della pagina Instagram e con l'arrivo di invii da tutto il mondo, il tema dell'account ha iniziato a cambiare in un entusiasmo per le magliette più divertente e onnicomprensivo. Oggi pubblico magliette che, accidentalmente o su scopo, fammi ridere." E a quanto pare, fanno ridere anche tutti.

#7

Crediti immagine: goodshirts

#8

Crediti immagine: goodshirts

#9

Crediti immagine: goodshirts

Tutti sanno che l'abbigliamento è uno dei modi migliori per esprimersi. Quando si tratta di t-shirt, sono servite a questo scopo sin dalla loro nascita. Anche nel medioevo, secondo la storica Maude Bass-Krueger che scrisse su Vogue il pezzo "Tutto da sapere sulla storia della maglietta". La t-shirt ora unisex e per tutti gli usi ha iniziato la sua vita come un indumento intimo indossato dagli uomini: "Indossare una camicia pulita e lavata metteva in mostra la ricchezza di un gentiluomo", ha spiegato il professore.

La forma della camicia che le persone indossavano ai vecchi tempi – grandi pezzi cuciti a forma di "T" con lunghe code della camicia infilate tra le gambe – subì seri cambiamenti nel 19° secolo. Con l'avvento della nuova tecnologia, è stato più facile produrli in serie in una forma più adatta. Sebbene fosse consigliato indossare questi capi di abbigliamento in maglia di lana come magliette, "la Royal Navy britannica iniziò a consentire ai suoi marinai di indossare queste magliette quando lavoravano sul ponte" alla fine del secolo.

# 10

Crediti immagine: goodshirts

# 11

Crediti immagine: goodshirts

# 12

Crediti immagine: goodshirts

Poi, il business è salito alle stelle nei primi decenni del 20° secolo e la t-shirt come la conosciamo oggi è entrata nella nostra vita di moda. "Mentre la T-shirt è passata dall'intimo al capospalla, l'indumento è diventato una tabula rasa per i messaggi, siano essi politici, pubblicitari, grafici o umoristici", ha spiegato Bass-Krueger.

"I progressi tecnologici nella stampa serigrafica all'inizio degli anni '60 hanno reso facile, veloce ed economico stampare i disegni sulle magliette. Negli anni '70, i consumatori potevano avere magliette personalizzate e su misura. Le aziende hanno presto capito il potenziale delle magliette per il marketing, così come le band e le società di gestione della musica". Improvvisamente, gli indumenti economici potevano essere visti su chiunque, dai musicisti agli attori agli intellettuali. In effetti, ha fatto tanta strada nella storia che ora "è difficile immaginare un guardaroba senza maglietta", ha aggiunto il professore.

# 13

Crediti immagine: goodshirts

# 14

Crediti immagine: goodshirts

# 15

Crediti immagine: goodshirts

Negli ultimi decenni, le vendite di t-shirt sono state un boom nel settore dell'abbigliamento multimiliardario. Non sorprende, considerando che le persone vogliono sempre qualcosa di nuovo e fresco da indossare. Quindi sembra che in questi giorni sia possibile qualsiasi tipo di design sul testo. E grazie ai progressi tecnologici, avere il design desiderato stampato su un capo di abbigliamento è diventato molto più facile e veloce che mai. Il mercato della stampa di t-shirt personalizzate è destinato a salire alle stelle di 1,50 miliardi di dollari, con un tasso di crescita annuale composto di quasi il 7% dal 2020 al 2025.

#16

Crediti immagine: goodshirts

#17

Crediti immagine: goodshirts

#18

Crediti immagine: goodshirts

Le magliette possono dirci molto sui loro proprietari. E mentre scorri questo elenco, noterai che hanno molte cose da dire. Ciò che le persone indossano consente agli altri di conoscere il loro tipo di gusto, umore, senso dell'umorismo e scelte di vita. Tuttavia, acquistare una t-shirt diversa per ogni tipo di umore che ottieni 24 ore su 24, 7 giorni su 7, non è la scelta più consapevole.

Hai mai pensato a quanta acqua o materiale è stato utilizzato per realizzarlo? Quanto carburante è stato speso per spedirlo? Bene, Sandra Roos, un dottorato di ricerca. studentessa presso il Chalmers Institute of Technology in Svezia, ha eseguito un'analisi completa per scoprire le risorse e i compromessi necessari alla creazione e alla vendita di articoli di moda.

