63 volte i bambini hanno parlato dei loro amici immaginari e hanno fatto impazzire gli adulti

I bambini hanno un'immaginazione incredibilmente vivida. Se interpretano una principessa, un supereroe o una strega cattiva, possono esibirsi in un'esibizione da Oscar senza nemmeno cinque minuti di prove. Se hanno il compito di inventare una creatura fantastica in classe d'arte o un'invenzione incredibile in classe di scienze, in 15 minuti avranno creato qualcosa di così spettacolare che un team di adulti potrebbe passare mesi a lavorare su qualcosa di altrettanto impressionante. Le menti straordinarie dei bambini di solito sono affascinanti e intriganti, ma a volte possono anche essere un po' spaventose.

In onore della stagione spettrale, abbiamo raccolto alcune delle storie più inquietanti che gli utenti di Reddit hanno sentito condividere dai bambini sui loro "amici immaginari" in basso, e ti avvertiamo, queste storie potrebbero farti venire voglia di dormire con un occhio aperto. Dalle vivide descrizioni delle persone nelle loro camere da letto di notte agli amici che commettono atti violenti, alcuni di questi personaggi immaginari suonano un po' più come fantasmi e demoni che come amici.

Continua a leggere per trovare anche un'intervista che abbiamo avuto la fortuna di ricevere dalla terapista infantile Katie Lear , LCMHC, RPT, RDT, sul tema degli amici immaginari. Assicurati di dare un voto positivo alle storie che ti fanno riconsiderare i tuoi piani per avere figli e sentiti libero di raccontare tutte le storie terrificanti che hai sentito condividere dai bambini nei commenti qui sotto. Quindi, se sei interessato a dare un'occhiata a un altro articolo di Bored Panda con cose inquietanti che i bambini hanno detto, ti consigliamo di leggere questo articolo dopo. (E potresti voler accendere tutte le luci!)

Maggiori informazioni: Reddit

# 1

Mio figlio ha smesso di parlare con il suo amico immaginario per mesi dopo che mio nipote, che aveva 15 anni, si è tolto la vita. Mio figlio, che non aveva ancora 5 anni, era la pupilla dei suoi occhi. Mio nipote trattava mio figlio come un fratellino e, poiché sua madre osservava mio figlio mentre lavoravo, trascorrevano molto tempo insieme.

Avevo semplicemente detto a mio figlio che suo cugino era malato di tristezza ed era morto. Glielo ricordavo ogni volta prima che andassimo a casa loro, così non avrebbe infastidito mia sorella su dove fosse. Un giorno ha detto “Mamma, continui a dire che non c'è più, ma lo È. Si siede sul mio letto prima che vada a dormire e mi parla". NON sarebbe stato dissuaso. Questo è andato avanti per mesi. Sapeva cose di cui non parlavamo intorno a lui che erano accadute. Il nonno di mio nipote da parte di padre è morto pochi mesi dopo. Fu allora che mio figlio mi disse che suo cugino gli aveva detto che non sarebbe stato più in grado di fargli visita. Stava andando su un treno con suo nonno e non potevano tornare di nuovo. L'ultima cosa che gli disse era di non giocare mai con le pistole, non erano al sicuro. Mio nipote si è tolto la vita con una pistola. Mi ha fatto impazzire.

Crediti immagine: songbird563

Per avere un'idea degli amici immaginari e di quanto sia comune per i bambini averli, abbiamo contattato la terapista infantile Katie Lear , LCMHC, RPT, RDT. Katie ha detto a Bored Panda che in realtà è più comune per i bambini avere amici immaginari che non averli. "La ricerca suggerisce che il 65% dei bambini avrà un compagno di giochi invisibile ad un certo punto durante la loro infanzia. È del tutto normale".

"In effetti, i genitori possono stare tranquilli sapendo che avere un amico immaginario è correlato a un'elevata intelligenza sociale e creatività più avanti nella vita", ha osservato Katie. "È una forma di gioco e in quasi tutti i casi un segno di un sano sviluppo. Sembra che i bambini che trascorrono più tempo giocando da soli possano fare più affidamento sulla loro vita interiore per divertirsi. Vediamo solo bambini e primogeniti creare amici invisibili più spesso di quanto altri ragazzi, il che sembra supportare questa teoria".

#2

Quindi forse non spaventoso ma decisamente strano.

Quando ero piccola affermavo di avere un'amica immaginaria, che aveva i capelli castano chiaro e indossava una vestaglia da notte, e aveva le stelle al posto degli occhi.

Bene, mia nipote viveva nella casa della mia vecchia infanzia e mi ha detto che ha un'amica a cui manco e mi ha chiesto perché me ne fossi andato. Quando ho chiesto chi, ha descritto il mio vecchio amico immaginario. Era super inquietante.

Modifica: sono stato informato che questo è spaventoso, mi scuso.

Crediti immagine: StarDustAndLus

#3

La maggior parte della mia famiglia allargata vive nella stessa zona, quindi abbiamo molti incontri.
Per il retroscena, uno dei miei zii (chiamiamolo Steve) ha perso un amico d'infanzia quando aveva circa 7 anni.
Steve e il suo amico (chiamiamolo Jack) stavano avendo un appuntamento di gioco dopo mezzogiorno e si sono sporcati un po' nel fango. Quindi la madre di Steve ha dato a Jack un paio di scarpe di Steve in prestito. Quando il padre di Jack è venuto a prenderlo dopo l'appuntamento di gioco, si sono dimenticati di rimettere le scarpe di Jack e Jack è entrato accidentalmente in macchina con le scarpe prese in prestito ancora. Tragicamente il padre e Jack hanno avuto un terribile incidente d'auto sulla strada di casa che ha ucciso Jack, 7 anni. La famiglia lo fece seppellire nelle scarpe che aveva preso in prestito da Steve. (non sono sicuro del perché)

Avanti veloce di 30 anni a una riunione di famiglia nel 2010.
Mia cugina Sara di 6 anni sta giocando da sola con i giocattoli in una stanza più tranquilla della casa. Mio zio Steve le si avvicina e le chiede cosa sta suonando. Sara risponde dicendo che sta giocando con un'amica. Trattenendo un sorriso, Steve chiede chi sia il suo amico immaginario. Sara continua a giocare dicendo che sta giocando con il suo amico Jack e che "gli dispiace di aver dimenticato di restituirti le scarpe".
La mascella di mio zio è quasi caduta. Non parlava di Jack da anni, figuriamoci raccontare quella storia a un bambino di 6 anni.

Nessuno aveva tirato su Jack quel giorno né in nessuna riunione di famiglia di recente. Ogni volta che ricordo questo incidente mi vengono i brividi.

