“5200 euro di multa”. I carabinieri li hanno colti in questo modo, facendo controlli a tutto campo

Alcamo, succede in piena emergenza Covid. Il pensiero non è stato affatto il migliore e la notizia è stata diffusa poche ore dopo un caso simile. È il secondo caso registrato nelle ultime 24 ore che vedrebbe un gruppo di amici "non curarsi" delle normative anti-Covid. Un pensiero costato molto caro anche a chi ha preso parte ai festeggiamenti di un compleanno, in una villa ad Alcamo Marina, in provincia di Trapani.

Come accaduto ieri nella tarda serata a Verona, quando un blitz dei carabinieri ha interrotto una festa tra 11 amici, anche ad Alcamo la situazione non era diversa né riesce a trovare alcuna giustificazione, anche di fronte al piacere di festeggiare un compleanno. Tutte le forme di incontro sociale dovrebbero essere evitate in questo periodo di emergenza sanitaria. (Continua a leggere dopo la foto).

Ma anche ad Alcamo si paga a caro prezzo. Nella casetta di Trapani si sono radunate 13 persone, coinvolte in una festa di compleanno che non ha rinunciato a nulla, tra musica, balli e libagioni. Insomma, una vera e propria festa in grande stile che però è stata interrotta in seguito alla telefonata fatta direttamente ai carabinieri. Il secondo blitz in meno di 24 ore contro chi infrange la legge e senza alcuna differenza, da Nord a Sud. (Continua a leggere dopo la foto).

Sarebbe stato un cittadino lasciato volutamente anonimo ad avvertire i carabinieri. E non era nemmeno così difficile rendersi conto che dentro quel cottage si festeggiava felicemente un compleanno. Le auto parcheggiate lungo la strada e la musica ad alto volume sono state tracce che hanno portato immediatamente i 13 festaioli a prescindere dai regolamenti governativi. (Continua a leggere dopo la foto).

Anche in questo caso la festa è stata animata da ragazzi di età compresa tra i venti ei trent'anni. E secondo i giornali locali, i 13 festaioli sono stati trovati senza maschera. Come avvenuto a Verona, anche in questo caso, una volta 'beccati' non hanno alzato le palpebre, accettando l'altissima multa. 5.200 euro. E apprendiamo, ironicamente, che la consegna della torta al festeggiato è avvenuta durante l'intervento dei carabinieri.

Il fiume scorre, decine di famiglie sfollate. Che cosa sta succedendo

L'articolo "5200 euro di multa". I carabinieri li hanno beccati a fare i controlli in tutto il paese così arriva da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)