Nel rapporto , che è stato pubblicato dal programma di ricerca interdisciplinare Mistra Future Fashion, ha incluso i costi dell'uso quotidiano, lo scarto o il riciclaggio di un indumento e persino il carburante per arrivare al negozio per acquistare l'oggetto.

# 19

Crediti immagine: goodshirts

# 20

Crediti immagine: goodshirts

#21

Crediti immagine: ragazzi che possono cucinare

"Sappiamo tutti che le carote e la carne di manzo sono molto diverse e le banane biologiche e le banane convenzionali sono diverse, ma quando si tratta di tessuti, non riusciamo a comprendere questa differenza", ha detto allo Smithsonian. "Puoi avere tessuti molto rispettosi dell'ambiente che sono carote biologiche e puoi avere indumenti molto intensivi per il clima che sono più simili alla carne".

#22

Crediti immagine: goodshirts

# 23

Crediti immagine: goodshirts

#24

Crediti immagine: goodshirts

Secondo la sua ricerca, una maglietta può consumare fino a 120 litri di acqua per capo e contribuisce con 0,01 chilogrammi di anidride carbonica per capo, solo dalla sola tintura. "Tutti parlano di [come] dovresti lavare [a] una bassa temperatura", ha aggiunto Roos. "Quando calcoliamo quanto la temperatura di lavaggio ha effettivamente influenzato il clima, abbiamo visto che … ha meno dell'1% dell'impatto sul clima. Ma il 22% proviene dal trasporto, da e verso il negozio".

#25

Crediti immagine: goodshirts

#26

Crediti immagine: goodshirts

#27

Crediti immagine: goodshirts

"La cosa più importante, di gran lunga, è il numero di volte in cui i consumatori indossano un capo prima di buttarlo via", ha affermato. Quindi la chiave da asporto è che quando decidi di scegliere quale camicia spiritosa indosserai dopo, sii consapevole e sceglila con saggezza. Quali sono le tue idee riguardo a questo? Cosa ne pensi delle t-shirt presenti in questa lista? Assicurati di condividere le tue opinioni con noi nei commenti, ci piacerebbe sentirle!

#28

Crediti immagine: goodshirts

#29

Crediti immagine: goodshirts

#30

Crediti immagine: goodshirts

#31

Crediti immagine: goodshirts

#32

Crediti immagine: goodshirts

#33

Crediti immagine: goodshirts

#34

Crediti immagine: goodshirts

#35

Crediti immagine: goodshirts

#36

Crediti immagine: goodshirts

#37

Crediti immagine: goodshirts

#38

Crediti immagine: goodshirts

#39

Crediti immagine: goodshirts

#40

Crediti immagine: goodshirts

#41

Crediti immagine: goodshirts

#42

Crediti immagine: goodshirts

#43

Crediti immagine: goodshirts

#44

Crediti immagine: goodshirts

#45

Crediti immagine: goodshirts

#46

Crediti immagine: goodshirts

#47

Crediti immagine: goodshirts

#48

Crediti immagine: goodshirts

#49

Crediti immagine: goodshirts

#50

Crediti immagine: goodshirts

#51

Crediti immagine: goodshirts

#52

Crediti immagine: goodshirts

#53

Crediti immagine: goodshirts

#54

Crediti immagine: goodshirts

#55

Crediti immagine: goodshirts

#56

Crediti immagine: goodshirts

#57

Crediti immagine: goodshirts

#58

Crediti immagine: goodshirts

#59

Crediti immagine: goodshirts

#60

Crediti immagine: goodshirts

#61

Crediti immagine: goodshirts

#62

Crediti immagine: goodshirts

#63

Crediti immagine: goodshirts

#64

Crediti immagine: goodshirts

#65

Crediti immagine: goodshirts

#66

Crediti immagine: goodshirts

#67

Crediti immagine: goodshirts

#68

Crediti immagine: goodshirts

#69

Crediti immagine: goodshirts

#70

Crediti immagine: goodshirts

#71

Crediti immagine: goodshirts

#72

Crediti immagine: goodshirts

#73

Crediti immagine: goodshirts

#74

Crediti immagine: goodshirts

#75

Crediti immagine: goodshirts

#76

Crediti immagine: goodshirts

#77

Crediti immagine: goodshirts

#78

Crediti immagine: goodshirts

#79

Crediti immagine: goodshirts

#80

Crediti immagine: goodshirts

#81

#82

Crediti immagine: goodshirts

#83

#84

Crediti immagine: goodshirts

#85

Crediti immagine: goodshirts

#86

Crediti immagine: goodshirts

#87

Crediti immagine: goodshirts

(Fonte: Bored Panda)