Crediti immagine: paxlaina

Quando si tratta di come sono solitamente questi amici immaginari, Katie dice che possono essere praticamente qualsiasi cosa. "Bambino o adulto, umano o animale… C'è un sacco di varietà", dice. "In generale, gli amici immaginari sembrano variare da amichevoli a leggermente dispettosi. Penso che sia molto meno comune per i bambini creare amici immaginari spaventosi o violenti come sentiamo parlare in questo thread di Reddit."

"Potrebbe sembrare allarmante, ma non credo che avere un amico immaginario inquietante sia immediatamente motivo di preoccupazione", dice Katie. "Se questo fosse mio figlio o un bambino nel mio carico di lavoro, sarei curioso di sapere se avere un amico immaginario 'cattivo' significhi dare al bambino l'opportunità di esplorare sentimenti e comportamenti che non sono socialmente accettabili. Ad esempio, non lo è va bene per me colpire le persone, ma forse posso liberare quell'impulso se lo fa il mio amico immaginario".

#4

Un bambino ha detto che non voleva andare in chiesa perché "il mio amico invisibile dice che non può seguirmi là dentro"

Crediti immagine: Rook_45

#5

Mamma viola. Quando mio figlio stava imparando a parlare per la prima volta, ci parlava di una cosa chiamata "mamma viola". Potrebbe essere un amico immaginario, ma questi dettagli sono un po' inquietanti.
Ecco alcuni dei dettagli della mamma viola. La mamma viola è tutta viola con i capelli lunghi e gli occhi tutti bianchi e luminosi (all'epoca mescolava il viola con il nero, quindi avrebbe potuto significare che era tutta nera). La mamma viola lo va a prendere di notte e spegne le luci. Spesso trovavamo mio figlio fuori dalla sua culla al mattino, il che significava che strisciava oltre la ringhiera e per terra, in un momento in cui camminava a malapena. Sicuramente ha anche trovato le luci nella sua stanza spente un paio di volte, anche se è terrorizzato dal buio. . La mamma viola ha bisogno di una benda perché ha sangue ovunque.

.La mamma viola non ha sorriso, significa una bocca

. La mamma viola può togliersi la testa. . Alla mamma viola non piace proprio papà.

Ci ha raccontato tutte queste cose per forse un anno o poco più. Se mai le chiedessimo dove fosse, indicava sempre lo stesso punto. Un angolo della stanza dietro la porta dell'armadio aperta. Si svegliava anche piangendo quasi ogni notte durante questo periodo. Una volta, durante una notte davvero difficile, mia moglie è andata a chiedergli cosa c'è che non va e la sua risposta è stata "la mamma viola non mi lascia dormire".

Crediti immagine: professore_cane

Abbiamo anche chiesto a Katie se i bambini di solito capiscono che i loro amici immaginari sono finti. "I bambini piccoli stanno ancora imparando a differenziare la realtà e la fantasia. I confini sfocati tra 'reale' e 'finzione' fanno parte della magia della prima infanzia", ​​ha spiegato Katie. "Quando iniziano l'asilo, la maggior parte dei bambini dovrebbe essere in grado di dire cosa è reale e cosa non lo è. Potrebbero avere un investimento emotivo nel loro amico immaginario, ma sanno che il loro amico è finto".

Katie ha anche aggiunto che il modo in cui rispondiamo ai nostri figli può influenzare il loro comportamento. "Sarei davvero curiosa della risposta che il bambino sta ricevendo a queste storie inquietanti", ha detto. "Stanno ricevendo una grande reazione da te? È probabile che qualsiasi comportamento che riceve molta attenzione dai genitori si ripeta, quindi i genitori potrebbero incoraggiare involontariamente più di questo comportamento inquietante se le storie li spaventano".

#6

Mio figlio, allora di due o tre anni, ci raccontava del suo amico immaginario Johnny, che indossava tutto verde, compreso un cappello verde. Una volta, stavamo guidando vicino al cimitero e mio figlio indicò la finestra ed esclamò: "È lì che vive Johnny". Era molto piccolo e non sapeva cosa fosse un cimitero, quindi gli abbiamo spiegato che lì non vive nessuno, è un posto per le persone che sono morte.
Fu allora che ci disse che “Johnny era un soldato morto in un luogo chiamato Nam. “

Crediti immagine: LibriBot

#7

Quindi questa è in realtà la mia storia di quando ero bambino. Avevo un amico immaginario di nome Derek che era una copia carbone di me. Eravamo completamente identici. Ho giocato con Derek per anni, più a lungo di quanto fanno i bambini normali. Ma guardava sempre mia madre e mia sorella maggiore con un senso di tristezza. Alla fine se ne andò. 23 anni dopo sto scavando nella cassaforte di mia madre per prendere dei documenti che ha tenuto per me e vedo un certificato di morte nato morto per un ragazzo di nome Derek che ha condiviso il mio compleanno. Solo allora ho scoperto di essere un gemello e il mio gemello, Derek, è morto durante il parto. Inquietante vero?

Crediti immagine: uwu_SenpaiSatan

E sebbene gli amici immaginari di solito non siano nulla di cui preoccuparsi, Katie ha detto che ci sono rari momenti in cui i genitori dovrebbero intervenire. "A volte i bambini cercano di incolpare un amico immaginario del proprio comportamento cattivo, cosa che non è qualcosa con cui i genitori devono andare d'accordo, " ha notato. "Mentre gli amici immaginari di solito sono utili per lo sviluppo delle abilità sociali, un bambino che è profondamente coinvolto nel suo amico a scapito delle sue amicizie nella vita reale potrebbe aver bisogno di aiuto per connettersi con i coetanei. Raramente, un amico immaginario potrebbe essere il tentativo di un bambino di farcela trauma o stress. Se l'amico immaginario di tuo figlio lo incoraggia a comportarsi male nella vita reale o dice loro cose sconvolgenti, devi intervenire. Non fa mai male gestire queste preoccupazioni da un terapista o da un pediatra per bambini, soprattutto se stai notando altri sintomi come ansia, problemi comportamentali o difficoltà a dormire o mangiare".

Se desideri ottenere più saggezza da Katie, puoi trovare il suo sito Web proprio qui . Ha anche condiviso con Bored Panda che sta lavorando a una nuova avventura chiamata Young Dragonslayers, una società online che aiuta i bambini a praticare abilità socio-emotive attraverso i giochi online, che può essere trovata proprio qui .

#8

La mia maggiore quando aveva 4 anni. Aveva un amico immaginario di nome Jack che viveva sotto la nostra veranda sul retro. E gli piaceva infilare bastoni in gola alle persone. Ho scoraggiato la ricreazione con Jack.

Crediti immagine: RyeDoll13

#9

La mia sorella più giovane (4 all'epoca) aveva un'amica immaginaria di nome Paris Jaris. Mio padre le aveva costruito un piccolo teatro nel nostro cortile dove mia madre poteva vederla e sentirla mentre era in cucina. Mia sorella organizzava tea party e cose del genere con la sua amica immaginaria. Un giorno la mamma le ha sentito dire “non ti preoccupare, finché sono viva non ti faranno male”. Ha fatto una pausa e ha detto "beh, se lo fai, allora non posso aiutarti, non è bello uccidere le persone". Quando mia madre le ha chiesto di cosa si trattasse, mia sorella ha detto "a volte devo dire a Parigi di essere una brava persona o non può più venire a trovarmi". Ci siamo trasferiti non molto tempo dopo e non ha ottenuto un nuovo teatro.

Crediti immagine: Biggusparrot

Ci auguriamo che queste storie non ti stiano spaventando di avere dei figli un giorno, se hai pianificato di diventare un genitore. Continua a votare le risposte che ti farebbero impazzire se i tuoi stessi figli le dicessero e sentiti libero di condividere qualsiasi inquietante storia di amici immaginari che hai sentito raccontare dai bambini nei commenti. I bambini sono incredibili e così intelligenti, ma a volte, come ci hanno insegnato molti film dell'orrore, possono essere un po' spaventosi… Goditi il ​​resto di questa lista spettrale, e poi se stai cercando di leggere cose ancora più spaventose che hanno i bambini condiviso, ti consigliamo di dare un'occhiata aquesto articolo Bored Panda dopo!

# 10

Quando mia figlia era una bambina ha iniziato a parlare casualmente di un uomo di nome Don. Lo descriveva sempre allo stesso modo e non sembrava affatto spaventata, nonostante lo allevasse ogni giorno. Non è andata all'asilo nido e non conoscevamo nessuno di nome Don. Poi un giorno è andata completamente fuori di testa, non sarebbe andata in giro per casa da sola nel caso in cui si fosse imbattuta in Don, non avrebbe dormito nella sua stessa stanza e avrebbe parlato di come lo odiava perché lui le diceva "parole cattive" tutto il tempo. Dopo circa un anno dal "mean Don" abbiamo comprato una nuova casa. Una volta che ci siamo trasferiti, non ha mai più parlato di lui.

Crediti immagine: sciencenerd86

# 11

Una sera stavo portando mia nipote di 3 anni a prendere un gelato. L'ho legata al sedile dell'auto sul sedile posteriore. Quando ho iniziato a guidare, mia nipote mi chiede se anche Jacob (amico immaginario) potrebbe prendere un gelato? Scherzando ho detto: "Jacob può avere il suo gelato". Ho riso e ho detto: "Sto scherzando, porteremo un gelato a Jacob".
Non ha risposto, quindi ho guardato nello specchietto retrovisore. Non riuscivo a vedere molto perché era buio. Quello che potevo vedere era la faccia di mia nipote. Sembrava arrabbiata e stavo per rassicurarla che stavo scherzando, ma mi sono reso conto che non mi stava guardando. Stava guardando qualcosa vicino al mio orecchio, dietro la mia testa.
Poi dice: “Ho detto NO, Jacob. Sii gentile. NO. Lei non lo intendeva".

Crediti immagine: lilpigperez

# 12

Mia sorella ed io abbiamo avuto la stessa identica amica immaginaria quando lei aveva 6 anni e io 5. Si chiamava Narni. Spaventerebbe il nostro fratello maggiore e i nostri genitori che entrambi avremmo parlato con lei e sapessimo esattamente dove sarebbe stata. Si chiederebbero come avremmo entrambi interagito con lei allo stesso tempo e che le nostre descrizioni di lei corrispondessero. Parleremmo anche di come si sarebbe arrabbiata o gelosa. I nostri genitori pensavano per certo che fosse lo spirito di un bambino che era morto

Crediti immagine: anon

# 13

Non un amico immaginario ma si spera abbastanza inquietante da poter contare.

Mia figlia ha 2 anni e da quando poteva parlare ha sempre chiacchierato felicemente con se stessa nella sua culla mentre si addormenta. È super carino. Di solito solo cose come:
“Vai a vedere nonna? Vai a trovare papà?"
“Ciao zia. Ciao Tim” (sua zia e suo zio)
Mia moglie ed io amavamo ascoltare il baby monitor e parlare di quanto fosse carina. Poi una notte disse:
"Satana!"
Con quel tono che hanno solo le bambine che è così dolce che si gela il sangue quando dicono una cosa del genere.
Si è evoluto in una settimana come "è satana!"
O "satana e il figlio!"
OPPURE il mio preferito: “buona notte a tutti. Ah satana!

Mia moglie alla fine ha risolto il caso. Nostra figlia adora questo libro intitolato “Buona notte a tutti” ed è anche molto appassionata dei pianeti. L'ultima riga del libro non sorprende: "buona notte a tutti". Nella pagina seguente ci sono i disegni dei pianeti. Li attraverseremo dai bordi del sistema solare al sole. Chiamava sempre felicemente "Saturno" poiché sospetto che gli anelli le rendessero facile da individuare.

#TLDR 2 anni stava citando l'ultima riga di un libro e nominava con entusiasmo Saturno e il Sole. Non comunicare con il Signore dell'Inferno

# 14

Mio cugino aveva qualche anno meno di me e aveva un amico immaginario chiamato "Mooky".

Mooky non era umano, ma una specie di alieno/mostro.

Mi spaventava quando sentivo un rumore dietro di me a casa dei miei nonni e mio cugino diceva con calma "È solo Mooky, vuole solo vederti".

Crediti immagine: Gemski13

# 15

Mio figlio aveva questo amico immaginario: Ganga. Viveva nello stagno vicino, aveva zampe da papera, capelli su tutto il viso, mangiava attraverso una fessura nel collo e l'aspettavamo da un momento all'altro per cena.

Era totalmente freddo con questa orribile idea di mostro, eppure aveva incubi ricorrenti su un cucciolo che entrava nella sua stanza. I bambini sono strani.

Crediti immagine: Why_So_Slow

#16

Ne ho parlato prima, ma mia sorella Ashley veniva visitata di notte da una ragazza morta con lunghi capelli scuri e mani da ragno (sì, questo The Ring è precedente, sì, sono vecchio AF). Si è trasferita non appena ha compiuto 18 anni, non si è mai voltata indietro.

20 anni dopo, il nostro fratellastro Trevor si trasferì nella sua vecchia stanza. Non passò molto tempo dopo che Trev iniziò a dormire sul divano, o con le luci accese, e ci parlò del suo nuovo "amico" che non gli piaceva. Era una ragazza morta che aveva lunghi capelli scuri, una vecchia camicia da notte e mani da ragno.

Inutile dire che nessuno di noi si è offerto di scambiare stanze con lui.

Crediti immagine: NotAnotherWhatever

#17

Il mio primogenito mi ha detto che manco al suo amico immaginario e vorrebbe poter stare con me più di un mese.

Ho perso sua sorella maggiore a causa della SIDS un mese dopo la sua nascita, l'anno prima di averlo avuto.

Crediti immagine: anon

#18

La mia nipotina più piccola aveva un'amica immaginaria e quando mia sorella me ne ha parlato ha detto "chiedile che aspetto ha"

"Ok, che aspetto ha?"

"Pezzi rotti."

"…Oh.. perché si è rotta, dolcezza?"

"È caduta dal nostro albero"

No. Mi dispiace sorella, sei da sola.

Crediti immagine: Darth Sangheili

# 19

Non un'amica immaginaria di per sé, ma mia nipote da piccola ha fatto un'argomentazione abbastanza convincente di essersi reincarnata. Dal momento in cui riuscì a balbettare le sue prime parole, continuò a parlare di qualcuno chiamato "Tertha" o "Trutha" o qualcosa di strano del genere. A volte si faceva chiamare "Tertha" e un buon numero delle sue bambole aveva nomi simili o simili.

Quando aveva 2 o tre anni, parlava senza sosta di "l'altra sua mamma" e di "sua sorella" e di come lei (Tertha) e la sua "altra mamma e sorella avevano avuto un incidente d'auto e poi erano in ospedale e l'altra sua mamma è morta". Voglio dire, non si arrenderebbe.

Mia sorella non l'ha scoraggiata dal raccontare le storie né l'ha incoraggiata. Finiva sempre con la battuta finale "Poi, dopo la morte dell'altra mia mamma, allora ero nel tuo stomaco!" Immagina un bambino piccolo, con grandi occhi che ti guardano, sferragliando su questo.

Ha praticamente smesso quando aveva 6 anni e a 8 non lo ricordava affatto. Abbiamo pensato che avesse dimenticato la sua reincarnazione.

Crediti immagine: Travelgrrl

# 20

Quando mio figlio aveva circa 3 anni, vivevamo con mia madre in un appartamento più vecchio. Ne avevo sempre ricavato un'atmosfera strana: l'atmosfera era pesante e un po' opprimente, ma pensavo fosse solo a causa dell'età. Tuttavia, mio ​​figlio ha iniziato a svegliarsi nel cuore della notte e ha parlato con il suo "amico", che ha descritto come "l'uomo con il cappello". Si svegliava sempre e diceva a Hat Man che non voleva andare a giocare con lui perché avrebbe dovuto dormire e che l'avrebbe visto l'indomani. Questo era sempre seguito da lui che mi svegliava e mi chiedeva un bicchiere d'acqua. Sapevo che non era solo un amico immaginario quando, una notte, l'ho sentito parlare, e quando ha detto che l'avrebbe visto domani, la porta della sua stanza si è chiusa da sola. Questo si è fermato completamente una volta che ci siamo trasferiti.

Crediti immagine: anon

#21

Quando ero piccolo era abbastanza fermamente stabilito che avevo un amico immaginario chiamato "Altro"

Un altro aveva il mio stesso nome, quindi l'ho chiamato semplicemente Altro.

Direi a mia madre che Altro è stato cattivo con me e vuole rubare la bici di papà.

Ricordo di aver detto a mio padre che Altro era molto arrabbiato con lui per avermi fatto del male (era un lavoro abusivo) e mi ha letteralmente lanciato dall'altra parte della stanza.

L'ho chiesto a mia madre da adulta e lei mi ha detto che mio padre aveva un fratello a cui ho preso il nome e di cui non mi è stato detto perché poco prima della mia nascita è morto in un incidente in moto

Crediti immagine: doitfeelbad

#22

Mia cugina aveva un'amica immaginaria che, secondo lei, viveva nel camino ed "era rossa e macchiata", come se si fosse bruciata. Apparentemente era una bambina che indossava abiti strani che “sembravano vestiti di una volta”. Mi spaventa ancora!

Crediti immagine: Babizzo

# 23

Quando avevo sei anni avevo un'amica un po' più piccola di me e la sua amica immaginaria non era una persona molto simpatica. Mi raccontava come il suo amico immaginario, "Mr. G" la facesse "ferire tra le gambe" e come lui "avesse un sapore strano e facesse dei rumori divertenti". Era assolutamente terrorizzata da lui. Mi ha detto che il signor G era molto, molto alto, senza capelli e occhi molto meschini. Dopo un po' di pigiama party mia mamma non voleva più che dormissi a casa sua e poi lei e sua madre si sono trasferite. Suo padre non è andato con loro. Era un uomo molto alto, senza capelli e occhi meschini.

#24

Non so se questo sarebbe considerato un "amico immaginario", ma è successo intorno ai 4/5/6 (non ricordo esattamente)

Sono passati un paio di mesi dalla morte di mio nonno a causa di un cancro ai polmoni (era solito fumare), e all'epoca vivevamo da mia nonna. Un giorno ero sul divano e mia nonna parlava del suo matrimonio con mio nonno, ho finito per dire "Ero al tuo matrimonio…" Mi spiegano che non c'ero e mia nonna mi ha fatto domande a riguardo e Ho risposto correttamente a tutti sul matrimonio.

Penso che fosse una settimana prima o dopo, ma quel giorno stavo parlando da solo (di solito parlo molto con me stesso e lo faccio ancora), e mia madre è entrata e mi ha chiesto con chi stavo parlando. Mia madre mi ha detto che ho risposto con "Sto parlando con Pap-pap"

Un paio di mesi dopo questi eventi, hanno iniziato a chiedermelo e mi hanno detto che se ricordo di aver parlato con mio nonno, avevo dimenticato tutto…

Quando avevo 8 anni, ricordo che mi preparavo per la scuola e mia nonna dormiva ancora. Questo è per sempre nella mia mente, vedo una figura bianca della stessa forma che ha e l'ho visto entrare in bagno.

Quella è stata l'ultima volta che l'ho visto o parlato con lui.

Crediti immagine: RaZzB3RrY_

#25

Ah, non ci pensavo da un po', ma quando mio figlio era più giovane (6ish) aveva un amico immaginario di nome Boney Akiki. Boney Akiki era un uomo scheletro. Onestamente mio figlio aveva sempre e solo le cose più belle da dire su Boney Akiki, quindi non era molto spaventoso, nemmeno per un uomo scheletro.

#26

Una cugina e la sua famiglia si sono trasferite in un nuovo appartamento in Medio Oriente. La cuginetta usciva sul balcone e giocava con qualcuno, secondo sua madre. Parla, corri, ridi, ecc. La mamma ha chiesto con chi sta parlando e ha detto che era la sua nuova amica. La mamma si è preoccupata e le ha detto di smettere di giocare lì. Più tardi, il papà ha iniziato a sentirsi come se un bambino si sarebbe seduto in grembo quando si è seduto sul divano. Sentivo il peso/calore di un bambino ma non c'era niente. IIRC avrebbero sentito le voci dei bambini e le cose sarebbero scomparse e anche tutto. Si sono trasferiti poco dopo.

Crediti immagine: erikagirardi

#27

Mio figlio aveva un amico immaginario che era un angelo. Avevo sempre sentito dire che gli angeli avrebbero convinto i bambini ad andare con loro, quindi non mi sentivo per niente a mio agio quando mi parlava di questo angelo. Venite a scoprire che un bambino era apparentemente annegato nel minuscolo stagno nell'angolo più lontano del cortile. Quindi forse l'angelo del bambino morto stava cercando un compagno di giochi? Sì, ho riempito di terra quello stagno, molto velocemente.

#28

La mia sorellina ha avuto un amico immaginario chiamato "Rhymey Guy" da quando aveva 2 a circa 5 anni. Era mezzo criceto, mezzo uomo, alto quindici centimetri, e parlava sempre in rima. Una volta, ha iniziato a impazzire casualmente nel mezzo di un pasto, e quando le abbiamo chiesto perché, ha detto che quel ragazzo in rima le era saltato in bocca e lei lo aveva ingoiato. Circa un'ora dopo, ha iniziato a lamentarsi di soffrire perché "il ragazzo rime le stava mangiando le viscere". Ha detto che il suo stomaco e il petto le facevano male per la prossima settimana circa, e ci avrebbe detto che stava "cercando di farlo fuori, ma lui continuava a strisciare dentro". Era totalmente inquietante, e dopo quell'incidente, ci ha detto che il ragazzo rime non era più suo amico, e che aveva paura di andare a dormire perché poteva strisciare di nuovo dentro di lei. Mia madre doveva "portarlo fuori dalla stanza" ogni notte per farla andare a dormire. Quando aveva cinque anni e mezzo, o giù di lì, ci disse che quel tizio rime se ne andò per cercare "un'altra ragazza su cui arrampicarsi dentro". La mente di un bambino è davvero meravigliosa.

#29

Una notte stavo leggendo una storia al nostro bambino di 3 anni e ha iniziato a ridere. Stava guardando alle mie spalle, quindi gli ho chiesto di cosa stesse ridendo e lui ha risposto: "La bambina vicino alla porta è sciocca!" Mi sono guardato indietro, terrorizzato da ciò che avrei potuto vedere, e mentre l'ho fatto, ha dichiarato: 'Oh! È scappata!' Inutile dire che ho chiamato mio marito al lavoro e gli ho detto che non avrei dormito un minuto quella notte!

#30

CONTESTO: La mia camera da letto era in mansarda

Quando mio fratello aveva 4 anni mi raccontò dell'uomo che viveva in soffitta. A quanto pare avrebbe sentito qualcuno che camminava in soffitta quando io non c'ero. Disse di aver visto la testa di qualcuno che spuntava dal portello e lo guardava di notte, e che gli dispiaceva di essere stato troppo spaventato per fare qualcosa per l'uomo nella mia camera da letto.

Non vivo più con loro. Stavo parlando con lo stesso fratello (che ora ha 10 anni) di lui che ha preso la camera da letto più grande della mansarda ora è vuota. Il mio fratello minore (5) ha subito risposto: "ma dove vivrà quell'uomo?"

Crediti immagine: madre_di_calamaro

#31

Fratello, io.

Si chiamava Ricky, viveva negli specchi e non voleva farmi cambiare. Ricordo vividamente di aver detto qualcosa del tipo: "Ricky, per favore, non guardarmi mentre mi cambio", "Ricky, vai in uno specchio diverso, devo fare un bagno".

Tipo cosa???

Crediti immagine: ThisIsSoDamaris

#32

Un giorno, mia figlia è tornata a casa dall'asilo e mi ha detto che aveva una nuova amica che si era unita alla sua classe di nome "Soosha". Non ci ho pensato molto. Mia figlia diceva cose del genere che voleva uno zaino colorato come quello di Soosha, o nastri per capelli come i suoi. Un giorno, mio ​​marito ha chiesto all'insegnante di indicare quale ragazza del parco giochi fosse Soosha, e l'insegnante gli ha detto che non esisteva una ragazza del genere.
Dopodiché, mio ​​marito ha insistito sul fatto che fosse un amico immaginario e ha scoraggiato mia figlia dal menzionarla.

"Ci sono voluti diversi mesi prima che portasse di nuovo Soosha. Siamo andati in viaggio in Argentina (dalla California) e mentre stavamo salendo su un ascensore di vetro nell'aeroporto di Buenos Aires, mia figlia ha improvvisamente indicato la folla e ha detto: "Guarda, c'è Soosha! Ci ha seguito qui. Anche se papà le ha detto di andarsene." Né io né mio marito abbiamo visto un bambino dove stava indicando

#33

Quando mio figlio aveva 3-4 anni ha iniziato a parlare di sua moglie. Direbbe che era fuori, e molto triste. Ricordo che si mise una mano sul cuore e disse che gli mancava, ma non potevamo lasciarla entrare, aveva bisogno di andare avanti.

#34

Mio figlio aveva due anni, ha iniziato a piangere nel cuore della notte e ha detto che un "cagnolino arancione" era sotto il suo lettino. Questo è andato avanti per almeno un mese, avrebbe descritto il cagnolino arancione come avente denti aguzzi, rubando i suoi manichini e mordendosi le labbra e la faccia fino a quando non c'era sangue.
Adesso ha 16 anni e lo ricorda ancora vividamente.

Crediti immagine: muthaclucker

#35

Mio figlio maggiore aveva circa 2 anni e aveva un amico immaginario. BB era arancione, delle dimensioni di una grande mela e ricoperto di pelliccia. BB è stato fantastico. Di tanto in tanto mio figlio gli urlava di essere gentile, ma nel complesso era bravo. Un giorno in macchina mio figlio urlò "È COSÌ!" e ha abbassato il finestrino, ha buttato fuori qualcosa e ha alzato con calma il finestrino. Quando abbiamo chiesto cosa fosse successo, ha detto senza mezzi termini che ha lanciato BB dalla finestra e ora era morto. Abbiamo chiesto di BB nelle settimane successive e ha sempre detto che BB era morto.
Son ora ha 10 anni e ricorda ancora BB. Dice che BB era stravagante e se lo meritava, ma non ricordo perché.

#36

Quando avevo circa 3 o 4 anni, mia madre veniva in giro con me sul sedile posteriore e di solito parlavo e parlavo. Quando mia madre rispondeva alle mie domande, le dicevo sempre che non le stavo parlando, ma non le dicevo con chi stavo parlando quando me lo chiedeva. Un pomeriggio siamo entrati nel vialetto e ho salutato il mio "amico" chiamato "Pappy". Mia madre lo disse a mio padre alcuni anni dopo e scoprì che "Pappy" era quello che mio padre chiamava suo padre quando era piccolo. Mio nonno è morto poco prima che io nascessi e mio padre non ha mai condiviso quel nome con nessuno

#37

Non lo definirei un amico immaginario, ma crescendo (dai 6 ai 10 anni) pensavo che i due vecchi burberi dei muppet (Statler e Waldorf) vivessero negli specchi. È arrivato al punto in cui avevo una paura mortale degli specchi e li giravo in modo da non poter vedere il riflesso. So di aver spaventato mia madre quando le ho detto che l'avevo fatto così "gli uomini allo specchio non possono guardarmi".

Ho quasi 20 anni e ovviamente ne sono cresciuto, ma è ancora un'abitudine girare gli specchi per non vedere il riflesso. Non mi rendo nemmeno conto che lo sto facendo a volte

#38

Mio figlio una volta mi ha detto: "Gary ha detto di non toccare il fornello, fa caldo".

Gary è il nome di mio padre ed è morto da 21 anni. Mio figlio ha 10 anni.

#39

La figlia dei miei colleghi mi ha detto che la sua amica immaginaria "Lisa" ha detto: "Anche le brave persone muoiono. Sei bravo. Attento."

Crediti immagine: darthbiscuit80

#40

"Sto parlando con la signora Lady."

"Chi è la signora Lady?"

"La signora bianca con gli occhi neri e le unghie lunghe!"

Fammi cercare l'esorcista più vicino.

#41

Mia sorella lavora con i bambini e una volta era a capo di una classe di ragazzi che erano tutti d'accordo sul fatto che c'era un fantasma della scuola. Mi ha detto che una volta ha chiesto dove si trova questo fantasma e HANNO INDICATO TUTTI NELLO STESSO POSTO!

Penso che questi fossero bambini dell'asilo? Quindi, anche se non sono superstizioso, credo che qualsiasi spiegazione di come un'intera classe di bambini di 4 anni sia stata in grado di coordinare questo come uno scherzo è meno probabile della spiegazione che c'era un dannato fantasma in quella classe

#42

Quindi ho vissuto in una casa molto vecchia in un quartiere prevalentemente ispanico con le mie sorelline e, secondo mia madre, ognuno di noi aveva un amico immaginario chiamato "The Little Brown Boy". Fui la prima a vederlo, poi mia sorella, poi l'altra mia sorella, e ci eravamo tutti dimenticati di lui quando la sorella successiva lo vide. Apparentemente all'inizio sarebbe stato molto gentile con noi e avremmo giocato con lui, e poi dal nulla saremmo stati assolutamente terrorizzati da lui e non avremmo voluto andare nella nostra stanza (dove viveva). Avevamo tutti circa 4 anni quando lo abbiamo visto. Ci siamo trasferiti qualche anno dopo, ma le persone che si sono trasferite dopo a quanto pare hanno detto che la loro piccola figlia ha un amico immaginario che ha chiamato il ragazzo cattivo…

#43

Mio figlio ha sempre parlato dei "semafori verdi che vengono a trovarlo".

4 anni: Le luci verdi sono tornate da me ieri sera.

Noi: Oh, va bene. Sono amichevoli?

4 anni: non hanno bocca.

… A volte entrano nella tua stanza.

#44

Mio figlio aveva 2-3 anni e aveva sempre un gruppo di amici immaginari. I più citati sono stati Monkey boy e il cowboy. Quando mio figlio aveva 2 anni si è svegliato una notte urlando. Sono corso nella sua stanza ed era terrorizzato. Continuava a indicare l'angolo e a dire che Monkey boy era cattivo. Ho finito per prendere in braccio mio figlio e metterlo a letto per dormire con me. La prossima volta aveva 3 anni e stavamo facendo una passeggiata con sua sorella minore nel passeggino. Sto spingendo il passeggino e lui cammina proprio dietro di me. Continua a dire "owww smettila" o "per favore smettila!" Continuo a guardarlo dietro di me e non vedo nulla. Mi fermo e gli chiedo cosa gli fa male. Dice "il cowboy mi sta facendo male mamma" Gli dico che non c'è nessun cowboy da noi. Dice "sì, c'è. È il cowboy nella mia testa" i bambini a volte sono inquietanti.

Crediti immagine: brerosie33

#45

Un po' tardi per la festa ma comunque mia madre mi raccontava la storia del mio amico immaginario Beh, per cominciare, mia madre veniva a controllarmi la mattina e le cose sarebbero state messe nel mio lettino che il bambino avrebbe avuto non avevo modo di raggiungerli per metterli in me stesso. Poi, quando ho forse 5 anni, mi sono lamentato di qualcuno che bussava alla porta della mia camera ogni notte. Poi è arrivata la storia della mia amica immaginaria, una bambina con cui avrei giocato. Mia madre mi ha chiesto di descriverla e io ho detto che indossava un vestito lungo, aveva i capelli biondi a ricciolo e i suoi occhi erano rivolti all'indietro nella testa. Cue ha spaventato la mamma! Ha cercato di non parlarne troppo perché non voleva incoraggiare questo "amico" a restare. Ma pochi mesi dopo eravamo seduti in prima stanza quando ho iniziato a piangere. Mi ha chiesto cosa c'era che non andava e le ho detto che la mia amica era seduta in grembo e non era giusto perché volevo invece sedermi in grembo. Non mi ha mai perdonato per il mini infarto che le ha dato ah. Alla fine gli anni passano e non mi ricordo di detto amico, ma mia madre raccontava la storia ogni tanto.

Storia bonus. Anni dopo, quando la mia maggiore era abbastanza grande da iniziare a parlare, mi parlava spesso della sua "altra mamma" che veniva a trovarla nei suoi sogni per assicurarsi che stesse bene e per dire che le mancava. Mia figlia mi diceva che a volte vorrebbe andare con l'altra mamma ovunque vada quando se ne va. Fanculo.

EDIT: Ci sono parecchie storie di fantasmi da quella casa che sono accadute nei miei primi anni '20. Faccio fatica ad accettare il soprannaturale. Ma sono successe molte cose che non riesco proprio a spiegare.

EDIT 2: Oggi ho parlato con mia figlia di "altra mamma" e lei non ha alcun ricordo di lei. MA qualcosa di strano che ha detto è stato "Penso che (*sorellina*) sia un'altra mamma. È tornata da me", il che è davvero strano dato che l'impostrice puttana ha smesso di visitare alcuni mesi prima che la piccola fosse concepita.

Crediti immagine: BornEve

#46

Dove sono quelle persone di prima?

Prima di cosa?

Prima di qui. Prima di questo posto?

Bambino di 2 anni che aveva vissuto solo in una casa

#47

Avevo un'amica immaginaria di nome Flora e non l'ho mai detto a nessuno dei miei fratelli più piccoli perché avevamo una differenza di età di 8 anni ed era irrilevante. So che la flora mi seguiva ovunque e spostava gli oggetti quando ero piccola. Circa un mese fa ero seduto nella mia stanza e ho notato che un peluche era seduto sulla soglia. Ma eravamo solo io e la mia sorellina a casa e lei stava facendo il bagno
(Potevo vederla dalla mia stanza dw era sorvegliata).
Le ho chiesto cosa stesse facendo soffocante sulla soglia. Non sapeva di cosa stavo parlando e non mentiva perché ha 6 anni e non sa mentire correttamente. Quindi l'ho buttato nella sua stanza. Più tardi stava parlando al muro e piangeva. Quando le ho chiesto cosa c'era che non andava, ha detto che la flora ha strappato a metà il suo peluche. L'ho visto disteso per terra. Non abbiamo animali e lei ha detto una fottuta flora…

#48

I bambini dei miei amici si svegliavano di notte e ci dicevano che c'era un'anziana signora nella loro camera da letto. È meglio che non lo sia.

#49

Ok, quindi questo è un po' inquietante. Sono un adulto che dice che non credo nei fantasmi e simili, ma poi penso a questa esperienza e mi chiedo che sia sbagliato se sono così stupido.
Difficilmente lo definirei un "amico", ma quando ero più giovane, tipo 12 anni, vivevo con mio fratello e la sua famiglia. Ci siamo trasferiti in una casa e una delle mie nipoti, che aveva circa 4 (forse 5), evitava certi angoli della casa. Aveva paura della "signora verde". Praticamente sempre nello stesso angolo della camera familiare, ma in un paio di occasioni si trasferiva.
Quindi sua sorella maggiore (all'epoca circa 9 anni) se la prendeva con lei. Getta i suoi giocattoli in quell'angolo. La mia nipotina lo eviterebbe come la peste. Poi un giorno, sua sorella maggiore l'ha SPINTA in quell'angolo. Lo giuro, MAI in vita mia avevo sentito un urlo così agghiacciante. Non l'ho mai più sentito e spero di non sentire mai più quel tipo di urlo.
Non è nemmeno scappata dall'angolo. Ci fu rinchiusa, guardando verso l'alto.
La paura ci aveva spaventati, credo. Mia nipote non ha mai più scherzato con la sua sorellina in quell'angolo. E nessuno di noi ha davvero fottuto quell'angolo. Gli amici pensavano che stessimo scherzando quando venivano da noi e dicevamo casualmente "oh e non stare lontano da quell'angolo perché siamo abbastanza sicuri che un fantasma malvagio viva lì".

Allora, quando si è trasferita la signora verde? Ecco la parte fottuta.. Secondo mia nipote, mio ​​fratello e sua moglie stavano discutendo di trasferirsi fuori casa. Alla signora verde non piaceva e prima di coricarsi li seguiva nella loro stanza.
L'altra volta, la mia SIL è rimasta incinta e la signora verde si è arrabbiata di nuovo. Si è trasferita all'asilo e ci sarebbe rimasta.
In questo periodo abbiamo vissuto lì, circa 2 anni e mezzo…
Il mio SIL stava avendo due gemelli ma ne ha perso uno. Il gemello sopravvissuto è nato con una meningite spinale e ogni tipo di merda. Ci volle almeno un mese prima che tornasse a casa. Poi il mio SIL ha sviluppato un cancro cervicale. Sua madre che usa un deambulatore cade nella fottuta piscina e si è ferita. E non potevamo più tenere in vita gli animali domestici. Avevamo un golden retriever, un cocker spaniel, un gatto, un paio di topi domestici e una cavia. I cani si sono ammalati di cancro al pancreas e tumori che crescevano sui loro lati. Il nostro gatto è stato investito, la faraona si è ammalata e i topi stavano bene fino a quando la mamma di SIL non si è dimenticata di togliere il copri asciugamano dalla gabbia in una giornata calda e ha cucinato il topo di mia nipote.
Alla fine abbiamo spostato il cazzo. Ma siamo tutti d'accordo anche dopo tutto questo tempo che qualcosa non andava in quel posto e che qualunque cosa fosse quella puttana verde, era fottutamente malvagia ed era probabilmente ciò che faceva andare storte così tante cose orribili mentre noi vissuto lì.

#50

Il mio capo ha una figliastra a cui piace parlare sempre di suo fratello e di come sia un ragazzaccio a cui piace giocare con il fuoco.

È figlia unica.

#51

Non è spaventoso… ma sicuramente mi ha spaventato un po'.

Mia figlia di allora, dai 3 ai 4 anni, è uscita dalla sua stanza da mia mamma un giorno e ha chiesto se "Nonno Ken" può fare un pigiama party nella sua stanza perché era stanco di stare al buio. Poi è andata nel punto in cui la mamma teneva le sue ceneri e ha portato il suo mattone nella sua stanza. Giocava con le sue ceneri e conversava regolarmente con lui.

Questo non sembra così strano, tranne che un giorno stavamo facendo shopping, e lei è andata da un vecchio e ha fatto una chiacchierata con lui – continuava a chiamarlo "Sonny ed era contenta che potesse respirare di nuovo". Il vecchio era gentile e l'ha intrattenuta. Quando si è allontanata, mia madre ha parlato con il vecchio e lui le stava raccontando cose che aveva detto mio figlio. Quest'uomo somigliava proprio a mio nonno, il cui soprannome era Sonny.

Mio nonno è morto per shock anafilattico a causa di una puntura d'ape prima che io nascessi (circa 27 anni prima dell'inizio di tutto questo) Non avevamo foto di lui, e mamma non ne parlava mai, e nessuno tranne lei sapeva del suo soprannome.

Circa un anno dopo, ha detto che le aveva detto che doveva andare con sua moglie e che ora sapeva che le sue ragazze erano al sicuro non sarebbe tornato. Da allora non l'ha mai allevato.

#52

Mio cugino aveva un amico chiamato Monkey Man. Mia zia gli ha chiesto perché si chiamava così e lui ha detto che era perché era appeso in un angolo della stanza, cosa che l'ha spaventata. Salutava sempre la finestra mentre se ne andavano e diceva che l'uomo scimmia è appeso alla finestra.

Per farla breve, ha fatto delle ricerche e le case sono state costruite sopra i pozzi delle miniere e il suicidio era comune.

Mi sento ancora come se qualcuno stesse guardando ogni volta che passo.

Crediti immagine: AlbertsTash89

#53

Nostro figlio ora ha 4 anni, ci parlerebbe di un bambino immaginario di nome Sam che vede di notte. A volte sentivamo nostro figlio ridere ad alta voce nel cuore della notte. Allo stesso modo di quando gli farei il solletico, o quando si gode un programma. Per un po' si svegliava ogni minuto alle 4 del mattino. A un certo punto abbiamo pensato che il nostro vecchio vicino di casa fosse andato a trovarlo. Morì di vecchiaia, all'età di 93 anni ed era un nonno per lui.

Quando ero giovane, probabilmente 8, la notte in cui è morta la mia bisnonna, ho giurato di averla vista sulla sua sedia a rotelle, mentre si arrampicava lentamente sul muro della mia camera da letto. mi sono congelato. Due giorni dopo ho sentito che era morta. Non le ero vicino, non li frequentavamo molto, ma le piacevo davvero

Allo stesso modo una notte mentre mia madre era al telefono con sua sorella. Riattaccò quando vide una processione di sottili e lunghe ombre che camminavano sul muro. Apparendo da un muro di vicini fino a quello successivo. Stavano camminando verso una vecchia malese della porta accanto. Era in vacanza in Malesia. La maggior parte dei vicini è malese. Quella notte morì in Malesia. Mymom ha descritto la forma delle figure come quelle bambole indonesiane.

Un'ex ragazza ha spaventato sua madre quando era molto piccola quando le ha detto "ti ricordi quando ero tua mamma?" . La mamma di sua madre è morta giovane.

#54

Mia madre mi ha detto che quando ero più piccola (forse 3-4 anni), stavo guardando fuori dalla finestra nel cortile davanti a me ridendo. Quando mi ha chiesto per cosa stessi ridendo, le ho detto apertamente "le persone che ballano fuori senza facce". La mamma ha detto che continuava a guardare avanti alla TV e si comportava come se non l'avesse mai chiesto.

#55

Quando mio fratello maggiore aveva circa 3-4 anni (fine anni '70) disse a mia madre in modo molto pratico che c'era un fantasma dietro la TV a casa di mia nonna (TV da pavimento vecchio stile) e che era amichevole come Casper, ma era Non Casper. Ci sono state molte cose strane sentite/viste in quella casa nel corso degli anni. Anche mio figlio più giovane suonava come se stesse dicendo parole/frasi vere quando era appena abbastanza grande da persino balbettare (testimoniato da più persone) e quando diventava un po' più grande e poteva effettivamente parlare menzionava casualmente e casualmente l'uomo nel mio armadio – non sembrava mai spaventato da lui, quindi ero proprio come "ok cool.."

#56

Mio figlio aveva un amico immaginario che chiamava "Dark". Aveva solo tre anni all'epoca. Diceva “Senti? Guardalo?" Gli chiedevamo di cosa stesse parlando e lui rispondeva “Dark”. C'era solo una stanza nella nostra casa in cui avrebbe detto questo ed era nel nostro seminterrato. Ha detto che a Dark non piaceva quando mio figlio ci parlava di lui. Abbiamo fatto benedire la casa dopo che mio figlio ci ha detto che Dark aveva un cane e il nome del cane era "Keeper". Dopo la benedizione non ha mai più parlato di Dark o Keeper.

#57

Non sono sicuro se questo fosse necessariamente un amico immaginario, ma spero che sia tutto qui. Quando mia figlia aveva circa 2-3 anni, parlava della sua "altra famiglia". Come le mancavano ed era preoccupata per loro. Che aveva una mamma e un papà e un fratello e una sorella (era figlia unica quando è iniziato.) A volte facevamo domande e lei aveva sempre le stesse risposte. Mi ha davvero spaventato. Ha detto che a volte sarebbero venuti a trovarla e ogni volta che ha iniziato a parlarne le avrei fatto sapere che può dire loro che è al sicuro e felice, quindi non devono preoccuparsi per lei. Sembrava che le piacesse e ha fatto sentire meglio anche me!

#58

Non io ma mio nipote praticamente a partire da 3 anni fino a quando non ne aveva 8, è nato e cresciuto a Seattle, WA e non ha mai viaggiato fuori dal paese e non è mai stato all'asilo nido. parlava dei suoi 8 fratelli e sorelle a casa in Africa (siamo indiani). Si rattristava ma descriveva come vivevano in una casa di fango, non avevano mai abbastanza cibo o acqua ma gli mancava giocare con loro

#59

Quando io e mio cugino eravamo bambini, ha detto casualmente di avere un "amico di nome Harold che viveva nelle cornici delle foto. I loro interi corridoi erano fiancheggiati da cornici e lei tratteneva sempre il respiro quando ci passava accanto. Comunque un giorno stavamo bazzicando nel loro seminterrato incompiuto e lei indicò una trave nell'angolo più lontano e dichiarò senza mezzi termini che "È lì che dorme Harold".

#60

Quando mio figlio aveva circa 3 anni, parlava con qualcuno di nome "Wally". Stava piangendo una notte e ha detto che Wally stava guardando dalla sua finestra ma questa volta la sua faccia era scomparsa. L'ho fatto dormire a letto con me e mio marito quella notte dopo aver fatto un controllo perimetrale intorno alla casa lol. I bambini sono piccole creature inquietanti.

#61

Quando ero abbastanza giovane, diciamo intorno ai 5 anni perché non so con certezza quanti anni, mio ​​padre ogni tanto si svegliava nel cuore della notte e mi sentiva parlare. Veniva nella mia stanza per controllarmi e mi trovava seduto in un angolo della mia stanza di fronte al muro, al buio, con conversazioni complete da solo. Quando mio padre mi chiedeva con chi stavo parlando, diceva che di solito rispondevo con qualcosa del tipo "Sto parlando con le persone".

#62

Mia madre mi ha detto che lo dicevo quando avevo 3 o 4 anni.

Quando mi metteva a letto, salutavo con la mano la finestra e lei mi chiedeva a chi stavo salutando e io dicevo "l'uomo alla finestra" lei guardava fuori e non c'era nessuno ed era tipo "che uomo? Non c'è nessuno lì” e ho solo detto “non ancora, verrà” e poi sono andato a dormire.
Dopo di che ho preso le tende per la mia stanza ma ho continuato a salutare la finestra di notte.
Mia madre aveva le luci dei sensori nel cortile sul retro, ma non si sono mai spente.
Mia madre me lo ha chiesto un paio di volte e direi sempre che mi veniva a trovare di notte per vegliare su di me.
Mia madre ha pensato che doveva essere un angelo che mi vegliava perché non poteva vedere nessuno entrare nel cortile sul retro.
(Non credo negli angeli) quindi presumo solo di avere un'immaginazione attiva

#63

Aveva un amico che, all'età di 4 anni, aveva un amico immaginario. Era una ragazza della sua età (4) che era fondamentalmente una ragazza romana o forse locale (Galles del Sud, Regno Unito) che viveva con i romani.

Vivevamo sulle pendici di una collina che i romani avevano distrutto e, a quanto pare, tutti i morti seppellivano intorno a casa nostra.

Comunque… L'amico immaginario aveva un abbigliamento molto appropriato e molte strane conoscenze come mangiare i topi e la vita quotidiana che sono state tramandate e ritenute corrette.

L'intera fila di case era infestata dai fantasmi. Il nostro era pessimo ma il posto del mio amico era il peggiore. Vive ancora nella stessa casa.

Sono uno scettico, ma shheeesh, quel posto era strano.

(Fonte: Bored Panda)